Il Giudice Sportivo dott. Gianpaolo Tosel, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 7 aprile 2015, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

 

CALCIATORI

 

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA

PINILLA FERRERA Mauricio (Atalanta): per avere, al 47° del secondo tempo, colpito un calciatore della squadra avversaria con un violento calcio ad una gamba.

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BASHA Migjen (Torino): per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco. DIAKHITE Modibo (Cagliari): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete. PELUSO Federico (Sassuolo): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

 

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BASTA Dusan (Lazio): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

DOS SANTOS Mauricio (Lazio): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

PINZI Giampiero (Udinese): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Ottava sanzione).

PIRIS Ivan Rodrigo (Udinese): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

REGINI Vasco (Sampdoria): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

TOROSIDIS Vasileios (Roma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

 

SOCIETA’

 

Ammenda di € 12.000,00 : alla Soc. ROMA a titolo di responsabilità oggettiva per avere un componente della panchina aggiuntiva, nel corso del primo tempo, fatto uso reiteratamente di una apparecchiatura rice-trasmittente; (regola n. 4 del Regolamento del giuoco del calcio); infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale; per avere inoltre, omesso di intervenire, nonostante i reiterati solleciti arbitrali, affinché i raccattapalle sistematicamente ed intenzionalmente non ritardassero la ripresa del giuoco.

Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. HELLAS VERONA per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, indirizzato all’Arbitro grida insultanti.

 

ALLENATORI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

SARRI Maurizio (Empoli): per avere, al 49° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale uscendo dall’area tecnica e proferendo un’espressione blasfema; infrazione rilevata da un Assistente.

1 commento

  1. se ha esagerato è giusta la squalifica, però la legge è uguale per tutti e non viene mai preso in considerazione questa regola. il calcio rispecchia la socetà.

  2. Un moccolo tirato in atto di rabbia per un toscanaccio è più un modo di sfogarsi, un’abitudine che una espressione blasfema, non c’è volontà di offendere e quindi è da scusare più che sanzionare, magari da criticare ma visto anche quello che ha combinato l’arbitro……..
    Forse se i giudicanti erano toscani, allora ………..
    Però è anche vero che Sarri deve darsi una regolata egli è l’unico allenatore italiano sistematicamente squalificato per proteste, mi sembra non sia decoroso per la sua immagine e poi da persona intelligente qual’è deve capire che non serve a niente protestare, l’arbitro non torna mai sulle proprie decisioni.
    Comunque auguri per il suo sostituto di domenica prossima e che Dio ce la mandi buona e senza vento, magari senza goal.
    Forza azzurri.

  3. Giusta e voluta. Calcio italiano finito dal 2006. Ma ancora l’ empolino mi fa sperare. Empoli e basta e professori vari lasciate. Stare gli errori grammaticali o meno. Pensate a che cappero di paese abbiamo creato… E ancora a guardare eventuali errori grammaticali….

  4. Mi piacerebbe sapere per quanto fermeranno Giacomelli
    La causa de’ moccoli è lui e le su’ decisioni da bischero
    Il Mister è uno che la partita la vive in tuta e scarpini perché sul campo lavora sodo durante i novanta minuti un fa mica come quegli che vanno in campo in giacca e cravatta: belle fie
    E poi mi piacerebbe sapere chi ha fatto questa regola a c@@@@o di cane
    Se uno che lavora lo buttassero fori ogni volta che gli spiaccia un moccolo le fabbriche sarebbero vote
    I calcio è calcio e i moccoli son moccoli
    Fagli una multa ma un rompete i cabbasisi Co’ una cosa che c’entra come i cavolo a merenda

  5. L’assistente che ha segnalato il moccolo dev’essere quello che non ha visto che Rugani ha cercato di spazzare l’area buttando la palla indietro. Io il moccolo non l’ho sentito, Dio …..

  6. Ho criticato Sarri solo perchè non voglio essere come le nane fiorentine, beceri, cafoni e ignoranti.
    Mi sforzo invece di assomigliare ai nostri progenitori empolesi, poveri si, contadini anche, come mio nonno, ma onesti e soprattutto persone DIGNITOSE, che moccoli ne tiravano e tanti, ma mai di fronte a estranei per non mancare loro di rispetto.
    Non mi piacciono gli isterismi gratuiti. Poi ognuno la pensi come vuole lasci a me il mio modo di pensare e di essere.
    Saluti a tutti.
    Gianca

    • Gianca, il tuo discorso è nobile e educato. In sotanza hai ragione, ma io credo che Sarri non debba bestemmiare – e questo mi sembra scontato – maanche che gli arbitri se la prendano con lui perché è l’allenatore dell’Empoli, non di una grande squadra. Lui però, sapendo questo – cioè che fanno due pesi e due misure – non deve bestemmiare sapenso che se lo fa lo squalificano.

  7. Io mi sono sempre chiesto come si fa a restare calmi quando avvengono spettacoli orribili come quello di sabato scorso. O sei una persona con grande autocontrollo o sei un succube del sistema che ti fai prendere per i cosiddetti ogni volta. Certo protestare non serve a niente ma io mi tengo il nostro mister che vuole più rispetto per la nostra squadra e non disparità di giudizio. Poi dipende sempre chi sei perché un Totti che manda tre volte a quel paese Rizzoli che non lo punisce dimostra che Totti può permetterselo di mandarlo a quel paese e questa è la triste verità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here