I Più e Meno di Genoa-Empoli

I Più e Meno di Genoa-Empoli

La nostra rubrica Più e Meno analizza fattori positivi e negativi del prossimo match che vedrà impegnati gli azzurri sul difficile campo del Genoa

2 commenti

Partiamo, come di consueto, dai Meno.

1) GENOA IMBATTUTO IN CASA, L’EMPOLI FUORI FA FATICA

Il Genoa, davanti al proprio pubblico, ha conquistato finora una vittoria e due pareggi (tra cui il buon punto strappato al Napoli di Sarri). L’Empoli, invece, ha faticato enormemente lontano dal Castellani: lo 0-0 di Torino rappresenta, al momento, il risultato migliore ottenuto fuoricasa. Due fattori che non sembrano aiutare l’Empoli.

2) I RECENTI INFORTUNI NON DANNO CONTINUITÁ

Dall’inizio del campionato l’Empoli sta avendo molti giocatori in infermeria. Tralasciando le cause, ciò è un dato di fatto e non permette a Martusciello di schierare la miglior formazione tutte le settimane. Ciò non permette alla squadra di avere quella continuità di cui necessiterebbe.

3) LE POLVERI BAGNATE DEL NOSTRO ATTACCO

Sta diventando una costante dei nostri Più e Meno, ma allo stato attuale delle cose un problema-attacco esiste. Vero, la squadra produce gioca, ma fatica a battere il portiere avversario. Non occorre che cambino gli interpeti, per ora gli unici gol sono arrivati dalla difesa.

E ora vediamo quali sono i Più.

1) LA SOSTA POTREBBE ESSER STATA SALUTARE PER GLI AZZURRI

Dopo la Juve la sosta veniva visto come un qualcosa di positivo, utile a raccogliere energie mentali e fisiche. Dopo un tour de force notevole, Martusciello ha avuto più tempo per preparare la prossima sfida di campionato.

2) LA SICUREZZA DI SKORUPSKI

Da quando è rientrato in squadra, Skorupski ha dimostrato di essere tornato quello dello scorso anno. Contro la Juventus ha compiuto interventi prodigiosi che hanno tenuto a galla l’Empoli per buona parte dell’incontro. Anche dalle sue parate passa la salvezza azzurra.

3) LA VOGLIA DI RIPARTIRE

I quattro punti agguantati fino a questo momento non rappresentano certo un buon bottino per chi si deve salvare. Ma la squadra c’è e – siamo sicuri – metterà in campo tutta la voglia che ha dentro di se per tornare a casa con un risultato positivo. La voglia e le motivazioni potrebbero essere decisive.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mork - 2 mesi fa

    Scusa Simone….ma di quale tour de force stiamo parlando?Siamo appena alla settima di campionato e mi hanno sempre insegnato che a questo punto del campionato,cioè praticamente ai primi di ottobre nessuna squadra ha raggiunto il pieno della forma.E non mi pare che Martusciello abbia schierato uomini diversi in campo solo a causa di infortuni.Prima con la Samp ha fatto giocare dal primo minuto Cosic e Maiello e Buchel,poi a Udine ha fatto giocare Dimarco,Bellusci,Krunic,Dioussè,con il Crotone giocano Skorupski e Mauri Croce e rigiocano Costa,Tello,Pasqual.Con il Torino è il solo Maccarone a finire in panca a favore di Gilardino,con l’Inter ritornano Dioussè,Dimarco,Buchel,Maccarone.Con la Lazio tornano Mauri e Pasqual e Croce e Gilardino.Con la Juve rientrano Mac e Krunic(al posto di Saponara)e questi cambi non son dovuti ne a infortuni e ne a squalifiche.Ho tralasciato volutamente qualche subentro dovuto a seguito di infortunio o/e squalifica….tipo Zambelli per Laurinì,Barba per Costa,Cosic per Barba,Gilardino per Mac…..Ma Martusciello questa squadra non l’ha mai fatta giocare con gli stessi uomini anche considerando infortunati e squalificati.Possibile che si pensi che dopo 7 partite si debba fare tutte queste variazioni?E soprattutto si sa o no che certi giocatori quando hanno una certa età,per carburare hanno bisogno di giocare con più continuità!Vediamo se domenica giocano gli stessi che hanno giocato con la Juve o quanto verrà cambiata un’altra volta.Nella scelta degli uomini,bisogna adeguarsi al gioco dell’avversario?Ok,allora adeguamoci e cambiate chi volete,ma smettiamo di parlare di quel gioco che Martusciello doveva far assomigliare a quello di Sarri o di Giampaolo….perché quel gioco o meglio quel giocattolo si sta rompendo,anzi forse….si è gia rotto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio - 2 mesi fa

    Oggi esce l’arbitro: Incubo Gavillucci di Latina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy