Di ritorno dalla vittoriosa trasferta di Bergamo la squadra azzurra è tornata subito al lavoro questa mattina dato che il prossimo incontro, quello che ci vedrà opposti al Livorno in casa, si giocherà di venerdi.


Lavoro di scarico per coloro che ieri hanno disputato la partita mentre gli altri hanno disputato una partitella a metà campo che chiaramente non fa trovare riscontri a livello di tattica.

Levan è rimasto ovviamente a riposo ma le sue condizioni non preoccupano, l’uscita dal campo di ieri, come lui stesso ci conferma è stata solo precauzionale: ” Ho sentito indurire il muscolo della coscia destra e d’accordo con il prof. Morelli, abbiamo deciso di finire li la mia partita per evitare un’eventuale vero infortunio. Non vi nascondo che un po’ di paura mi è venuta, adesso che sto ritrovando la forma e sto riprendendo il gusto di segnare mi seccherebbe davvero subire un’altro stop.”


La squadra tornerà ad allenarsi domani nel pomeriggio in quella che sarà la prima vera seduta per preparare al meglio il derby contro il Livorno, una gara che potrebbe riaccendere sogni che si erano congelati.

Ed anche mister Aglietti è di questa opionione: ” Premesso che la salvezza ancora non è garantita, ma dovendo guardare obbiettivamente la classifica, la gara di venerdi potrebbe davvero riaprire scenari forse insperati. Di certo non commetteremo l’errore fatto proprio nel pregara di Livorno quando dicemmo che da li sarebbe iniziato un nuovo campionato. Il nostro campionato è sempre quello della quota 52, poi se la classifica ci verrà incontro prenderemo cio’ che verrà senza negarci niente a priori.”


Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl pranzo è servito per l'Ascoli
Articolo successivo33a giornata serie A
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here