Il pregara di mister Aglietti

Il pregara di mister Aglietti

Consueto appuntamento con il tecnico azzurro, Alfredo Aglietti, che come ogni settimana, alla vigilia del match, presenta lo stesso con un’attenta disamina degli avversari e della situazione in casa azzurra:   Mister, partita difficile due volte: arriva una della squadre più in palla del campion

Commenta per primo!

Consueto appuntamento con il tecnico azzurro, Alfredo Aglietti, che come ogni settimana, alla vigilia del match, presenta lo stesso con un’attenta disamina degli avversari e della situazione in casa azzurra:   Mister, partita difficile due volte: arriva una della squadre più in palla del campionato ma un altro avversario potrebbe essere la pressione che inevitabilmente su questa gara ci sarà: Partita difficile perchè arriva un avversario forte, una delle squadre migliori di questo campionato che assolutamente per me non rapresenta una sorpresa vederla nei piani alti della classifica. La Reggina ha mantenuto l’ossatura della passata stagione ed anche cambiando allenatore ha però lasciato immutato il suo gioco offensivo. Poi davanti hanno dei giocatori davvero importanti per la categoria. Ho chiesto maggiore attenzione, è un momento in cui quello che sbagliamo lo paghiamo, e loro davanti sono spietati. Per quanto riguarda l’aspetto della pressione che dire, non possiamo essere ipocriti facendo finta che la gara sia una delle tante, le quattro sconfitte sulla schiena pesano e danno fastidio a tutti. Non possiamo però permetterci di far prevalere la paura, anzi dobbiamo stare sereni e prendere coscienza delle qualità che abbiamo. Mi ripeto rispetto anche ad alcuni discorsi fatti in settimana dalla dirigenza, siamo ampiamente soddisfatti della squadra che abbiamo ed in questi calciatori abbiamo piena fiducia.”   Però mister è innegabile che l’aspetto caratteriale stia venendo meno. Cosa che poi  si diceva anche nella passata stagione: E’ vero, questo gruppo non ha nelle corde una spiccata personalità, questo magari può dipendere, parlo per il presente, anche dai risultati non positivi che stanno arrivando. I ragazzi durante la settimana, come tutti noi, danno il massimo e quindi è chiaro che uscire poi sempre sconfitti possa buttare giù. Sappiamo che dobbiamo supplire questa carenza con le gambe durante i novanta minuti di gioco. Sono convinto che appena arriveranno i risultati si sbloccherà anche l’aspetto mentale.”   Come arriva la squadra a questa gara? Rientra Coralli e finalmente toccherà a lui: Sono contento che Claudio possa tornare in campo, per lui ma soprattutto per la squadra. E’ un giocatore fondamentale dentro e fuori il rettangolo da gioco. Dicevamo e facevamo gli elogi al pacchetto avanzato della Reggina ma credetemi avere due come Coralli e Tavano e poterli schierare insieme è davvero un lusso. Ovviamente non c’è solo Claudio, che dobbiamo sottolineare non essere ovviamente al top, soprattuto per la tenuta dei novanti minunti. Ci saranno anche altri dieci elementi che dovranno dare il massimo. Ancora ci sono dei piccoli nodi da sciogliere anche se ho le idee abbastanza chiare che riflettono quello provato quest’oggi. Ho chiesto molto in questa settimana e sono soddisfatto di come i ragazzi abbiano risposto. Dobbiamo sfruttare gli inserimenti tra le linee ed essere molto bravi a far girare la palla.”   Mister Aglietti come sta? Ovviamente deluso e dispiaciuto per come sia iniziata quasta stagione, lavoriamo per i risultati e se non arrivano ovviamente anche io ho le mie responsabilità ed i mie gap da colmare. Sto però bene perchè non c’è tensione nell’ambiente, abbiamo parlato e con la società non ci sono situazioni di tensioni ma semmai di rispetto e fiducia. E’ chiaro che lunedi sarà importante far bene anche per la gente che in questo periodo difficile sta comunque sostenendo positivamente la squadra.”   Hai chiamato in causa la gente, i tifosi. Che tipo di accoglienza ti aspetti per la gara? Positiva, i nostri tifosi sanno quello che è bene e quello che non lo è. Ci hanno sempre sostenuto e sono convinto che per tutti i novanti minuti saranno una spinta in più. Facendo tutti gli scongiuri del caso, se poi dovesse andar male è giusto che facciano sentire la loro voce ed il loro dissenso.”   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy