Stasera si gioca, ma non si capisce perchè…

Stasera si gioca, ma non si capisce perchè…

Ma era davvero necessario inserire un turno infrasettimanale alla fine di agosto? Di tutte le decisioni che vengono prese, francamente, questa appare incomprensibile e per certi versi scellerata. Anzichè cercare di migliorare il sistema, a volte si ha la sensazione che si faccia di tutto per peggio

Commenta per primo!

Ma era davvero necessario inserire un turno infrasettimanale alla fine di agosto? Di tutte le decisioni che vengono prese, francamente, questa appare incomprensibile e per certi versi scellerata. Anzichè cercare di migliorare il sistema, a volte si ha la sensazione che si faccia di tutto per peggiorarlo… Con le squadre che hanno lavorato intensamente nel periodo di preparazione, non ha molto senso far partire il campionato con un autentico tour de force. E questo è il primo motivo.


Altro motivo da tenere in forte considerazione è che oggi siamo alla vigilia della chiusura del calciomercato; preparare una gara di campionato in questo contesto non è certo semplice: dirigenti che setacciano le proprie agende alla ricerca dell’idea giusta, allenatori costretti a fare i salti mortali per capire su chi può puntare e giocatori distratti dal tourbillon di voci che, specialmente negli ultimi giorni, impazzano ovunque. Scendere in campo passa quasi in secondo piano.


Un capitolo a parte merita il discorso dei nazionali. Pescara-Empoli, per esempio, vedrà l’assenza di ben sette calciatori: Dumitru, Signorelli, Mchedlidze, Shekiladze nell’Empoli e Verratti, Insigne e Konè nel Pescara. Ed è andata bene perchè Ciro Ferrara, C.T. dell’Under 21 italiana, ha fatto slittare il raduno alle 12.30 di domani, altrimenti per questa sfida sarebbero stati assenti anche Saponara (Empoli), Pinsoglio e Capuano (Pescara). La Lega di Serie B farebbe bene a rendersi conto che ormai il campionato cadetto è serbatoio anche delle varie Nazionali, specialmente le giovanili italiane, visto che la Serie A i giovani non li fa giocare e costringono il C.T. ad attingere alle categorie inferiori, perfino in Lega Pro.


Non si può invitare le società a puntare sui giovani, come spesso viene dichiarato dai dirigenti della Lega, se poi le stesse vengono penalizzate per la razzia a cui sono sottoposte da parte delle Nazionali. Il campionato viene falsato in questo modo. E’ un controsenso. Sarebbe opportuno porre rimedio a questa stortura.


Quando la Juventus, zeppa di nazionali, fu spedita in Serie B, nell’ambito dell’inchiesta su Calciopoli, fu introdotta la regola che, nel caso vi fossero almeno due giocatori convocati in Nazionale, permetteva alle società di chiedere il rinvio della gara. Regola che è rimasta per altri due anni e poi è stata tolta (e non se ne capisce il motivo).


Sarebbe bastato un minimo di buonsenso per non prendere in esame questa novità che non piace a nessuno.


Alessandro Marinai

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy