Nella mattina di quest’oggi, con quindi solo una notte in mezzo, gli azzurri sono tornati al lavoro per iniziare la settimana (stavolta corta) che porterà al prossimo match di campionato: quello di sabato prossimo a Terni.

 

E’ stato un allenamento soft, un defatigante per lo più. Soltanto chi non ha preso per niente parte al match di ieri ha alzato leggermente il ritmo.

Allenamento ovviamente avaro di indicazioni tattiche, anche se non dovremmo assistere nel corso dei prossimi giorni a particolari novità.

Dalla squalifica rientra Saponara che sarà messo li, al suo posto, sulla trequarti nello stadio delle “Fere”. Di contro non ci sarà però Croce per lo stesso motivo e vedremo se ripartirà in quella posizione, quella che appartiene più naturalmente all’ex Sorrento, Signorelli.

 

Buone notizie per Davide Bassi che ha preso regolarmente parte alla seduta dimostrando di star bene. Dovrebbe ritrovare il posto tra i pali anche se ieri Pelagotti ha lanciato il guanto di sfida.

Ha lavorato apparte Coralli che, brutto segno, si sta facendo ricrescere la barba: battute a parte il Cobra difficilmente sarà idoneo per una convocazione in questa settimana ma dalla prossima potrebbe ritrovare il gruppo.

Qualche problema per Laurini che ha preso una botta ad una mano ma non preoccupa.

Fermo Levan con i lungodegenti.

 

Per domani è prevista una seduta di lavoro al pomeriggio.

 

Nico Raffi

CONDIVIDI
Articolo precedenteINCREDIBILE | A San Donato la stampa non può entrare!
Articolo successivoEsordio vincente per gli azzurrini!
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

5 Commenti

  1. Non rompiamo il giocattolo con inutili rivalità!
    Io penso che anche dalle parole di Pelagotti nell’intervista post partita, ci sia la consapevolezza che, almeno per il momento, sia meglio affidarsi all’esperienza di Bassi in modo da lasciar crescere senza pressioni Alberto, per poi rilanciarlo il prossimo anno da titolare. Se credi in un ragazzo la miglior cosa è evitare di bruciarlo….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here