Un Varese colpito duro dal giudice sportivo

Un Varese colpito duro dal giudice sportivo

Colpo durissimo inferto dal giudice sportivo di Serie B al Varese e in particolare ad Angelo Rea, espulso per un pestone a gioco fermo ai danni del cesenate Comotto. Il difensore centrale biancorosso dovrà infatti scontare ben tre giornate di squalifica cui è stata aggiunta la diffida, quest’ultim

Commenta per primo!

Colpo durissimo inferto dal giudice sportivo di Serie B al Varese e in particolare ad Angelo Rea, espulso per un pestone a gioco fermo ai danni del cesenate Comotto. Il difensore centrale biancorosso dovrà infatti scontare ben tre giornate di squalifica cui è stata aggiunta la diffida, quest’ultima legata all’ammonizione presa in precedenza. Rea salterà quindi le partite con Empoli, Sassuolo e Spezia mettendo in difficoltà mister Castori: contro i toscani mancherà infatti anche Moris Carrozzieri cui l’arbitro Di Bello ha sventolato il quarto cartellino giallo in cinque presenze. Già diffidato, l’ex difensore del Lecce dovrà quindi restare fermo un giro; l’unico centrale di ruolo dunque rimane il danese Troest che fino a ora non ha ripetuto le ottime prove dello scorso campionato. Accanto a lui Castori dovrà piazzare un giocatore “adattato” a quella posizione: potrebbe trattarsi di Pucino, con il giovane Fiamozzi rimesso nel ruolo di terzino destro.

Il giudice sportivo ha inoltre fermato per una giornata l’altro varesino espulso durante la partita con il Cesena, ovvero Daniele Martinetti. Il centravanti è stato severamente punito per un fallo a centrocampo su Djokovic, nato però da una scivolata fortuita al momento dell’intervento; ovviamente però la circostanza non è servita a evitargli la squalifica.

.

fonte:varesenews.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy