Le pagelle di Empoli-Novara 0-2

Le pagelle di Empoli-Novara 0-2

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di pianetaempoli.it, relative alla sfortunata partita di questo pomeriggio degli azzurri, che sono stati superati per 2-0 dal Novara iniziando male il 2013.   BASSI: 6.5 Compie sullo 0-0 due grandi interventi su Mehmeti e Perticone. Sempre su Mehmeti è

Commenta per primo!

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di pianetaempoli.it, relative alla sfortunata partita di questo pomeriggio degli azzurri, che sono stati superati per 2-0 dal Novara iniziando male il 2013.   BASSI: 6.5 Compie sullo 0-0 due grandi interventi su Mehmeti e Perticone. Sempre su Mehmeti è bravissimo a chiudere lo specchio, incolpevole sui gol di Lepiller e dell’ex Lazzari che fissano il punteggio sul 2-0.   LAURINI: 5 Forse una delle sue più brutte prestazioni con la maglia azzurra, Lepiller lo mette soventemente in difficoltà. In occasione del gol del vantaggio dei piemontesi compie un grave errore liberando Lepiller davanti a Bassi.   TONELLI: 5.5 Meno sicuro di altre volte, nel primo tempo un suo cattivo movimento libera Mehmeti davanti a Bassi. Anche nella ripresa sulle ripartenze dei piemontesi spesso si fa trovare fuori posizione.     REGINI: 6 Ha il suo da fare nel cercare di bloccare le ficcanti ripartenze del Novara, tuttavia riesce a togliere le castagne dal fuoco con buoni anticipi, nel finale cerca di dare il suo contributo anche in fase offensiva, con un paio di percussioni in fase offensiva.   HYSAJ: 5 La brutta copia del calciatore ammirato in più di una occasione in questa stagione. Gonzalez, lo mette in difficoltà e lo salta molto spesso. In fase offensiva è molto timido e fatica a incidere, a tutto questo si aggiunge alcuni errori nei passaggi ai quali non siamo abituati. Invertire subito la rotta se si vuole la nazionale.   VALDIFIORI: 5 Non appare in palla il ravennate; buone cose solo dai calci piazzati, per il resto molti errori nei fraseggi non riuscendo quasi mai a dare il cambio di marcia alla manovra dell’Empoli.   MORO: 6.5 Senza dubbio il migliore degli azzurri: corre da una parte all’altra del campo, è l’ultimo ad arrendersi ed a cercare sempre il tiro da fuori. Il capitano è l’anima e il cuore degli azzurri, sfortunato in almeno tre circostanze. Un suo tiro da fuori area viene tolto dal sette da Bardi, proprio un minuto prima del gol del vantaggio dei piemontesi.   MCHEDLIDZE: S.V.   CROCE: 6 Prestazione nel complesso positiva la sua, qualche buono spunto nella prima frazione, mette in difficoltà gli esterni del Novara con i suoi scatti. Nella ripresa fa fatica come il resto della squadra.   CASOLI: 6 Non da buttare l’esordio per lui con la maglia azzurra. Ci mette molta volontà e abnegazione per incidere; sbaglia molto ma ha il merito di provarci in una fase della gara dove la squadra è un po’ sfilacciata e disordinata.     SAPONARA: 5.5 Penalizzato da un guaio alla schiena (è giusto chiarirlo subito) non offre una prestazione in linea con il suo potenziale. Inizia abbastanza bene anche se i difensori ospiti lo raddoppiano, ma tutto sommato fa buone cose. Nella ripresa si perde, facendo fatica a incidere nel confronto. Adesso non dobbiamo fare l’errore di tirare la croce addosso a chi ha fatto le nostre fortune, sicuramente la vita è cambiata per lui, come ha detto Sarri nel dopo partita, se consideriamo normale un suo calo gli facciamo bene e gli permettiamo di poter tornare sui suoi livelli al più presto.   TAVANO: 6 Buona la sua prestazione soprattutto in fase di rifinitura, da applauso almeno due assist che Maccarone non riesce a monetizzare, con moneta sonante. Poco incisivo e con le polveri bagnate negli ultimi sedici metri.   MACCARONE: 5.5 Non gli fa difetto come al solito la generosità, ma appare nell’uno contro uno meno esplosivo del solito: in più non riesce a concretizzare almeno due-tre palle gol chiare.   MISTER SARRI: 6 Il mister temeva molto questa ripresa, e purtroppo i fatti gli hanno dato ragione. E’ stata persa l’inerzia positiva dei risultati. In quanto ad entusiasmo, la squadra non ha mostrato quella brillantezza vista in altre partite. Anche se bisogna dire che gli episodi non hanno sorriso agli azzurri. La squadra è attesa da due partite da far tremare i polsi Sassuolo e Livorno nell’ordine; l’importante sarà ammortizzare al meglio questa sconfitta (peraltro contro una squadra dai valori importanti), e riprendere il filo del gioco parzialmente interrotto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy