ZOOM | Caro Signor Mariani non ci siamo… ecco perchè era valido il gol di Tavano!

ZOOM | Caro Signor Mariani non ci siamo… ecco perchè era valido il gol di Tavano!

Allora diciamolo subito, senza fraintendimenti ed in maniera sincera e netta: l’Empoli pareggia 1-1 contro la capolista Sassuolo sul campo nemico, ma la causa principale della non vittoria è certamente il direttore di gara. Sì, perchè Mariani di Aprilia (ed è già la seconda volta in due mesi

Allora diciamolo subito, senza fraintendimenti ed in maniera sincera e netta: l’Empoli pareggia 1-1 contro la capolista Sassuolo sul campo nemico, ma la causa principale della non vittoria è certamente il direttore di gara. Sì, perchè Mariani di Aprilia (ed è già la seconda volta in due mesi che è autore di una prestazione sfortunata con gli azzurri, ndr) è il vero mattatore della serata e si divide la posta con il meteo che impazza su Modena ed in mezza Italia. Mariani, evidentemente, vuole essere l’attore principale e, vistosi soffiare la palma del sabato dalla pioggia battente e dal campo zuppo come non mai, decide nel corso del primo tempo di sfoggiare le migliori perle. Così sventola il giallo a Moro che sdraia un avversario planando in una risaia (come se la colpa di Moro fosse la mancata dotazione di un’ancora che potesse frenarlo nel tackle), poi Laurinì che viene costretto a calciare la punizione con la sfera che galleggia proprio sulla stessa pozza di cui sopra, quindi il clamoroso gol annullato a Tavano per assurdo offside con Missiroli che invece lo tiene in gioco di un metro.

Per fugare ogni dubbio in merito a questo episodio è sufficiente il fotogramma estratto dalla sintesi ed elaborato dal nostro tecnico video Marianna di Lallo che mostra chiaramente come sia Tavano che, addirittura, Maccarone siano tenuti in gioco da Missiroli largo a destra. Ma in questo caso gravi responsabilità le ha anche l’assistente di linea… il signor Ranghetti di Livorno.

Poi si ricorda di aver già espulso Sarri contro lo Spezia e cerca il modo di bissare l’evento. Infatti accade che Sarri si arrabbia con Pratali e lui finge di aver udito il suo nome (Mariani-Pratali, dai ci siamo quasi…) e così lo manda anzitempo negli spogliatoi, tra il bordocampista di Sky che teme di non aver sentito niente per perdita improvvisa di udito, e il quarto uomo che, per paura di non essere all’altezza, lascia decidere al direttore di gara. Nel secondo tempo estrae un giallo per trattenuta a Saponara (era diffidato e salterà Livorno!) quando il metro di giudizio adottato in precedenza era tutt’altra cosa, infine, la perla delle perle. Al 21′ della ripresa decide che ci vuole un rigore per conquistare definitivamente la platea di casa. Così Laurinì, secondo la sua teoria, compie un fallo da rigore e Terranova dal dischetto supera Bassi e porta in vantaggio i neroverdi.

La fortuna di Mariani, non quella dell’Empoli sia chiaro, è che Regini e Signorelli decidono di mettere in atto uno degli schemi di Sarri e dalla bandierina Signorelli pennella il cross giusto per Vasco che spinge la palla in rete proprio sotto la curva azzurra. La fortuna di Mariani sì, perchè di fortuna per l’Empoli è bene non parlarne; scusate di quale fortuna dovremmo parlare?

Gabriele Guastella

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy