Vergogna a Pisa: lasciati fuori i tifosi azzurri !

Vergogna a Pisa: lasciati fuori i tifosi azzurri !

Una delle cose che più ci ha colpito nell’afosa serata di Pisa, ieri sera, è stata l’assenza dei tifosi azzurri nel settore a loro dedicato. Abbiamo contato poco più di 25 persone e soltanto un gruppo presente con “pezze” appese alla balaustra. Il perchè ci è stato chiaro nella notte ed oggi ab

Commenta per primo!

imageUna delle cose che più ci ha colpito nell’afosa serata di Pisa, ieri sera, è stata l’assenza dei tifosi azzurri nel settore a loro dedicato. Abbiamo contato poco più di 25 persone e soltanto un gruppo presente con “pezze” appese alla balaustra. Il perchè ci è stato chiaro nella notte ed oggi abbiamo avuto modo di avere alcune testimonianze che ci possono far gridare alla vergogna, soprattutto perchè sempre calcio d’estate era.   In poche parole potremmo esaurire il tutto dicendo che sono potuti entrare soltanto coloro che avevano acquistato il biglietto in prevendita. Infatti a tutti coloro che si sono recati allo stadio, pensando di poter acquistare il biglietto in loco (come sempre accade in questo tipo di partite) è stato risposto che la vendita per i tagliandi del settore ospiti era abilitata soltanto nel punto vendita di Empoli che era il Centro di Coordinamento. Informazione che non è stata assolutamente diramata dalla società AC Pisa nel comunicato stampa pubblicato sul proprio sito ufficiale al quale hanno rimandato anche noi che avevamo telefonato per avere delle precise info. Stando a queste sembrava che si potesse acquistare anche per la curva Sud Ospiti, nel giorno della partita che invece è stata gestita come fossimo in campionato. Ovviamente, questo lo diciamo solo per trasparenza, noi non potevamo certo scrivere un qualcosa di cui non eravamo a conoscenza.   Arrivati a Pisa le biglietterie dedicate erano chiuse con soltanto il Pisa Point a far biglietti per i settori nerazzurri. Al di la di questo resta il fatto che oltre sessanta persone, soldi e tessera del tifoso alla mano, non è stata “accettata” dentro lo stadio di Pisa dove si consumava però una feroce contestazione verso l’attuale Presidente, tanto da dover mobilitare le forze dell’ordine in assetto anti sommossa al termine del match.   Ultras e famiglie, che dopo averci provato in modo bonario e pacifico hanno ricevuto secchi no con atteggiamenti anche poco simpatici da parte della polizia, hanno deciso di rinunciare andando in giro per la città di Pisa.   Redazione PE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy