Le Pagelle di Empoli-Fiorentina 2-3

Le Pagelle di Empoli-Fiorentina 2-3

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri del Derby di questo pomeriggio, che li ha visti uscire sconfitti per 3-2 contro la Fiorentina. Redatte per voi dalla Redazione di PE.   SEPE: 6 Non ha colpe specifiche sui gol subiti, anche se forse poteva fare qualcosa di più su

Commenta per primo!

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri del Derby di questo pomeriggio, che li ha visti uscire sconfitti per 3-2 contro la Fiorentina. Redatte per voi dalla Redazione di PE.   SEPE: 6 Non ha colpe specifiche sui gol subiti, anche se forse poteva fare qualcosa di più sul sinistro di Ilicic che ha sbloccato la gara in apertura. Per il resto non viene impegnato,  sbrogliando al meglio l’ordinaria amministrazione.   LAURINI: 5.5 Qualche errore di troppo nel posizionamento in difesa, soprattutto nella seconda frazione dove Salah gli fa vedere letteralmente i “sorci verdi”. Impreciso anche negli appoggi, cerca di rimediare con la sua proverbiale generosità. Lotta come un leone fino alla fine nonostante la condizione non gli possa garantire un rendimento continuo durante la gara.   TONELLI: 6 Nel primo tempo “The Wall” è nettamente il migliore del reparto arretrato. Fondamentali due sue chiusure all’interno della nostra area piccola. Nella ripresa appare non esente da colpe nelle due reti viola di Ilicic che indirizzano la gara verso i nostri avversari.   RUGANI: 6 Va a corrente alternata il nostro “Golden Boy”: brutto l’impatto alla gara, regala il corner che origina il vantaggio viola. Dopo una fase di difficoltà, con il passar del tempo il suo rendimento cresce, tornando sui suoi livelli. Nella ripresa, come i suoi compagni, si fa superare con troppa facilità da Salah, che comunque fa un gran gol.   HYSAJ: 5.5 Soffre molto, soprattutto nel primo tempo, la vivacità degli esterni viola che gli fanno sudare le sette camicie; spesso viene preso in mezzo da Badelj e Ilicic. Nella seconda parte il suo rendimento cresce, proponendosi anche in fase offensiva, anche se, quando la Fiorentina attacca dalla sua parte, va spesso in difficoltà.   VALDIFIORI: 6 Va a corrente alternata, soffre la qualità e il dinamismo dei propri dirimpettai. Con il passar del tempo entra maggiormente nel gioco degli azzurri, cercando le consuete giocate per i compagni, che però non gli riescono sempre. Sbaglia qualche appoggio di troppo, ma non lesina generosità.   VECINO: 6.5 Il più continuo degli azzurri: cerca la profondità e dialoga con precisione con i compagni, mancando però di lucidità e precisione nella zona calda. Non disdegna, come spesso accade, di dare il suo contributo in fase di non possesso, lottando con grande ardore e generosità.   empoli-fiorentina (7)CROCE: 5.5 In ombra il prestigiatore rispetto al solito, soffre tantissimo in fase di non possesso soprattutto nella prima frazione, dove l’asse costituita da Ilicic e Badelj lo mette in costante difficoltà. In fase offensiva non riesce mai a incidere sbagliando qualche appoggio di troppo.   ZIELINSKI: 6 Il polacco dà la scossa al reparto offensivo azzurro, in un momento nel quale la squadra appare in difficoltà. Mette in difficoltà la difesa avversaria attaccando la profondità con grande decisione. Sfiora anche il gol con una conclusione da dentro l’area dopo aver raccolto un assist di Vecino da destra.   SAPONARA: 6.5 Va a corrente alternata, ma quando riesce ad attaccare la profondità si rivela un pericolo costante per gli avversari. Mette a segno un gol di ottima fattura con un chirurgico sinistro che fa esplodere il Castellani. Mette lo zampino in tutte le azione pericolose dei nostri, suo anche l’assist per Levan che ci permette di rientrare in partita.   PUCCIARELLI: 5.5 Tanta buona volontà e generosità, ma purtroppo negli ultimi sedici metri non riesce a colpire, ritardando un tempo di gioco nella metà campo avversaria e facendosi sistematicamente bloccare dai difensori della Fiorentina.   TAVANO: 6 Sarri lo inserisce per dare maggiore profondità all’attacco azzurro. Lui si da un gran da fare nei 18′ (compreso il recupero) nei quali gli viene dato spazio.   MACCARONE: 6.5 Big-Mac svaria come sua consuetudine su tutto il fronte d’attacco, non dando punti di riferimento alla retroguardia avversaria. Mette lo zampino in tutte le azioni degli azzurri nella parte iniziale della ripresa, sfiorando anche la rete del vantaggio con un destro che ci fa strozzare in gola l’urlo del gol.   MCHEDLIDZE: 6.5 Grande impatto sulla gara per Levan, che riapre la partita con un gol di ottima fattura. Nel forcing finale mette in difficoltà con le sue giocate la difesa avversaria, mettendo sul piatto bilancia la sua qualità e fisicità.   MISTER SARRI: 6 Peccato che non sia arrivata quella ciliegina che tutti volevamo. Forse la squadra si è espressa su livelli più bassi rispetto alle ultime gare; abbiamo pagato pesantemente gli errori difensivi che hanno indirizzato la gara verso i nostri avversari. Anche se alla fine dei conti un pareggio avrebbe meglio fotografato la gara.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy