Mercato Azzurro | Che estate potrebbe attenderci?

Mercato Azzurro | Che estate potrebbe attenderci?

Lo abbiamo detto più volte, la prossima estate sarà molto calda. Sperando che sia cosi anche da un punto di vista atmosferico, visto il brutto inverno che pian piano ci stiamo lasciando alle spalle, sicuramente lo sarà per quanto concerne il mercato azzurro, soprattutto alla voce uscite. Di cert

Commenta per primo!

Lo abbiamo detto più volte, la prossima estate sarà molto calda. Sperando che sia cosi anche da un punto di vista atmosferico, visto il brutto inverno che pian piano ci stiamo lasciando alle spalle, sicuramente lo sarà per quanto concerne il mercato azzurro, soprattutto alla voce uscite. Di certo, ad oggi, c’è soltanto che l’Empoli 2015-16 non avrà nella sua difesa il “Golden Boy”, Daniele Rugani, già bianconero e pronto per incantare lo Juventus Stadium. Per il resto voci, tante, confuse, ma per alcuni versi precise. Ovviamente con lui anche i prestiti son destinati a rientrare, ma non tutti.   carli accardi calistriProviamo ad anticipare di un po’ quello che è il nostro abituale borsino che, alla fine di ogni stagione, andiamo a redigere. Dicendo subito che la società dovrà lavorare bene, fin da subito, per il ruolo più estremo, quello del portiere. Li, in teoria, siamo scoperti. Sepe se ne andrà sicuramente, andando a vivere il suo sogno difendendo la porta del Napoli, ma anche il destino di Davide Bassi dovrebbe essere lontano da Empoli (condizionale d’obbligo perché con le giuste garanzie, se ci saranno, potrebbe anche restare) visto che non ha volutamente rinnovare il contratto in scadenza. Potrebbe rientrare Pelagotti, che a Pisa sta facendo benissimo, ma da quanto raccolto, non sembrerebbe pronto in caso di serie A. In difesa, oltre al già citato Rugani, ci sono poi il maggior numero di gioielli, diversi giocatori che in estate vivranno una vera e propria asta al rialzo. I due terzini titolai, Hysaj e Mario Rui, sono destinati a finire in grandi club, con Germani ed Inter sul primo e Milan (in rossonero sarebbe fortemente voluto) e Fiorentina sul secondo. Ma attenzione anche a Lorenzo Tonelli che pian piano, a suon di ottime prestazioni, ha iniziato a tirarsi addosso più che semplici simpatie. Tutti e tre potrebbero essere potenzialmente dei partenti, il che, tradotto, significherebbe andare a “rifare” completamente il reparto che in questi anni ha fatto cose straordinarie. Virgolette d’obbligo alla parola rifare, perché almeno tre giocatori, di qualità, l’Empoli li ha in casa con Laurini, Barba e Somma (per questi due c’è da accordarsi con la Roma).   A centrocampo è praticamente certo il rientro a Firenze di Vecino, giocatore che i cugini ritroveranno cresciuto moltissimo da questa stagione azzurra. La Fiorentina però, in teoria, ha già dato all’Empoli la soluzione per la prossima stagione con Brillante, giocare però, non ce ne voglia nessuno, tutto da verificare. Dopo sette, lunghi e meravigliosi anni, si interromperà il rapporto con Mirko Valdifiori che, a 29 anni, migrerà verso un grande club con un duello tra Napoli e Milan che sarà tutto da vivere. E questa, anche un bambino lo sa, sarà un’assenza pesante e difficile da colmare anche se tutti attendiamo il ritorno di Ronaldo. Attenzione però anche a Viviani (gioca a Latina ma è della Roma) che la società sta seguendo attentamente. Una situazione non scontata potrebbe essere anche quella di Signorelli che, se dovesse rivivere una stagione da rincalzo (magari anche senza il più suo grande sponsor) potrebbe valutare quello che poi non ha fatto a gennaio. Situazione intrigante sulla trrquarti. Saponara è in prestito ma se l’Empoli dovesse raggiungere la salvezza, con un investimento non indifferente, tornerà tutto azzurro e resterà per giocare. Verdi è in prestito, a metà tra Torino e Milan con quest’ultimi che dovrebbero riscattare per intero il cartellino e non è da escludere che il giocatore possa rientrare in una operazione a largo raggio tra rossoneri ed azzurri.   In attacco potrebbe non muoversi niente. Potrebbe. Sicuramente ripartiremo dai due monumenti viventi con un Puaccirelli più maturo di un anno. La situazione di Levan, al momento non particolarmente movimentata, potrebbe avere qualche situazione che potrebbe anche far valutare al georgiano (che vorrà diventare protagonista) anche eventuali nuovi orizzonti. Qui semmai, si lavorerà su eventuali ingressi per dare nuova linfa con alcuni nomi (quello di Galano già fatto) che già fanno fare valutazioni.   Poi la situazione di mister Sarri…già….   Alessio Cocchi  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy