Le Pagelle di Empoli-Milan 2-2

Le Pagelle di Empoli-Milan 2-2

Vi proponiamo le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri relative alla gara di questa sera del “Castellani” contro il Milan terminata 2-2 . Redatte come di consueto dalla redazione di Pe.   SEPE: 6 In occasione del primo gol dei rossoneri appare mal posizionato, anche se il col

Commenta per primo!

Vi proponiamo le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri relative alla gara di questa sera del “Castellani” contro il Milan terminata 2-2 . Redatte come di consueto dalla redazione di Pe.   SEPE: 6 In occasione del primo gol dei rossoneri appare mal posizionato, anche se il colpo di testa di Torres era imparabile. Sul 2-2 di Honda e’ esente da colpe, per il resto non viene mai chiamato a fare interventi di rilievo.   LAURINI: 7.5 Prestazione di assoluta eccellenza del “Concorde”. Cerca di limitare Menez quando capita nella sua zona, e legge in maniera perfetta tutte le linee di passaggio. Da applausi la discesa e l’assist per Verdi per il possibile 3-0, nella ripresa soffre a tratti l’intraprendenza degli esterni rossoneri. Alza la bandiera stremato a metà ripresa.   HYSAJ: 6 Offre il suo contributo nella fase più delicata della gara, quando il Milan ha preso vigore e la squadra azzurra ha perso qualche certezza. Si disimpegna in maniera eccellente nelle due fasi.   TONELLI: 7 “The Wall” si prende la soddisfazione di siglare il primo gol degli azzurri in serie A. In difesa è un leone come di consueto facendosi trovare pronto sulle palle aeree. Si fa sorprendere con il compagno di reparto Rugani in occasione del gol di Torres.   RUGANI: 6.5 Il Golden Boy garantisce come di consueto sicurezza e autorevolezza, anche quando i rossoneri (soprattutto nella ripresa) spingono con convinzione e maggiore continuità. Da vita ad un bel duello con un attaccante di fama internazionale come Torres, anche se allo spagnolo viene concesso troppo spazio in occasione del gol del 2-1.   IMG_7634MARIO RUI: 6 Molto bene come tutta la squadra  nel corso del primo tempo, dove il portoghese in collaborazione con Croce affonda come una lama nel burro. Nella ripresa soffre eccessivamente i tagli di Torres e l’intraprendenza di Abate proprio nella sua zona di competenza.   VALDIFIORI: 6 Va a corrente alternata il ravennate; a tratti dirige l’orchestra azzurra in maniera eccellente, dando geometrie e qualità in uno spartito che ci fa ascoltare un motivo dolce per le nostre orecchie. Nella ripresa soffre la fisicità e la quantità dei rossoneri, ingenuo in occasione del doppio giallo che origina la sua espulsione nel finale.   VECINO: 5.5 L’impatto sulla gara dell’uruguaiano è tutto sommato positivo. Non sfrutta un paio di occasioni d’oro per poter segnare nel momento in cui il Milan è in difficoltà. Con il passar del tempo si perde e gestisce male molti palloni che favoriscono le ripartenze avversarie.   CROCE: 7 “Il prestigiatore” stasera era davvero ispirato e in vena di magie. Giocate sonstuose le sue, entra in tutte le azioni degli azzurri e copre la fascia con continuità percorrendo una quantità innumerevole di chilometri dando un prezioso contributo anche in fase di non possesso.   VERDI: 6.5 Si muove bene nella trequarti avversaria dialogando in maniera efficace con i compagni di reparto, rivelandosi una spina nel fianco nella difesa rossonera. Peccato per l’occasione sprecata sul 2-0 che avrebbe potuto chiudere la partita a nostro favore.   TAVANO: 6 Sulla sua gara inutile negarlo pesa il sanguinoso errore sul 2-1, di solito in queste occasioni “L’uomo dei record” è un killer. Peccato perchè la sua prestazione era stata interessante. Buono il dialogo con i compagni e l’appoggio per Pucciarelli in occasione del momentaneo 2-0.   MACCARONE: 6 E’ ancora lontano dalla condizioni migliore per l’infortunio patito ad agosto a Lucca, tuttavia da il suo contributo nei 25′ nei quali viene impiegato.   PUCCIARELLI: 7 A tratti immarcabile il nostro “El Nino”, si prende la soddisfazione di fare il suo primo gol in serie A e lo fa con il Milan, forse per Manuel la realizzazione di un sogno fatto da bambino. La sua velocità mette in costante difficoltà la difesa rossonera, dialogando con efficacia con i compagni.   Zielinski S.V.   MISTER SARRI: 7,5 Primo tempo da stropicciarsi gli occhi quello degli azzurri, le due reti sono su palle inattive con schemi concretizzati in maniera perfetta. Sicuramente il gol subito a due minuti dal riposo ha minato le certezze finora acquisite. Come c’era da aspettarci nella ripresa si è sofferto la pressione dei rossoneri. Rimane il rammarico per una partita che potevamo vincere anche con una diversa gestione dei cartellini da parte del direttore di gara. Questa prestazione tuttavia deve rappresentare un carico di autostima per le prossime partite, a partire da quella di domenica a Verona. Inzaghi chiederà ripetizioni al maestro?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy