LA SOCIETA’ GIALLOBLU CON UNA NOTA UFFICIALE PRENDE LE DISTANZE DAI PROPRI TIFOSI

Tifosi del Verona

.

Verso la fine del primo tempo un gruppo di ultra’ delVerona ha scandito un coro di insulti verso Piermario Morosini, il calciatore del Livorno morto lo scorso anno a Pescara durante una partita. Il coro e’ stato appena percepito dal resto dei tifosi presenti allo stadio, ma non e’ sfuggito alla Digos della questura livornese che ha filmato gli autori, i quali hanno concluso la performance con saluti romani e slogan fascisti. La questura ha poi fatto sapere di avere immediatamente informato gli ufficiali di campo e la procura federale del comportamento tenuto dai tifosi veronesi che sono stati ripresi dalle telecamere di sicurezza. Poco prima, invece, nella curva livornese era stato esposto uno striscione contro i veronesi sul quale campeggiava la scritta: ”Fascio tesserato servo dello Stato”.

.

Fonte: calciosport24.it

.

IL VERONA SI DISSOCIA – “L’Hellas Verona F.C. Spa, in seguito a un coro offensivo nei confronti di Piermario Morosini, intende porgere le proprie scuse più sentite e si dissocia da taluni comportamenti e atteggiamenti che ledono la memoria e l’onore del calciatore del Livorno scomparso“. Lo sostiene la società scaligera in una nota ufficiale, apparsa anche sul sito internet. “Nonostante l’orgoglio per la propria tifoseria, da sempre sostenitrice impeccabile dei nostri colori – conclude la società calcistica -, l’Hellas Verona F.C. Spa intende debellare con forza cori di questa natura, perchè la tragedia di Piermario Morosini è un dolore che non può essere infangato”.

   .

Fonte: sito ufficiale Hellas Verona

14 Commenti

  1. Queste notizie sono ” incommentabili”. Per questa gente si può solo pregare. E comunque, questi simpaticoni dei veronesi, non sono nuovi a certe vergogne.

  2. Quoto, anzi straquoto berto75, però con una clausola, prima partita persa a tavolino e poi a porte chiuse x tutto il resto del campionato… ‘sti fascioni der caxxo!!

  3. ha ragione berto75, non farli più entrare allo stadio, e per di più salata multa, e una sonora penalizzazione, è in questi casi che bisogna agire duro

  4. Chiamarli razzisti ed estremisti è un complimento. Non esiste un vocabolo per etichettare questi esseri. Qui, si và oltre la follia. E non cominciamo con la solita storia della minoranza. Il gruppetto era ben nutrito. Spero si prenda atto a livello Nazionale di questo scempio. Devono pagare. Loro ed il Verona. RIPETO. Non sono nuovi a queste vergogne.

  5. Per noi livornesi che abbiamo avuto la fortuna anche se per poco tempo di apprezzare la grande umanità di Pier Mario assistere e dover ascoltare quanto hanno fatto questi bastardi di veronesi e stato come rivivere quei giorni tremendi della sua scomparsa.
    Speriamo che paghino tutti ad iniziare dalla Società che e collisa con loro.
    Non ce ne frega niente se ha fatto un comunicato in cui si dissocia.
    Troppo comodo!!!

  6. Ha ragione Enrico. Questi fascisti di xxxxx fanno e disfanno tutto l’anno con la societa’ che si dissocia sempre ma poi e’ sempre in prima fila ad aiutarli. Per non parlare del sindaco Tosi…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here