Vi avevamo promesso che avremmo presentato i sei ragazzi che dalla Prinmavera arriveranno quest’anno in prima squadra. Iniziamo con talentuoso centrocampista Leonardo Bianchi.

BIANCHI LEONARDO

Nato a  Sinalunga (SI) il  28.01.1992

ruolo:  centrocampista


 

Gare 2010-2011

Primavera  Empoli   22 presenze 3 gol

Nazionale Under 19   6 convocazioni e 6 presenze


 

 

Dove giocavi prima di arrivare ad Empoli?

Da bambino nella Pol, Guazzino di Siena da dove, nella stagione 2004/2005, sono andato alla Scuola calcio Milan Junior Camp di Arezzo. A Empoli sono arrivato nell’anno 2005/2006 nei Giovanissimi Regionali con allenatore Mirco Mazzantini e da lì tutta la trafila: Giovanissimi, Allievi Nazionali e  Primavera.


 

Tu sei un giocatore che ha anche varie presenze con le Nazionali di categoria…

Sì…da ottobre- novembre fino al marzo di quest’anno


 

Come stai vivendo questi ingresso nella prima squadra?

Mi fa davvero piacere, tanto tanto, perché era una cosa che ho sempre voluto, era il mio obiettivo. Poi ho visto che quello della prima squadra è un grande ambiente. La scorsa stagione ho fatto la panchina all’ultima giornata…ogni tanto ho fatto gli allenamenti con la prima squadra. C’è una assoluta serenità, è un bel gruppo, da  cui posso imparare molto e nei confronti del quale mi metto volentieri a disposizione per quando ci sarà bisogno, se ci sarà bisogno

In un articolo che ho fatto tempo fa su di te ti ho paragonato a Pirlo…ti torna?

Insomma…però, fermo restando che Pirlo è un grandissimo giocatore, mi rivedo più in altri giocatori…mi rivedo più in Marchisio


 

Tu sei un giocatore che gioca prevalentemente davanti alla difesa, giusto?

Sì… in Nazionale sono sempre in quel ruolo lì…nell’Empoli all’inizio ho trovato delle difficoltà perché giocavo in ruolo davanti alla difesa ma Donati mi chiedeva un altro tipo di lavoro che mi è sempre piaciuto tipo la mezzala che spinge l’azione, che marca, se ce n’era bisogno, l’uomo.. Quindi questi due ruoli sono i miei preferiti, un po’ alternati…mezzala di spinta e anche di marcatura se c’è bisogno di marcare qualcuno ma anche regista davanti alla difesa che deve toccare sempre la palla, impostare il gioco e rimanere in fase difensiva



 

Il tuo maggior pregio ed il tuo maggior difetto

Il mio maggior pregio è la dinamicità, buoni piedi…qualità e quantità…magari non tantissime quantità e qualità ma un buon mixer delle due….che fa di me un tuttofare…sono uno che corre tanto e che cerca sempre di aiutare la squadra, anche con sacrificio… Difetto: a volte mi butto giù sulle cose sulle quali invece dovrei passarci sopra…e spesso questo mi crea dei problemi


 

Che cosa ti aspetti dalla prossima stagione?

Quello che l’Empoli mi ha sempre chiesto…quest’anno è un anno in cui uno va per imparare, quindi tutto quello che uno ha in più è di guadagnato…se riesce a fare una presenza, o anche più…imparare molto, migliorare i propri difetti…ed essere pronto magari per un’altra stagione più da protagonista con la squadra


 Fabrizio Fioravanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteAngelozzi (ds Bari): Forestieri biancorosso al 100%
Articolo successivoPescara-Lucchesi: verso l'addio
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here