Il Presidente Azzurro, Fabrizio Corsi, è intervenuto questo pomeriggio a “Radio Sportiva”, contattato per commentare il momento che sta vivendo il calcio italiano all’indomani del disastro della nazionale italiana:

Credo sia arrivato il momento di una un cambio radicale, di una sorta di rivoluzione, ripartendo da gente che abbia solide competenze ma che sia giovane e quindi una visuale ed una prospettiva diversa. La mancata partecipazione della nazionale al Mondiale è da considerare un dramma sportivo, ma puo’ essere appunto questo il momento per fare serie riflessioni e poter ripartire al meglio. Non sta a me dire quali possano essere le persone giuste ma serve gente preparata che non abbiano più di 45 anni. Bisogna ripartire anche dai settori giovani, non voglio fare nomi ma le principali squadre Primavera italiane hanno oltre la metà dei giocatori in rosa stranieri, serve il traduttore ormai. In Italia non riusciamo a darci regole, altro aspetto importante.

 

31 Commenti

    • Mi sento di dire che in 25 anni di presidenza a Empoli s’e’ goduto parecchio, in serie C B e A…Empoli è una piccola grande eccellenza nel calcio italiano non certo per merito tuo o di chi fa discorsi come i tuoi…poi ci sta anche di sbagliare annate, scelte, quello che tu vuoi ma sentir parlare con tutti questi preconcetti mi sembra un predicar inutile e senza senso…chi parla come te si meriterebbe Mezzaroma presidente….

      • …sono assolutamente d accordo ….il bilancio è assolutamente positivo anche se non è il massimo della simpatia. Ma è innegabile che ci sappia fare

        • Il bilancio tra trionfi e nefandezze al massimo è in parità…ma le seconde sono state decisamente più incredibili e dei successi.

          • Da quando è presidente abbiamo fatto dieci anni di serie A e molti di serie B. Non era mai successo nella storia dell’Empoli, quindi credo che sia giusto dare il giusto peso alle cose. L’Empoli, fino alla sua presidenza, era considerato un intruso in serie A e anche in serie B. Oggi è, al netto degli errori comunque fatti, è considerata una società dove si fa calcio di alto livello con tanta competenza e pochi soldi : Corsi avrà dei meriti oppure pensi che sia stato tutto casuale ?
            Piuttosto, quello che davvero mi preoccupa è il netto calo del livello delle squadre giovanili, dalla Primavera agli under 15, che quest’anno vanno tutte abbastanza male. Spero proprio che non si tratti di un inizio di disimpegno da parte della società, perchè altrimenti presto l’Empoli potrebbe tornare dove Corsi l’ha trovato e dove era quasi sempre stato, in Lega Pro.
            Ho l’impressione, invece, che a te questo interessi poco, perchè tifi per qualche altra squadra : un tifoso non parla male della propria squadra sempre e comunque, a prescindere dai risultati, dalla classifica, da tutto……

    • Se non ti soddisfa ci sono tante altre squadre puoi tranquillamente cambiare credo che a Empoli nessuno si strappera i capelli x la perdita

      • Solita risposta da pecora…tipo quelli che votavano Berluska perchè avevano paura gli levasse i reality..le veline…ecc. con tifosi così il Corsi può dormire tra due cuscini e fare quello che gli pare della squadra…tanto anche se va in Lega Pro basta la favoletta della dimensione…del nuovo stadio…di un nuovo progettone…per far assopire ogni critica o contestazione.

    • come ci ha ridotto ??? parli a vanvera sempre , un paesone di provincia con meno di 50.000 abitanti nel calcio che conta da 20 anni serie A e B , MA CHE CAPISCI

  1. FABRIZINO
    STAI BONO CON LE INTERVISTE CHE ULTIMAMENTE UN PORTAN TANTO BENE

    IL MODELLO SI POTEVA ESSER NOI QUANDO UN TEMPO “”TU ERI IL VERO FABRIZIO””
    E L’EMPOLI ERA UN MIX TRA GIOVANI FENOMENI E VECCHIE GLORIE E MEZZE SCOMMESSE

    CHE TE LI RICORDI “GORI CARLI SPALLETTI E MONTELLA”

    L’ULTIMO MONDIALE VINTO C’ERANO GATTUSO ALLA FRUTTA INSIEME A TOTTI E INZAGHI
    MA LA CLASSE NON E’ ACQUA…O MI SBAGLIO?

  2. S’Ostina, spesso sono d’accordo con te, ma non puoi sostenere che il Corsi non abbia fatto la grande storia dell’Empoli. I risultati parlano per lui. Semmai, posso essere d’accordo con te sul fatto che quelle poche volte che le cose sono andate male sono state non delle sconfitte, ma delle e vere e proprie disfatte incredibili, vedi lo scorso anno o la partita di Ancona… E’ uomo da estremi, o stravince o straperde, non ha vie di mezzo…

  3. Questo è vero. Quel che mi sdubbia di lui è che considera l’Empoli cosa sua. Mentre invece è di tutti.
    Che può fare e disfare a suo piacimento. Senza rendere conto a nessuno.

  4. Bravo Fabrizio.
    Scommetto che c’hai pure fatto un pensierino, a candidarti per il dopo-Tavecchio.
    Poi qualcuno ti avrà detto che per le mancate qualificazioni con l’Italia non c’era il “paracadute” ed allora hai lasciato perdere…

  5. Prima di ragionare sarebbe bene guardassi in casa tua, che a monteboro non mancano nè gli stranieri nè i risutati negativi. Come sempre, un’occasione persa per tacere.

  6. La nefandezza dello scorso anno, ha cancellato vent’anni di di buon governo. Fatto salvo che di calcio ne capisce, fà schifo la sua strafottenza legata ad una avidità vergognosa. Per me, ha perso tutta la riconoscenza che avevo in lui, per tutti gli anni di buon calcio che ci ha fatto vedere.

  7. A me da una parte mi fate ridere e parecchio e da un’altra piangere. Con tutti i suoi difetti, il Corsi ha scritto e sta scrivendo una lunghissima pagina ininterrotta con molti anni di A e di B.Dopo la retrocessione a Cesena abbiamo patito lunghi anni di C e considerai un miracolo sportivo essere tornati in B;figuriamoci in A e così tante volte.Ma quando mai,nella storia,allenatori partiti in un modo o nell’altro da qui,allenano tra le più grandi squadre italiane? Nel nostro piccolo siamo diventati un piccolo brand,un club di provincia che sforna talenti sia giocatori che tecnici.L’ultima annata orribile non può cancellare venti e passa annate.Nella vita ci sta di sbagliare.

    • Sbagliare si!!! Nessuno avrebbe detto niente se avesse solo sbagliato. La retrocessione sia dalla A, ma anche dalla B, è nelle corde dell’Empoli. Tutti lo sappiamo che, non sono della nostra dimensione.
      Una normale retrocessione sarebbe stata tranquillamente digerita, con dolore, ma senza alcuna polemica.
      Come invece ha fatto lui, NO, NO, NO, NO, NO, per puro interesse personale NO,NO,NO,NO,NO.
      Si è giocato la mia stima.

  8. Grande Presidente…un anno di m…a contro 19 fatti bene. QUINDI OK.
    Sfido chiunque di quelli che scrivono su questo sito a non aver mai cannato nel proprio lavoro…chi e’ senza peccato scagli la prima pietra.
    SIAMO E TORNEREMO GRANDI..SICURAMENTE…E’ CHIARO CHE UNA RICOSTRUZIONE VUOLE SEMPRE DEL TEMPO. CHI NON HA LA PAZIENZA DI ASPETTARE CAMBI SQUADRA (ANCHE SE E’ GIA TIFOSO DI ALTRE SQUADRE…GIA SAPPIAMO)

    • Caro amoempoli, sai cosa dicevano i nostri vecchi quando si trovavano di fronte ad esternazioni come la tua?
      “QUANDO I BUOI NON VOGLIONO BERE, E’ INUTILE FISCHIARE”
      se non la capisci fattela spiegare da tuo nonno se ce l’hai ancora, o da qualche persona anziana.

  9. Il l Presidente in questi anni ha fatto cose concrete e rilevanti. Formulare critiche equivale ad avere una visione distorta della realtà.

  10. Pensa alle tue di esternazioni anonimo…se cosi possiamo chiamarle…e soprattutto pensa alla tua di squadra…che sicuramente non e’ L’Empoli.
    A VOLTE E’MEGLIO STAR ZITTI E PASSA’ DA BISCHERI…CHE APRIRE LA BOCCA E SCIOGLIERE OGNI DUBBIO.
    se non la capisci fattela spiegare da tuo nonno se ce l’hai ancora, o da qualche persona anziana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here