Dal campo…seria la situazione di Tavano

Dal campo…seria la situazione di Tavano

Dopo aver goduto della domenica libera, gli azzurri sono tornati al campo nel pomeriggio di quest’oggi per preparare la prossima sfida di campionato: il derby con il Grosseto.   Un pomeriggio tetro che si è rabbuiato maggiormente quando sono arrivate le prime notizie relative alla risonanz

Commenta per primo!

Dopo aver goduto della domenica libera, gli azzurri sono tornati al campo nel pomeriggio di quest’oggi per preparare la prossima sfida di campionato: il derby con il Grosseto.   Un pomeriggio tetro che si è rabbuiato maggiormente quando sono arrivate le prime notizie relative alla risonanza magnetica effettuata da Francesco Tavano: per il giocatore si tratta di lussazione del tendine peronale destro. Una sentenza che apre scenari tutt’altro che simpatici, il periodo di stop sarà di non breve durata e si dovrà adesso decidere se operare oppure no, in questa ipotesi i tempi si allungheranno ulteriormente, altrimenti, con un gambaletto e poi la riabilitazione, andando tutto bene, si potrebbe sperare di riavere Ciccio nel giro di un paio di mesi. Oltre a Tavano era assente quest’oggi anche Buscè ma per il napoletano si tratta si un affaticamento e già domani dovrebbe essere a lavoro con la squadra. Concludendo con gli indisponibili confermiamo che marca ancora visita Ficagna che però era al campo dove ha svolto un lavoro differenziato. La parte relativa all’allenamento ha raccontato poco, molte esercitazioni tattiche e partitelle a ranghi misti senza ovviamente dare spunti e riflessioni in vista del match di campionato, anche perché, come spesso capita al lunedi, si è lavorato a giri più bassi. La settimana su tutto ci dovrà dire come vorrà giocare mister Carboni in assenza di Tavano, se continuare con quel modulo dando la possibilità ad uno degli attaccanti in rosa (ad oggi Levan sembra in vantaggio su tutti) di sostituire tatticamente Tavano o magari di cambiare modulo.   Ovviamente anche il tecnico azzurro si sofferma più che su una rivisitazione dell’ultimo match, sulle condizioni del bomber azzurro: “Una tegola che non ci voleva, per la squadra e per lui, che al di la di tutto stava giocando una stagione davvero importante. L’errore più grande adesso però è quello di piangerci addosso perché abbiamo una rosa talmente ampia e di alto valore che ha il dovere di limitare al minimo l’assenza di Francesco. Dobbiamo semmai giocare anche per lui facendo si che quando tornerà in campo la situazione di classifica sia la migliore possibile. Per quanto riguarda il recupero siamo nelle fidatissime mani del nostro staff medico, decideranno al meglio su come gestire la situazione.”   Per domani è prevista una doppia seduta di lavoro.   To. Che.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy