Punti di Svista | Obbiettivo 25

Punti di Svista | Obbiettivo 25

Il 2011 è finito e l’Empoli gira l’anno solare a 22 punti. Non è però finito ancora il girone di andata che  dovrà vedere ancora una gara (in programma il giorno dell’Epifania) che gli azzurri dovranno giocare al “Tombolato” di Cittadella, stadio nel quale lo scorso anno ci imponemmo

Commenta per primo!

Il 2011 è finito e l’Empoli gira l’anno solare a 22 punti. Non è però finito ancora il girone di andata che  dovrà vedere ancora una gara (in programma il giorno dell’Epifania) che gli azzurri dovranno giocare al “Tombolato” di Cittadella, stadio nel quale lo scorso anno ci imponemmo per 3-2.   Dicevamo 22 punti, e guardando alla classifica, nel giochino del “se finisse oggi” l’Empoli sarebbe salvo evitando anche la spiacevole appendice del playout. Un’ultima gara che però, sempre per il suddetto giochino, potrebbe cambiare le carte in tavola, visti i soli due punti di vantaggio sulle quint’ultime (Livorno e Modena) che oggi sarebbe a spareggiare. Ecco perché sarebbe importante portare a casa l’ultima gara del girone di andata, collocandoci cosi a 25 punti che sarebbero la metà esatta di quei 50 che statisticamente ci vogliono per essere sicuri si mantenere la categoria. Poche volte la storia ha detto il contrario.   Da quando infatti si gioca il campionato di B a 22 squadre, stagione 2004-05, con la regola delle tre retrocessioni ed il playout fra quart’ultima e quint’ultima, ha fatto eccezione il solo campionato 2009-10, dove non sono bastati 51 punti a Triestina e Padova per evitare uno spareggio, reso poi inutile dal fallimento dall’Ancona che si era salvato sul campo con 52 punti.   Volendo giocare un po’ con i numeri e facendo la media del punteggio (ovviamente per quello che è stato il risultato sportivo) ottenuto dalla sest’ultima nei sette tornei svoltisi a 22 squadre, vediamo che il risultato è di 49.28, tornano quindi i 50 punti a dimostrazione che i numeri, che piaccia o meno, spesso sbagliano. Tra l’altro in questo computo c’è una stagione che ha abbassato notevolmente la media, ovvero la 2007/08, dove il campionato fu spaccato in due con addirittura tre squadre sopra gli 80 punti. In quella stagione la prima formazioni a salvarsi evitando il playout fu il Vicenza a cui bastarono 45 punti per essere sicuro di non fare lo spareggio. Spareggio che non si giocò nemmeno in virtù del fatto che l’Avellino al termine del campionato aveva un distacco di 9 punti dal Treviso e visto che il regolamento voleva che se ci fossero più di 5 punti tra quart’ultima e quint’ultima il playout non si sarebbe giocato. Poi alla fine si salvò anche l’Avellino complice il fallimento del Messina.   Gli azzurri si giocano forse per la prima volta la salvezza nel campionato di B, parlando sempre della recente storia a 22 squadre. Un campionato che vede gli azzurri impegni per la quinta volta. Il campionato inaugurale, come felicemente tutti ricordiamo fu addirittura vinto dagli azzurri che collezionarono ben 74 punti, ripartiti in 36 nel girone di andata e 38 in quello di ritorno.   Dopo tre stagioni nella massima serie l’Empoli si è ritrovato a giocare ancora in serie B dove, nelle tre passate edizioni (questa ovviamente è in corso) gli azzurri hanno riportato a fine stagione da prima 67 punti, valsi un posto nei playoff e poi nell’ordine 56 e 57 punti, stando sempre abbondantemente lontani dalle zone calde della classifica. Escludendo la stagione 2008-09, quella appunto dei 67 punti, giocata con una squadra di assoluto valore e partiti per ricercare da subito la serie A, vediamo come nelle ultime due stagioni, ci sia stata una forte discrepanza tra i due gironi. Con Campilongo in panchina gli azzurri girarono la boa addirittura a 32 punti ma ne fecero soltanto 24 nel ritorno, mentre con Aglietti di 26 il punteggio della prima parte per poi fare 31 punti nella seconda.   Fatti un po’ di numeri, per tornare sulla retta via, sarà comunque importante che l’Empoli nel giorno di ritorno faccia meglio rispetto di quello di andata ma girare a 25 sarebbe davvero importante.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy