TV | L’incontro tra Empoli FC e tifosi azzurri

TV | L’incontro tra Empoli FC e tifosi azzurri

Vitale: “dobbiamo dire grazie ai tifosi, perchè con spettacoli come quelli offerti la loro reazione poteva essere ben più peggiore” Corsi: “Pillon non era l’allenatore giusto per uscire dal tunnel nel quale siamo finiti. Ai tifosi promettiamo di impegnarci per fare qualcosa sul discorso della Tes

Vitale: “dobbiamo dire grazie ai tifosi, perchè con spettacoli come quelli offerti la loro reazione poteva essere ben più peggiore”

Corsi: “Pillon non era l’allenatore giusto per uscire dal tunnel nel quale siamo finiti. Ai tifosi promettiamo di impegnarci per fare qualcosa sul discorso della Tessera del Tifoso, proveremo a coinvolgere altri club per esporre i problemi nelle sedi opportune. Li rivorremmo con noi anche in trasferta, e più numerosi nelle gare casalinghe…”

 

Ieri, mercoledi 23 novembre alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro la Fiorentina, presso la sede del Centro di Coordinamento Empoli Clubs è andato in scena l’incontro tra i tifosi azzurri e l’Empoli FC. Per l’Empoli hanno partecipato il Presidente Fabrizio Corsi, il Direttore Generale Pino Vitale e l’Addetto Stampa Gianni Assirelli. Moltissimi i tifosi azzurri che hanno preso parte alla serata-dibattito, praticamente presenti tutti i rappresentanti del tifo azzurro, dai club ai semplici azzurri, per finire con i gruppi ultras.

 

Il dibattito, dal titolo “Quale futuro per il calcio, quale futuro per l’Empoli Calcio”, è stato aperto dal Presidente del Centro di Coordinamento Athos Bagnoli e dal giornalista di PianetaEmpoli Fabrizio Fioravanti intorno alle 21.15 e si è concluso pochi minuti prima delle mezzanotte. Quasi tre ore di riunione-fiume dove sono stati toccati innumerevoli punti: dal problema che sta attraversando la squadra azzurra sotto il profilo dei risultati e del rendimento, ai problemi di tipo atletico, quelli del mercato azzurro della scorsa estate; l’esonero di Aglietti prima e Pillon poi; la “non” esplosione di alcuni giovani e i problemi che stanno accusando alcuni di essi. Poi la tematica si è spostata sulle motivazioni che hanno spinto la società azzurra ad ingaggiare Guido Carboni: “viene da un periodo difficilissimo e ha grande voglia di riscatto – ha dichiarato il presidente – siamo pertanto convinti che possa darci quello che gli altri non ci hanno saputo dare”; “nel calcio contano le motivazioni, – ha aggiunto Pino Vitale – il nostro nuovo tecnico ne ha da vendere, il Pillon visto ad Empoli, forse, non era quello di una decina di anni fa – ha proseguito il DG”.

 

Ad un certo punto della serata Pino Vitale ha ammesso: “la colpa è solo di noi dirigenti, e mia in particolare. Abbiamo commesso degli errori che adesso stiamo pagando a caro prezzo. Dobbiamo inoltre dire grazie alla tifoseria azzurra perchè con gli spettacoli indecorosi offerti in campo potevano essere anche più cattivi con noi. Ora tocca a noi invertire la marcia e tornare sui nostri livelli”.

 

Il dibattito si è poi spostato sul problema legato ai tifosi e alla Tessera del Tifoso. “Vorremmo riavere gli ultras e i tifosi azzurri al nostro fianco anche nelle trasferte, – ha dichiarato Pino Vitale – perchè per noi sono importanti…”. Poi un rappresentante ultras ha dichiarato… “sarà dura che ci rivediate in trasferta fino a che ci sarà la Tessera del Tifoso così come è impostata adesso, alcuni principi della tessera – ha proseguito il tifoso azzurro – sono anticostituzionali e vanno contro le regole di un libero cittadino”. A questa fase del dibattito ha preso parte attivamente anche l’Avvocato Gianni Assirelli, Addetto Stampa azzurro e profondo conoscinore della tessera del tifoso, quella che ad Empoli viene chiamata “EmpoLife”. Quindi dopo almeno una quarantina di minuti di confronto su questa tematica Vitale e Corsi hanno promesso ai tifosi “ci daremo da fare per capire cosa possiamo fare con la Lega e le istituzioni per cercare di riportare i tifosi azzurri al nostro seguito. Questa promessa non vuol dire che riusciremo a farcela, perchè purtroppo non dipende da noi, ma di sicuro solleveremo, cercando di coinvolgere altre società, questo problema”.

 

Poi i due massimi esponenti azzurri si sono congedati promettendo alla tifoseria sempre massimo impegno, ribadendo il concetto che se l’ambiente resta compatto sicuramente l’Empoli uscirà da questa difficile quanto complicata situazione.

 

PianetaEmpoli-Tv, presente alla serata, ha preparato un servizio di una quarantina di minuti con alcuni passaggi del dibattito.

Montaggio-servizio a cura di Gabriele Guastella, riprese di Tommaso Chelli.

Buona visione.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy