Le Pagelle di Empoli-Juve Stabia 2-1

Le Pagelle di Empoli-Juve Stabia 2-1

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di PE, inerenti le prestazione dei calciatori azzurri usciti vittoriosi per 2-1 nel match interno conto la Juve Stabia   BASSI: 6 Incolpevole in occasione del provvisorio pareggio dei campani. In precedenza si era fatto trovare pronto a disinnescare i

Commenta per primo!

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di PE, inerenti le prestazione dei calciatori azzurri usciti vittoriosi per 2-1 nel match interno conto la Juve Stabia   BASSI: 6 Incolpevole in occasione del provvisorio pareggio dei campani. In precedenza si era fatto trovare pronto a disinnescare i pericoli portati dal francese Doukara. Sempre sicuro e ben posizionato.   LAURINI: 6 Soffre leggermente la vivacità di Doukara, che soprattutto nel primo tempo gli rende la vita difficile con un paio di accelerazioni. Nella ripresa da il suo contributo con maggiore continuità in fase offensiva. Nel finale da sottolineare un coast to coast terminato con tiro che poteva avere maggiore fortuna.   RUGANI: 6 Attento e diligente in fase di copertura dove da sicurezza e sostanza al reparto arretrato. Più volte si propone con profitto in fase offensiva soprattutto sulle palle inattive. Oggi non è arrivato ma va comunque vicino al gol.   BARBA: 6 Entra in campo un’pò troppo timoroso sbagliando qualche appoggio di troppo. Con il passar del tempo il suo rendimento cresce, nella ripresa ha due buone occasioni per segnare, la traversa gli toglie la soddisfazione per il primo gol in serie B.   HYSAJ: 6 Da il suo contributo in fase offensiva, dove le sue discese in collaborazione con Maccarone mettono in difficoltà i dirimpettai delle vespe. Un pizzico di difficoltà in fase difensiva dove il guizzante Falco lo salta con troppa facilità e lo mette spesso in affanno.   VALDIFIORI: 6,5 Il ravennate come del resto tutta la squadra non ha un ottimo impatto con il confronto anche se le palle più importanti partono dai suoi piedi. Nella ripresa aumenta le cadenze e la manovra azzurra ne beneficia in maniera evidente. Sulle palle inattive il suo destro educato offre ai compagni buone possibilità per segnare; in particolare Barba e Rugani.   IMG_8830MORO: 5 Una giornata storta per il capitano. Soprattutto in occasione del gol del pareggio dei campani, quando un suo errato passaggio favorisce gli avversari, si vede la particolare partita di Davide. Soffre il fatto di aver disputato tre gare in sette giorni, per lui che è stato a lungo fuori per un lungo infortunio. Quando avrà trovato maggiore brillantezza atletica potrà tornare sui livelli ai quali ci ha abituato.   CASTIGLIA: 6.5 Buono il suo impatto nel confronto, riesce a dare vivacità e fosforo al centrocampo nella parte centrale del secondo tempo. Il centrocampo avversario soffre a più riprese le sue accelerazioni.   CROCE:6 E’ tornato il “Prestigiatore” dopo due settimane di assenza per la squalifica dovuta alla gomitata nel match contro l’Avellino. Viene da una settimana dove il torcicollo lo ha fatto tribolare ma è sempre tra i più volenterosi e lucidi.   SIGNORELLI: 6 Buono il contributo nei 10′ nei quali viene impiegato amministrando palloni in maniera egregia nella fase finale del confronto.   VERDI: 5.5 Ha il merito di andarsi a cercare gli spazi e di dialogare con i compagni, difetta però in incisività, perdendo qualche pallone di troppo vanificando situazioni di gioco invitanti.   PUCCIARELLI: 6 Entra in campo con grande determinazione e voglia. Avvolte eccede nei dribbling con un tempo di gioco di troppo. Tuttavia da il suo contributo al forcing dell’Empoli della seconda frazione.   TAVANO: 6,5 Torna a segnare l’uomo dei record, non accadeva dal 15 Febbraio scorso dal gol firmato al Carpi. Si fa trovare al posto giusto al momento giusto da goleador di razza qual’è. Per il resto da il suo contributo alla fase offensiva azzurra entrando in un paio di interessanti ripartenze. Gioca 90′ nonostante venisse da un fastidioso infortunio al ginocchio.   MACCARONE: 7 Il nostro gladiatore prende per mano la squadra, va a cercare i palloni lontanissimo dall’area, quando entra in possesso di palla crea continui grattacapi per gli avversari. Poi con un missile di rara precisione e potenza ci regala tre punti di fondamentale importanza.   MISTER SARRI: 6.5 Dovevamo vincere e si è vinto, non è stata una partita facile ma sotto certi aspetti c’era da aspettarselo. E’ arrivata la seconda vittoria consecutiva in casa (non accadeva da ottobre) ed è stata vinta la prima di 11 battaglie, verso il sogno. E’ piaciuto soprattutto l’atteggiamento visto nel secondo tempo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy