Mister Sarri, ultima settimana ?

Mister Sarri, ultima settimana ?

Mister Sarri prende tempo, e fa bene. C’è da preparare ancora una partita e, conoscendolo, oltre che per per le sue ultime dichiarazioni, non vuol lasciare niente al caso, andando a San Siro per fare l’ennesima bella prestazione e magari, perché no, provare a strappare un successo che in quell

Commenta per primo!

sarri intMister Sarri prende tempo, e fa bene. C’è da preparare ancora una partita e, conoscendolo, oltre che per per le sue ultime dichiarazioni, non vuol lasciare niente al caso, andando a San Siro per fare l’ennesima bella prestazione e magari, perché no, provare a strappare un successo che in quello stadio ha sempre un sapore di storico. E poi, si, lo aveva detto, fino alla fine del campionato non parlerà con nessuno e non farà valutazioni sul suo futuro. Infatti ieri, nel post gara, ha saputo dribblare molto bene ad una domanda specifica che chiedeva se ieri aveva detto arrivederci o addio alla sua panchina.   O meglio, non ha dato la secca risposta specifica, che avrebbe preso lo spazio di un secondo, ma ha fatto un discorso su ampio, parlando di ciclo tutt’altro che finito ha parlato persino in prima persona parlando dell’Empoli di domani ma ha parlato anche di società e di alcuni beni, alcuni valori che devono essere anteposti ai singoli. Insomma, il dubbio resta. Al di la delle voci di mercato, che lo vedrebbero accostato ad alcune panchine, ci sono ovviamente degli equilibri, delle situazioni che andranno anche al di la di Sarri e che potrebbero far propendere per una scelta piuttosto che per un’altra.   Sarri ed Empoli però hanno un rapporto speciale, costruito nel tempo e solidificato dalla grande cavalcata di questo triennio, culminata con la vittoria (quasi un suffragio universale) del Leone d’Argento. Sarri ed Empoli sono sempre stati sinceri, si sono amati follemente e si sono rispettati, sempre e comunque. E crediamo che questo rispetto non debba venir meno adesso. Empoli è pronta, Empoli sa che potrebbe perdere questo mister, questo uomo che di gran lunga ha superato tutti i suoi predecessori dentro ai  cuori azzurri. Ed Empoli tiferà sempre per questo uomo che con la sua grande semplicità, la sua grande schiettezza, il suo darci del tu dal primo istante ci ha rapito.  Ci dispiacerebbe, certo, inutile fare gli ipocriti, ma capiremmo e con grande rispetto, quello di cui parlavamo prima, con un grande abbraccio ti lasceremo andare.   Ma anche Maurizio Sarri che ha dato ma anche preso molto da Empoli deve questo ultimo gesto di rispetto. A bocce ferme, a campionato terminato e con nessuna altra partita da terminare, perché la cosa che Empoli non si meriterebbe sarebbe una “telenovela”. Non dirci mister se te ne andrai o no, perché come detto lo sappiamo che ci sono cose che vanno al di la, ma dicci cosa vuoi fare, con la tua solita ironia, ma in modo diretto. Dicci se vuoi provarci, se vuoi andare o dicci se vuoi restare, al di la di tutto e di tutti, per continuare questa favola che ci hai fatto vivere e per la quale ti diremo sempre grazie.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy