La storia di Empoli-Palermo

La storia di Empoli-Palermo

Secondo impegno consecutivo al “Castellani” per gli azzurri, sabato – ancora alle ore 18 – riceviamo la visita del Palermo.  Sono complessivamente dieci i precedenti tra azzurri e rosanero, quattro nella massima serie e sei in serie B. Al “Castellani” il bilancio è nettamente favorevole all’

Commenta per primo!

Secondo impegno consecutivo al “Castellani” per gli azzurri, sabato – ancora alle ore 18 – riceviamo la visita del Palermo.  Sono complessivamente dieci i precedenti tra azzurri e rosanero, quattro nella massima serie e sei in serie B. Al “Castellani” il bilancio è nettamente favorevole all’Empoli; 5 sono state le vittorie, una sola sconfitta e quattro pareggi (tre a reti bianche). Le reti degli azzurri sono state 17 e quelle subite 5.   Vannucchi capitano EmpoliIl primo storico confronto è datato 22 febbraio 1948, serie B giorne C. La gara terminò a reti bianche e fu sicuramente un risultato importante visto che quel Palermo vinse il campionato. Dovettero passare molti anni per trovare un nuovo confronto, che di fatto  risale alla stagione 83-84 con le due formazioni che militavano ancora  in serie B ma a girone unico. L’Empoli di Vincenzo Guerini pareggiò per 0-0 con i siciliani, a fine stagione per gli azzurri arrivò una salvezza faticosa. Due stagioni dopo arrivò il terzo scontro tra le due squadre, la gara finì ancora a reti inviolate: era la stagione 85-86 quella della prima storica promozione azzurra, targata Gaetano Salvemini. Dieci anni dopo, nel 96-97 arrivò la prima vittoria azzurra con un netto 3-1. L’Empoli di Luciano Spalletti si aggiudicò il confronto grazie alle reti al 57′ di Martuscello, 58′ Cappellini poi arrivò il gol dei siciliani grazie al rigore di Saurini, poi Amoroso chiuse la contesa al 90′. La gara più pirotecnica resta senza ombra di dubbio  quella del 26 agosto 2001: vinsero ancora gli azzurri guidati in quella stagione di serie B da Silvio Baldini per 5-3. Maccarone aprì le danze al 26′, Cappellini raddoppiò al 30′ mandando gli azzurri al riposo con il doppio vantaggio. Nella ripresa Belleri al 66′ e ancora BigMac al 70′ fissarono il punteggio sul 4-0, prima della doppietta di La Grotteria e le reti di Di Natale e Bombardini.   Il primo confronto in serie A risale alla stagione 2005-06 che vide l’unico successo dei siciliani che espugnarono il castellani, grazie al gol di Zaccardo in pieno recupero. Nelle due stagioni successive sempre nella massima serie sono arrivati due successi; nel 2006-07 azzurri vittoriosi per 2-0 alla 4°giornata grazie alle reti di Saudati al 28′ e di Almiron al 54′. La stagione successiva arrivò un 3-1 La formazione di Cagni ne segnò tre nel secondo tempo dopo che il primo si era chiuso con i rosanero in vantaggio, grazie alla rete di Cavani. Per gli azzurri andarono a segno Pozzi al 47′, Giovinco all’ 82′ e Vannucchi su rigore al 92′. Le due squadre si incontrarono nuovamente in serie B, esattamente nella stagione 2013-14, era una gara al vertice, fra la prima in classifica e la seconda. Si chiuse in parità 1-1. Al vantaggio dei rosanero firmato da Lafferty al 70′ al quale rispose il pareggio di Ciccio Tavano dieci minuti dopo. La scorsa stagione il confronto con i siciliani coincise con la prima vittoria in serie A, lo scorso 3 ottobre 2014 gli azzurri allenati da Maurizio Sarri si imposero con un netto 3-0 grazie alle reti di Maccarone e Tonelli nel primo tempo e a quella di Pucciarelli nella seconda frazione.   Stefano Scarpetti  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy