Dopo l’uscita di ieri, la squadra oggi, compattondosi, è scesa in campo nel pomeriggio per la seconda delle tre sedute a disposizione prima della sfida di mercoledi sera a Novara che varrà come andata della semifinale playoff.

 

La squadra azzurra è una macchina ben oliata che ormai sa da sola quello che deve fare, e non saranno certi questi allenamento quelli in cui si andrà a sperimentare o provare alternative. Il vino buono esce e la ricetta non si cambia.

Anche la seduta, dunque, non ha visto particolari stravolgimenti del suo programma: prima una discreta parte atletica e poi tattica, con una esercitazione palla in mano e poi con la partitella finale a chiudere i lavori.

Anche sulla tattica non c’è stata il minimo snaturamento, sono arrivate (questo si) delle indicazioni da parte dello staff tecnico su quelle che dovrebbero essere le prerogative della squadra piemontesi, ma l’Empoli è l’Empoli, e come detto, quel che fatto di buono fino ad adesso non è arrivato certo per spirito di adattamento ma bensi per una convizione nelle cose fatte in cui si è creduto fin dall’inizio.

Per voler essere pignoli, mister Sarri, forse memore anche del match di campionato che ci ha visto perdere 2-0, ha chiesto particolare attenzione nella fase di non posseso.

Il modulo, beh, scontato anche dirlo, sarà ovviamente il 4-3-1-2. Scontato sarà anche l’undici che scenderà in campo, visto anche lo scampato pericolo per i diffidati che adesso vedranno annulate le loro sanzioni.

 

C’è semmai da capire la condizione di alcuni singoli, con soprattutto Croce e Laurini ancora in forte dubbio: anche oggi i due hanno saltato la seduta con il gruppo e l’ottimismo del poterli vedere mercoledi in campo non è certo alle stelle.

Non dovessero farcela, mister Sarri, andrà a riproporre lo stesso undici che ha giocato a Verona sabato scorso, anche se, per il tipo di partita, potrebbe esserci un avvicendamento tra Casoli e Signorelli.

Lavoro a parte per Konate, Castellani e Dossena.

 

Domani è già giorno di rifinitura, una seduta che si svilupperà nel mattino e che sarà seguita dalla conferenza stampa del tecnico azzurro, il quale presenterà questa prima ed importantissima sfida dei playoff.

 

Fabrizio Fioravanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteChe strane coincidenze
Articolo successivoModalità acquisto biglietti per Novara-Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

14 Commenti

  1. No via….Croce deve essere della partita! Su Laurini beh….Accardi non è mai stato così in forma come adesso e potremmo recuperare il francese per domenica.

  2. D’accordo con Claudio. In questo subdolo minitorneo ci potrebbe essere il rischio di dover fare a meno di qualche buona pedina per cui sarà meglio abituarsi all’idea che ciò possa verificarsi. E’ vero che ci sono le prime scelte , ma è altrettanto vero che le ” seconde linee” si sono allenate sempre con molta attenzione e serietà. Quindi massima fiducia a tutti. Sarebbe meraviglioso se i ragazzi che hanno avuto meno spazio diventassero protagonisti. Potrebbe succedere. Per esempio, un gol decisivo di Levan da 35 metri, di sinistro, sotto la traversa a 3 minuti dalla fine 😉

  3. Ragazzi qua a Novara tutto e’ pronto…vi aspettiamo…che sia uno bello spot del calcio con due buone squadre che esprimono in campo divertimento allo stato puro….vinca il migliore …che il sogno serie A si realizzi …..:-)

  4. ragazzi ma perche´ per i biglietti dei playoff non viene fatta la stessa cosa come l´anno scorso con playoff e playout ovvero la trasferta libera???non capisco quale sia la differenza fra quest anno e l´anno scorso..

    tutti a novara!!!

    • ;-)… vedi percaso la Sampdoria o una squadra di quel blasone ai Play Off??!! …no, e allora la tessera del tifoso diventa obbligatoria… se il Verona era ai Play Off stai pur certo che avrebbero permesso ai tifosi scaligeri di muoversi in migliaia, con o senza tessera… Benvenuti in Italia, terra dove le regole si applicano (se si applicano) a proprio …favorismo!

  5. Accidenti…Croce è diventato una pedina insostituibile della squadra….diventerebbe un bel problema doverne farne a meno per queste importantissime partite che ci aspettano……Certo un po’ di fortuna quest’anno no è?

  6. Estraggo da http://www.gonews.it

    Il centrocampista ha effettuato l’ecografia di controllo: gli esami non hanno dato esito negativo, ma non hanno nemmeno evidenziato lesioni. Potrebbe insomma scendere in campo, ma si esporrebbe al rischio di problemi maggiori. Considerando che domenica c’è la gara di ritorno, Sarri potrebbe anche risparmiarlo.

    Stesso discorso per Laurini, che sembra tuttavia avere qualche chance in più di recupero. Domani, martedì, nella rifinitura mattutina avremo risposte un po’ più chiare, ma i due, come accennato, sono a forte rischio.

    Intanto spunta la notizia della probabile assenza degli Under 21 Regini e Saponara in caso di finale. I due sono stati convocati dal ct Mangia, che li vorrebbe subito in ritiro insieme agli altri giocatori. Il presidente di Lega Abodi, in tempi non sospetti, aveva garantito che i giocatori di serie B impegnati ai play-off (ci sono anche Bardi del Novara e Caldirola e Rossi del Brescia) avrebbero raggiunto la squadra, che esordirà il 5 giugno agli Europei in Israele, a spareggi ultimati. Ma la Federazione non ha ancora fornito risposte in merito. Regini e Saponara potrebbero rispondere alla chiamata, ma è probabile che vengano lasciati a Empoli fino alla fine dei play-off. Il che, nel caso degli azzurri, si spera che avverrà il 2 giugno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here