Non ha spiccato il volo come avrebbe voluto e come un po’ tutti potevamo pensare ed alla fine di questa stagione dovrebbe tornare azzurro, seppur di brevissimo passaggio. Parliamo del portiere Davide Bassi.

 

Bassi, dopo aver lasciato la casacca azzurra al termine della stagione 2009/10 era andato in prestito al Toro che lo aveva utilizzato con frequenza nella prima parte della stagione per poi invece accantonarlo per tutto il girone di ritorno. Rientrato dal prestito granata è stato girato, parliamo della stagione in corso, al Sassuolo che lo ha preso in prestito con il diritto di riscatto sulla metà del cartellino. Il giocatore però, convinto di partire titolare, non ha alla fine mai potuto mettersi in mostra essondogli sempre stato preferito Pomini.

Difficilmente la società neroverde eserciterà quindi il diritto di riscatto, facendo rientrare il giocatore nuovamente ad Empoli.

 

Si è però già fatto avanti il neopromosso Spezia, prendendo informazioni sia sponda Empoli sia sponda Sassuolo per capire se ci potrebbero essere le basi per arrivare al giocatore, facendogli difendere quella che a tutti gli effetti è la porta di casa sua, essendo Bassi uno spezzino doc. Difficile che Bassi dica no a questa opportunità visto l’affetto che da sempre nutre per gli acquilotti bianconeri e perchè comunque resterebbe sempre in categoria. Bassi tra l’altro, nell’estate 2010, lo ricordiamo, chiese di non prendere parte al ritiro dell’Empoli, nonostante fosse il suo club di appartenenza, andando a fare la preparazione proprio a Spezia, prima della chiamata del Torino.

 

Il Sassuolo sarà come noto impegnato nei playoff, alla fine di questi verrà deciso il suo futuro tra emiliani ed azzurri e poi tutto potrà essere pronto per il ritorno a casa.

 

Ni. Raf.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGli "Old's Empoli" confermato sabato alle 18…Forfait Ekstroem
Articolo successivoDal campo…l'ultimo allenamento pubblico
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

20 Commenti

  1. “Non ha spiccato il volo come avrebbe voluto e come un po’ tutti potevamo pensare” ahahahah ma chi scusa?? sto bidone..

  2. Beh,bidone proprio no dato che qualche anno fa fu eletto miglior portiere del Torneo di Tolone(o Tolosa,non ricordo),miglior portiere delle u23 che vi parteciparono

  3. si e´ vero lo ricordo anch´io sto premio di tolone e subito chiedendomi il perche´ di tale premio a suo tempo appena appresa la notizia mi son detto..”ahhah ma chi sto bidone?”

  4. mmmm c’è qualcosa che non quadra…
    – l’ultimo anno di A retrocediamo, fra l’altro, per un erroraccio di Balli con l’udinese nella sconfitta interna per 0-1;
    – gli anni successivi Bassi, che pareva promettere bene, mette insieme una serie di errori colossali, tanto da essere contestato anche dai tifosi;
    – viene preso Handanovic, che dopo un inizio tranquillo, offre anche lui prestazioni indecorose (vedi la partita di Padova dell’anno scorso terminata 2-2)
    – arriva Pelagotti, con tante belle speranze e sfrontataggine: quest’anno diventa esperto solo in… farfalle;
    Non è che, come diceva Agatha Cristie, “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza ma tre indizi fanno una prova”? Ovvero: non sarà nel “manico” (preparatore dei portieri) il problema???

    • dai balli ha fatto quell´errore ma ci ha tolto spesso le castagne dal fuoco..e poi il preparatore dei portieri in quel periodo era lorieri..secondo me si tratta solo di una coincidenza..dossena secondo me e´ veramente l´unico bravo bravo tra quelli recenti..

      • Può essere, mi limitavo solo ad ipotizzare…
        però sulla base di fatti…
        Ma sei sicuro che Lorieri non fosse “solo” il secondo di Cagni e che comunque il preparatore dei portieri non fosse l’attuale?

        • si era lui perche´ mi ricordo che una volta andai a vedere l´empoli in casa e ad un allenamento sgridava aspramente pelagotti sulle uscite…che poi si sono dimostrate il suo vero punto debole..

  5. Niamo…bassi non e’ da serie B, puo’ essere un buon portiere in lega pro…

    Allora il fatto e’ che, balli e’ stato un bel portiere, ma una cappelata ogni tanto gli scappava,poi e’ arrivato bassi e alternava 1 intervento buono con 10 negativi,handanovic credevamo( che visto che era il cugino del portierone dell’udinese) fosse forte, invece…. I pela e’ bravo, ma ancora troppo acerbo per fare il 1 in B, Dossena per il mio parere e’ bravo, ma per valutarlo meglio lo dovremo vedere in un campionato intero…

    Usua io credo che piu’ che il preparatore portieri siano ma i portieri che e’ da 5-6 anni a questa parte non abbiamo dei fenomeni…

  6. Credo che la verità sta a meta…ovvero…negli ultimi anni non abbiamo avuto dei grandi allenatori dei portieri ma nemmeno dei fenomeni di portieri, perché molti che sono andati via non hanno fatto sfracelli da altre parti….Dossena non sembra male, anche lui e’ stato uno dei pochi che ha dato una grossa mano x tenerci a galla …

  7. …concordo con tutti.abbiamo sbagliato tutti gli ultimi portieri.un buon portiere è colui che non fa interventi stratosferici ma che ogni tanto para un rigore…è molto sicuro nelle uscite(per far star tutti tranquilli quando ci sono i forcing finali) tiene compatta e guida costantemente la difesa con grande carattere.e soprattuttu è regolare nell’arco del campionato.a me viene in mente Berti…mi piaceva molto….ma anche Drago ovviamente..

  8. Lorieri era il vice di Cagni. Succedeva spesso che “dava” una mano in un lavoro che conosce benissimo…ma non era lui il preparatore dei portieri. Cosa che invece ha fatto a Lecce (anche quest’anno). Una precisazione su Balli. Non ritengo onesto ricordarlo per l’episodio “Udinese”. E” stato il nostro portiere d’emergenza per tanti anni con ottimi risultati. Bisogna dire una cosa ….e l’altra. P.S. …a proposito di Balli. Cerco una qualsiasi foto di quando Balli, beveva il caffè durante la gara. Una situazione originalissima e buffa. C’è qualcuno che mi può dare una mano ? Grazie

    • Concordo su Balli.
      Sul “primo” Balli.
      La mia era solo una considerazione sui nostri portieri “in generale” degli “ultimi” anni in cui, solo per caso, è finito il buon Daniele…
      di lui ho in mente il rigore parato a Verona a Cerbone con un occhio “tumefatto” da una puntura di un insetto!
      Che favolosa trasferta fu quella!

  9. Ingrati, Daniele è stato un gran portiere,uno con la maglia dell’Empoli cucita a dosso e a levato tante castagne da i fuoco, anche se qualcuna era bruciata

  10. Bassi e Balli
    Giù le mani da Daniele Balli.
    Daniele è stato “il” portiere dell’Empoli e una vera bandiera. Ed è stato costretto a masticare amaro più di una volta; spedito a Salerno controvoglia. Ripreso da vecchio, per fare il secondo a Berti (che obbiettivamente era meglio dal punto di vista tecnico ma poi, alla fine, neanche troppo), poi diventato quasi primo, ridiventato secondo di Cejas (applausi scroscianti). Tornato primo per manifesta superiorità, nonostante l’età, un giorno si trova a competere con il giovane Bassi, secondo alcuni il nuovo Yascin (e infatti si è visto).
    Ed ecco la perla: Coppa Uefa, festa per tutti. Daniele Balli ha 40 anni, per l’Empoli ha dato tutto in anni di onesta carriera e indiscusso attaccamento ai colori. In campo chi va? Il giovane Bassi, insieme agli altri ragazzi. Ovviamente si sfavano tutti i giocatori(altro sfavatissimo è Moro, che ai tempi equivaleva a Grella e ad Almiron mentre adesso equivale a Coppola) e tutti i tifosi. Ma soprattutto si sfava Daniele Balli, che alla sua età non avrà altre occasioni per una partita del genere. E che poi avrà a dire – giustamente – che per lui quel giorno è equivalso ad una delusione uguale a quella di essere stato venduto alla Salernitana dopo aver vinto il campionato di B.
    Daniele Balli: la cappella con l’Udinese, certo, gravissima, e altre cappelle in carriera, come tutti (anche Zoff, Zenga e Buffon). Ma quante volte si è vinto anche grazie a lui?
    (E ancora una cosa: rinvio di Daniele Balli. La palla resta SEMPRE A NOI. L’anno di Riganò: rinvio di Balli, sponda di Riganò, palla ai nostri mediani. SEMPRE. Mai una palla persa. Non sono cose che sanno fare tutti).
    Ergo: Daniele Balli ha dato all’Empoli molto più di quanto ha preso. Bassi, tutto il contrario.

    • Ma chi è che ha messo in discussione Ballli?
      Chi è che ha messo sullo stesso “piano” Balli e Bassi?
      Se sai leggere, e deduco di sì visto che scrivi così bene, la mia puntualizzazione riguardava un periodo “temporale” in cui i nostri portieri sono stati tutti “affetti” da schizofrenia e per il quale mi sono sommessamente chiesto se, forse, non fossero ALLENATI MALE.
      Pertanto, scusami se mi permetto, la tua “filippica” in difesa di Balli mi pare eccessiva e ridondante, non in sé, perché comunque Daniele se la merita, ma per il contesto dei comment a questo articolo in cui NESSUNO aveva mai detto che Balli non potesse ricordarsi come uno dei (pochi) grandi portieri passati da Empoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here