Sotto un cielo grigio, come l’umore che pervade tutto l’ambiente empolese, gli azzurri sono scesi in campo nel pomeriggio per il primo allenamento in vista dell’ultima di campionato. Al varco ci sarà il Cittadella di Foscarini, squadra che ha già strappato il biglietto per la prossima stagione di serie B, ma che sicuramente non regalerà niente agli azzurri che dovranno vincere quell’incontro e sperare in altri risultati per evitare l’appendice del playout.

 

Un allenamento defaticante, di scarico per lo più, come sempre accade quando si torna al campo all’indomani di un match di campionato. La parte tattica è stata svolta solamente da chi ieri non ha preso parte al match, con appunto quest’ultimi impegnati in esercetizioni fisiche di minor carico.

Nessuna indicazione quindi per quello che sarà (speriamo) l’ultimo undici stagionale che vorrà mandare in campo Aglietti e nessuna indicazione nemmeno riguardo al modulo anche se si dovrebbe tornare al più equilibrato 4-3-1-2 accantonando l’esperimento non certo riuscito bene, almeno in quel di Grosseto, del 4-4-2.

 

Non ci sono situazioni post-match che preoccupano a livello fisico, anche se qualcuno, pensiamo su tutti a Maccarone, dovrà dosarsi al meglio viste le non perfette condizioni fisiche. Resta comunque di fatto, che ad oggi, mister Aglietti avrà tutti a disposizione per sabato sera, compreso il rientrante Lazzari che in Maremma non c’era per via del turno di squalifica. Ai box gli ormai lungodegenti che hanno alzato bandiere bianca per questa stagione, ovvero Vinci, Mori e Gallozzi.

 

Per domani è prevista una doppia seduta di lavoro.

 

To. Che.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiovanissimi – Ecco il programma degli Ottavi di Finale
Articolo successivoAllievi – La fase finale
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

10 Commenti

  1. Si può sapere chi era il preparatore atletico che dirigeva l’allenamento? A me risulta che il prof. Selmi ieri era a Grosseto e lui non segue mai le trasferte, come mai? Ci siamo resi conto che atleticamente siamo a pezzi all’ultima di campionato! Che dilettanti!!

  2. “”nessuna indicazione nemmeno riguardo al modulo anche se si dovrebbe tornare al più equilibrato 4-3-1-2 accantonando l’esperimento non certo riuscito bene, almeno in quel di Grosseto, del 4-4-2.””

    Ora dire che il modulo 4-3-1-2,sia il piu’ equilibrato non sta ne in cielo e ne in terra…e questo non perchè io sia un amante del 4-4-2,ma perchè non abbiamo avuto fino ad oggi un trequartista che abbia fatto il trequartista.Purtroppo la squadra fisicamente non c’è e quest’anno probabilmente non c’è mai stata,ma dal ritorno del preparatore Sorbello,sembra che la cosa si sia di nuovo accentuata!Se poi ci mettiamo che Aglietti ha messo in campo una formazione completamente sbagliata…ecco che il 4-4-2 si va a fare benedire.Vuoi giocare con il 4-4-2 sabato con il Cittadella?Metti in campo DOSSENA,BUSCE’,STOVINI,REGINI,GORZEGNO
    LAZZARI,VALDIFIORI,MORO,SAPONARA
    SUPERMAC,TAVANO
    e poi ne riparliamo.Da preferire sicuramente a sinistra Regini a Gorzegno…ma purtroppo il Ficagna degli ultimi tempi è meglio non schierarlo!E’anche vero che Lazzari a Grosseto non c’era….ma obbiettivamente mettere Gorzegno alto e Regini basso…preferendo Coppola a Valdifiori è stata una mossa sbagliata,di cui nessuno ne ha capito l’utilità…….ma non durante la partita dove si è mostrata tale,…ma gia dall’enunciazione di chi avrebbe giocato!Ci credo che l’esperimento non è riuscito bene!

    • Ora non siete solo commissari tecnici, ma anche esperti preparatori atletici…perché non vi proponete voi ad allenare e organizzare la squadra?….caro Daniele 57 volevo farti notare che prima del ritorno di Aglietti, e quindi del prof. Sorbello, la squadra non era sulle ginocchia ma proprio sdraiata per terra..non reggeva nemmeno le partitelle con la primavera!!! Con il nuovo corso sono state giocate 6 partite tiratissime in 20 giorni (non perdendo mai!!) e con nessun problema muscolare agli undici che sono sempre gli stessi (purtroppo) Cosa pretendete?? La squadra e’ questa (scarsa) sia tecnicamente che fisicamente..da una quercia non escono limoni!! Sveglia!!

      • concordo!!e dico anche che la sequenza di risultati utili lo conferma….putroppo tardivi!!….abbiamo fatto talmente schifo prima che oramai era davvero tardi.nonostante ciò bastava vincere una sola partita delle ultime(nocerina-modena-vicenza-grosseto)e saremmo salvi….ma si sa che la squadra oltre ai problemi fisici …tattici…ha palesato vere e proprie mancanze caratteriali!

      • Non sono propio daccordo…spero che la partita la vieni a vedere al Castellani e non alla tv….con i due allenatori succeduti a Aglietti la squadra era migliorata nettamente sul piano fisico.Forse non ti ricordi in che condizioni erano gli azzurri nello sciagurato inizio di campionato dove la squadra dopo il primo tempo finiva la benzina….Qui nessuno vuol fare l’allenatore o il preparatore tecnico….ma almeno gli occhi per vedere e per giudicare magari anche male,speriamo che me li lasciate…..

        • Da ricordare poi che la preparazione estiva è quella piu’ importante che viene fatta ….se tu la sbagli i richiami solo in parte riescono a rimediare qualcosa!Quando ha ripreso in mano la squadra Aglietti ha ripreso in mano non una squadra che correva meno di ora….ma una squadra che era semplicemente allo sbando e senza convinzioni guidata da un’allenatore davvero mediocre!Poi ognuno la pensi come vuole…l’importante sabato sera sara’ festeggiare qualcosa d’importante…l’anno prossimo pero’ dovremo capire perchè negli anni scorsi i successi dell’Empoli erano legati ANCHE AL FATTO CHE NON SOLO SI CORREVA PIU’ DEGLI ALTRI….MA CHE SUL PALLONE SI ARRIVAVA SEMPRE O QUASI SEMPRE PRIMA NOI!Oltre magari a della qualita’ che avevamo…..

          • Vedi caro daniele 57 se alleni un asino non potrà mai correre come uno stallone…a certi livelli le qualità fisiche, tecniche e caratteriali fanno la differenza…la nostra squadra toppa in tutte e tre..quindi ci puoi mettere anche guardiola come allenatore e il miglior preparatore del mondo ma sempre un asino alleni…rifletti: il merito di Aglietti e del suo staff e’ stato quello di prendere un paziente in coma quasi irreversibile e di dargli l’ultima scossa prima della morte..più di questo penso non sia umanamente possibile…

  3. Ma io Ema non voglio attaccare Aglietti o nessun altro ci mancherebbe….solo che se gli ASINI…si chiamano Buscè,Tavano,Stovini,Maccarone,Lazzari,Valdifiori,Moro,Coralli(ci voglio mettere pure lui),io preferirei chiamarli CAVALLI….IN QUANTO ALLA MORTE QUESTA AVVIENE QUANDO SMETTI DI RESPIRARE…E NOI FINCHE AVREMO ARIA NEI POLMONI NON CI POSSIAMO DARE GIA PER MORTI!

    • Hai ragione…sono Cavalli ma senza più fame…pancia piena….COMUNQUE IO CI CREDO PURE SE SI DOVESSE ANDARE AI PLAY-out!!!!

  4. Se fosse cominciato il campionato da il secondo ritorno di aglietti adesso eravamo nelle zone alte della classifica!! Pultroppo questa e’ stata una squadra costruita male.. Non sappiamo tenere il pallone, non sappiamo controllare le partite e queste sono cose fondamentali per rimanere in B, e devo ringraziare Ciccio e Big-mac se siamo ancora a sperare…..
    Arrivati a questo punto queste cose contano poco, ma quello che conta sono la testa ed il cuore!! Ragazzi ce la possiamo fare!! Lottiamo per questo Empoli che a tutti i costi deve rimanere in B!!! CREDIAMOCI!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here