Grazie alla collaborazione dei colleghi di “VareseNews” siamo riusciti a contattare il tecnico dei biancorossi Sannino, con il quale abbiamo scambiato alcune battute a pochi giorni dal match che ci vedrà avversari.

 

Mister venerdi sera si gioca Empoli-Varese, anticipo della terza di ritorno, un match che vede la sua squadra lanciata ed un Empoli che sembrerebbe uscito dal momento di crisi:

“ Ci sono molti ingredienti per fa si che possa essere una partita bella ed interessante. Siamo due squadre giovani e sbarazzine che giocano un calcio interessante con alcune individualità da sottolineare. Non credo che l’Empoli sia mai stato in crisi, ha avuto una serie di passaggi a vuoto consecutivi, ma la consecutività di tali risultati credo sia solo una casualità, in particolare la sconfitta interna con il Portogruaro rientra nel bello e assurdo di questo sport. Con quei tre punti in più parlereste ancora di crisi?”

 

Il suo Varese, come detto prima sta andando davvero bene, dove volete arrivare?

“ Guardi questa domanda me la sento fare ogni giorno, ed a tutti rispondo la stessa cosa, ovvero che noi spingeremo sempre al massimo la barca, poi il vento e le condizioni del mare faranno il resto. Voglio dire che noi giocheremo sempre per vincere, dipendesse da me, dipendesse da noi vinceremo lo scudetto tra due anni e la Champions tra tre(ride, ndr.) poi è chiaro che ci sono gli avversari, i momenti in cui hai mezza squadra in infermeria e via dicendo che faranno il resto, quindi non so se il Varese potrà arrivare ai playoff o dovrà lottare per la salvezza, certo è che noi ogni giorno mettiamo il nostro 100% per far bene. In questo momento, da un po’ di tempo a questa parte, anche con un pizzico di fortuna che non guasta mai, stiamo ottenendo ottimi risultati, abbiamo comunque attraversato, soprattutto nella prima fase del campionato un momento no, in cui in molti ci davano già per spacciati. In serie B è molto importante prendere pochi gol, questa direi che è forse la nostra forza maggiore.”

 

Un Varese che comunque vuol fare bene, lo dimostra anche questa sessione di mercato, dove però avete perso Buzzegoli:

“ Buba ha fatto una scelta sofferta che io però rispetto. La società ha fatto ovviamente i conti della serva e credo che anche se l’assenza di Daniele si sentirà inevitabilmente, soprattutto a livello di spogliatoio, no ci siamo indeboliti, ma anzi abbiamo lavorato per dare ancora più equilibrio a questa formazione.”

 

Come arriva la sua squadra a questa partita?

“ Intanto facendo a meno di Carrozza che è squalificato, poi dobbiamo valutare le condizioni di un paio di giocatori, soprattutto quelle di Pesoli che non sta bene, ha come saprete, un problema alla caviglia e credo che difficilmente partirà per Empoli. A livello tattico abbiamo un credo, che è quello del 4-4-2, schema che mi da maggiori garanzie nelle due fasi di gioco.”

 

Dell’Empoli cosa pensa e cosa teme?

“ L’Empoli è una squadra molto interessante che gioca un bel calcio. Ha grossi giocatori per la categoria, da Stovini a Coralli passando per Fabbrini e l’ultimo arrivato Forestieri, un gran giocatore ve ne accorgerete. Se la squadra di Aglietti sta bene fisicamente e mentalmente può essere devastante, lo ha già dimostrato, noi dovremo esseri bravi a fare superiorità numerica a centrocampo e magari mandargli a l’aria alcune giocate sperando di creare confusione.”

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCoppa Italia, spettacolo tra Palermo e Parma
Articolo successivoDal campo…lavoro a porte chiuse
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here