Nemmeno il tempo di metabolizzare la sconfitta rimediata a Padova ieri sera che gli azzurri sono tornati in campo quest’oggi per iniziare a preparare il match di sabato prossimo, in casa contro il Brescia.

 

Un allenamento che ha visto, come sempre accade quando si torna in campo all’indomani della partita ufficiale, coloro che hanno giocato la partita fare una seduta soft, di defaticamento.

Il resto del gruppo invece è stato messo maggiormente sotto torchio ed ha effettuato un allenamento atletico e tattico già da metà settimana, anche perchè, lo ricordiamo, adeso Sarri ed il suo staff hanno soltanto altre due sedute a disposizione per cercare di preparare al meglio la squadra in una partita che sarà veramente un crocevia, volenti o nolenti.

Ovviamente, anche per il fatto che non tutti hanno svolto lo stesso tipo di seduta, non sono state date indicazioni di nessun genere, soprattutto (quella che adesso incuriosisce di più) quella legata al modulo che Sarri vorrà mandare in campo, visto che, nonostante il suo credo sia quello che ha mostrato fin d’ora, da più campane stanno arrviando consigli (giusto che il mister però faccia di suo) su una possibile variazione tattica.

 

La seduta di oggi era attesa da molti perchè questo doveva essere il giorno del rientro in gruppo di Ciccio Tavano, e cosi è stato. Tavano si è unito da subito ai compagni, quelli ovviamente che non hanno giocato ieri, ed ha preso parte a tutta la seduta. Le impressioni sono buone anche se è visibile il fatto che la condizione sia di uno che ha pochi allenamenti alle spalle, ma con il Brescia, salvo sorprese negative, sarà tra i convocati per un posto in panchina.

Si è rivisto anche Levan, un Levan che in questi giorni ha perso un po’ di tono ed un po’ di peso. Il georgiano, cosi come Tavano ha fatto vedere di essere già li con la testa e con la voglia, ma non sembra in condizione per poter essere degli undici, vedremo nelle prossime giornate come il mister lo impiegherà e se potrà almeno essere tra i convocati per il ritiro pregara.

Ai soliti lungo degenti oggi si è unito nell’infermeria azzurra il difensore Laurini, uscito malconcio ieri dall’Euganeo. E’ presto per capire l’entità del danno ma difficilmente sarà recuperabile per sabato.

 

Domani squadra in campo nel pomeriggio.

 

Ni. Raf.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews da Brescia…
Articolo successivoBuon compleanno PianetaEmpoli!
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

9 Commenti

  1. stessa formazione di venerdi e martedi cn ciccio al posto di pucciarelli.confermiamo la difesa cn tonelli a terzino. a scusate cosi ne prendiamo altri 5..cosi finisce questa grande delusione.

  2. M sembra impossibile che Sarri trovi un modulo nuovo in due giorni.
    Soprattuto poi se si allenano per 1 ora e 30 minuti al giorno.
    Non lo sò. Se voleva cambiare Sarri avrebbe dovuto impostare doppi allenamenti.
    Scatti nel Breve e nel Lungo. Più Tattica con un impostazione nuova del modulo.
    Se non ha fatto niente. Dubito che cambi qualcosa.
    Sono veramente tante le cose che mi lasciano perplesso
    Comunque inbocca al lupo Mister.

    • mah…con tanti giocatri di esterni non credo che si torni al 4-3-1-2 (la mediana ci sarebbe comunque).
      Però a questo punto la paura fa 90 e potrebbe anche accadere…

          • Dunque i veri esterni sono:
            Pucciarelli dx.
            Spinazzola dx.
            Boniperti dx. infort.
            Cristiano sx.
            Croce sx. infort.
            Saponara sx. (all’occorrenza trq.)
            —-
            I centrali sono:
            valdifiori
            Moro
            camillucci
            Signorelli

            Come più volte sottolineato. E come più volte detto da Sarri la squadra è stata costruita per applicare un gioco composto da:
            Difesa Alta. Pressing. Ripartenze in fascia o centrali.
            Ecco perche Sarri ha sempre proposto il 4-4-1-1.
            Perchè la sua intenzione è coprire bene tutto il campo da dx. a sx. e ripartire.
            Se adotti un modulo scoperto sulle fasce come il 4-3-1-2 non lo fai il pressing. Non giochi come vuole lui.
            Spero di essere stato chiaro.
            Ai nuovi moduli ci stò pensando anche io. Ma nei panni di Sarri mi resterebbe difficile cambiare. con questi uomini.
            Resterei su un apiccola variazione e starei sul 4-2-3-1.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here