Valentina Ballarini: “Per il playout dico Empoli”

Valentina Ballarini: “Per il playout dico Empoli”

Valentina Ballarini, volto noto di “SportiItalia” ma soprattutto grande conoscitrice del campionato cadetto (è la presentatrice dello speciale serie B dell’emittente all sport) si è espressa ai microfoni di TuttoB parlando di playoff e playout. Per quest’ultimi, dove è invischiato l’Empoli, la co

Commenta per primo!

Valentina Ballarini, volto noto di “SportiItalia” ma soprattutto grande conoscitrice del campionato cadetto (è la presentatrice dello speciale serie B dell’emittente all sport) si è espressa ai microfoni di TuttoB parlando di playoff e playout. Per quest’ultimi, dove è invischiato l’Empoli, la conduttrice da ampie garanzie di successo proprio per i nostri colori.   Sfida promozione a 4, non diamo il solito 25% tra tutte: chi vedi favorita? “Mai come quest’anno i play-off sono assolutamente equilibrati, il più stabile che ricordo negli ultimi 5-6 anni. Molto difficile fare percentuali o comunque dire qual è la squadra favorita per la Serie A dopo Pescara e Torino. Mi sbilancio e dico Sampdoria, nonostante il sesto posto anche grazie al fattore campo. Ha fatto una stagione di rincorsa. Era partita con tanti obiettivi perché mirava, come Torino e Padova, alla Serie A diretta. Non solo per il mercato, ma anche perché alcuni giocatori di categoria superiori sono rimasti in B. Le cose sono andate male sin da subito, non riusciva a vincere al Ferraris, i tifosi hanno iniziato a contestare, ha pagato per tutti Gianluca Atzori. C’è stata una rivoluzione durante il mercato di gennaio, una bandiera come Palombo se ne è andata e sono stati fatti nuovi innesti come Eder che si è sbloccato, nonostante qualche problemino fisico.Per la A vedo nettamente favoriti i blucerchiati e non c’è da aver paura per le due sconfitte: secondo me i ragazzi di Iachini si sono riposati”.   Chi la spunterà invece ai play-out tra Empoli e Vicenza? “Anche qui è molto difficile pronosticare. Nessuno all’inizio si sarebbe aspettato che fossero toscani e veneti a giocarsi l’ultimo posto utile per sopravvivere. Per il trend direi Empoli, anche se entrambi hanno avuto un percorso simile, con tanti cambi in panchina. E poi anche per la rosa perché Maccarone e Tavano là davanti sono una garanzia, c’è l’esperienza di Buscè e un centrocampo molto più preparato rispetto a quello del Vicenza. dall’altra parte è tornato Cagni e ha riportato a galla la squadra, si è sbloccato un attaccante come Paolucci che, di fatto, è il sostituto di Abbruscato, visto che quest’ultimo dopo un grande avvio è finito in panca eppure, come detto, direi che la favorita è l’Empoli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy