Siamo arrivati al penultimo appuntamento con la rubrica di approfondimento “Il Punto”  in compagnia del collega Alessandro Marinai.  Con Alessandro analizzeremo il momento degli azzurri a 90 minuti dalla fine di questa meravigliosa stagione.

 

marinai-cocchiCiao Alessandro ben trovato, a Milano l’Empoli ha giocato una buona partita ed è uscito dal campo sconfitto. Un canovaccio visto purtroppo diverse volte quest’anno…

“Visto soprattutto nel girone di ritorno quando anche l’Empoli spesso ci ha messo del suo. A Milano la prestazione è stata importante, per lunghi tratti abbiamo visto una squadra di grande personalità in uno degli stadi più importanti anche se l’avversario è lontano anni luce dall’Inter di qualche anno fa. Peccato, un risultato positivo poteva starci tranquillamente, ma l’importante era fare bella figura e da questo punto di vista gli azzurri non hanno tradito le attese”.

 

Volendo potremmo aprire ancora una volta una parentesi sul operato dell’arbitro, onestamente non all’altezza e penalizzante nei nostri confronti.  Sarà un caso ma da quando gli azzurri hanno dichiarato di voler arrivare al 10º posto sono successe cose strane…

“No, non credo sia per questo motivo… Il livello di qualità degli arbitri è questo, come la competitività del campionato italiano è calata lo stesso succede alla classe arbitrale e sarà sempre peggio, ricordatelo. Già è difficile arbitrare se poi già dalla gavetta delle giovanili si subiscono pressioni esagerate la selezione è ancora più dura perchè oggi come oggi non ce ne sono tanti disposti ad andare a farsi infamare il sabato pomeriggio o la domenica mattina. Ci vorrebbe dialogo, cooperazione, collaborazione, ma è pura utopia”.

 

Mancano alla fine di questa stagione 90 minuti e la prossima gara la potremmo anche definire uno scontro diretto per l’obiettivo di cui parlavamo sopra.  Ti aspetti ancora una volta il miglior Empoli in campo dal punto di vista della formazione?

“Io sinceramente non capisco tutta questa smania alle ultime giornate per conquistare il decimo posto. Ballano un paio di milioni? Bastava pensarci prima… Io ho sempre detto che a salvezza acquisita avrei fatto riposare quelli che mentalmente erano più stanchi, avrei dato minutaggio a quelli che avevano giocato meno e magari dato spazio a qualche giovane della Primavera. Va bene non farlo in partite contro squadre in lotta per obbiettivi importanti, ma contro il Torino vorrei vedere davvero volti nuovi in campo”.

 

Sei favorevole al dare la possibilità di esordire in serie A a Pugliesi?

“Sì, per il principio di cui sopra perchè non dovrei essere favorevole? Perchè non dare una soddisfazione del genere a un professionista che ha sempre fatto il suo dovere? Fosse solo per un segno di riconoscenza per la serietà mostrata, è una partita che conta il giusto anche perchè quel decimo posto tanto inseguito mi pare già virtualmente preso… E poi, se non ricordo male, un paio di settimane fa Giampaolo lo dette per certo l’esordio di Pugliesi”.

 

Viviamo e giochiamo quest’ultima partita ma inevitabilmente i discorsi più importanti da adesso sono quelli relativi alla costruzione della prossima squadra a partire dai due ruoli cardine come ds e tecnico…

“L’ultima partita, dopo di che si penserà alla prossima stagione ma anche a fare un bilancio complessivo di quella appena terminata. Ci sono tante cose che sono andate bene, specialmente in campo, ma anche altre cose che non sono andate bene… Per quanto riguarda il discorso del tecnico e del direttore sportivo ormai è inutile stare a fare tanti discorsi, la situazione la conosciamo tutti e a questo punto dobbiamo solo aspettare che Carli ci dica cosa farà nella prossima stagione. Dovesse restare qui non è affatto azzardato pensare che potrebbe rimanere anche Giampaolo, diversamente le possibilità di rivedere l’allenatore a Empoli sarebbero prossime allo zero”.

 

Chi ti aspetti tra i giocatori che hanno avuto un minutaggio minore che possa partire in estate ?

“Credo che Piu possa partire e rimango dell’idea che su di lui si è perso tempo. Deve giocare e dubito che lo potrebbe fare il prossimo anno qui a Empoli. Non riesco a capire per quale motivo non sia stato mandato via a gennaio visto che a febbraio si continuava a preferirgli Livaja. A proposito, quando mi permisi di parlare di rescissione del contratto per il croato dopo quello che aveva fatto contro il Frosinone ricevetti diverse critiche, ma visto com’è andata forse era meglio”.

 

Chiudiamo per una volta con la Primavera che segui da tutta la stagione. Che possibilità ha la squadra di Mutarelli di avanzare nella fase che da adesso si fa ad eliminazione?

“E’ una partita secca dove può succedere di tutto e l’Empoli ha il vantaggio di giocare in casa. La Lazio è una buona squadra con ottime individualità anche se nella gara di campionato giocata a Monteboro non fece grandissime cose. Al ritorno, invece, seppur in inferiorità numerica impartì una severa lezione agli azzurri. Non possiamo neppure sapere quale sia stato esattamente il contraccolpo psicologico subìto dalla squadra per aver perso Inzaghi anche se il 6-0 di sabato scorso contro il Lanciano fanno pensare ad una squadra in piena salute. Sarà una bella sfida, spero in un pubblico più numeroso sabato alle 15 per aiutare questi ragazzi. Ce la possono fare”. 

 

Alessio Cocchi

 

 

43 Commenti

  1. Ciao Alessandro, domanda generica, anche se legata alla situazione Empoli: per te è meglio un allenatore esordiente, con esperienza nelle categorie inferiori, oppure un allenatore “fatto” in casa? Per me nessuna delle due, valuteremo più un allenatore con un minimo di esperienza anche in serie A, con la voglia di rimettersi in gioco. Grazie, un saluto.

    • Non ė facile dare una risposta, quando l’Empoli si ė affidato ad allenatori con più esperienza (poche) non ha fatto grandissime cose ad eccezione di Cagni e l’unica volta che ha optato per la soluzione interna… va beh lasciamo perdere… La promozione di Martusciello porterebbe con sè alcune incognite, fermo restando che lui decida di accettare per entrare in un’altra dimensione fatta di esoneri se le cose non dovessero andare bene ed esperienze lontano da Empoli se decide di intraprendere questo tipo di carriera. Non dò per scontato che lui dica sì se gli venisse proposta la panchina.

  2. Qualche riflessione:

    Non trovo apprezzabili le parole di Ghelfi sul fatto che una retrocessione il prossimo anno porterà ben 20 mln di Euro di paracadute…il fatto è vero ed economicamente l’ uscita dell’ A.D. ha sicuramente senso…ma lascia in testa l’ idea che nella società e di conseguenza nella squadra, il prox anno potrà venire a mancare quella paura di retrocedere indispensabile x lottare con i denti per la salvezza…tu che ne dici?

    Capitolo allenatore…Giampaolo credo sia giusto vada a questo punto…per il rinnovo siamo fuori tempo massimo…si doveva e poteva (se si voleva) farlo prima…farlo ora darebbe l’ impressione di due parti che accettano la soluzione…meno peggio.

    Sostituto…si allunga pericolosamente l’ ombra di Martusciello…cioè uno che ha fatto il secondo…il vice.. il collaboratore…che avrà dato consigli importanti…ma senza il peso della responsabilità che invece ricade sui precedenti mister…Martusciello vuole allenare?…Cerchi un progetto tra Lega Pro e B, si dimetta dall’ Empoli e si metta alla prova…un Martusciello allenatore di un Empoli in serie A sarebbe niente più di un D. Baldini n.2…con lo stesso epilogo per lui e soprattutto per noi.

    #PortatesubitoFoscariniadEmpoligrazie 🙂 🙂

    • Ghelfi mica ha detto chi se ne frega di retrocedere, facendo il punto sugli introiti ha solo ricordato che nella peggiore delle ipotesi l’Empoli incasserebbe 20 milioni che si sommano a tutti gli altri milioni derivanti da un altro anno in Serie A e quelli provenienti dalle cessioni fanno una belle cifretta. E’ l’uomo dei conti, non ci vedo niente di negativo.
      Su Giampaolo sono d’accordo, confermarlo ora avrebbe poco senso. Nei giorni scorsi abbiamo detto che il futuro del mister era legato a quello di Carli, come se il DS potesse metterla come condizione per rimanere, ma pensandoci bene sarebbe ugualmente una forzatura. Se al Presidente non piace o non è convinto di andare avanti con Giampaolo è giusto che cambi.
      Perdonami, ma non puoi paragonare Martusciello a D.Baldini via… Detto questo, ti risulta che Martusciello abbia rilasciato interviste in cui dice di voler diventare allenatore dell’Empoli? E’ una possibilità della quale se ne parla, ma non è detto che si concretizzi. Lui stesso potrebbe declinare l’offerta.

  3. ciao Ale, da che mi risulta il Verona ha una grossa convenienza a perdere a Palermo …. ti pare giusto? Io darei una possibilita’ a Martuscello, se la vuole.

    • Se retrocedono Verona, Frosinone e Carpi il Verona prende 25 milioni più altri 15 se non dovesse tornare subito in A. Se vincesse a Palermo e retrocedessero proprio i rosanero ne prenderebbe 25+10, non c’è molta differenza… A me non pare giusto che la quota complessiva per il “paracadute” sia passata da 30 milioni a 60, votata all’unanimità ad eccezione di Chievo e Palermo. Va a finire che il Verona incassa quanto quella che si qualifica in Champions… Sulla possibilità a Martusciello, appunto, bisogna vedere anche cosa ne pensa lui.

  4. Buona sera Alessandro,una domanda che parte da un presupposto non so quanto possibile.Nel caso in cui Martusciello e Tosto diventassero il nuovo allenatore e il nuovo d.s. non vedresti il rischio di considerarsi troppo “bravi” da parte della società ovvero compiacersi po’ troppo dell’essere l’Empoli dei (perenni ) miracoli?

    • No, questo no. Sarebbe sicuramente un rischio, un azzardo, ma non riesco ad inquadrarlo come un peccato di presunzione. Ci fosse la necessità di sostituire sia DS che allenatore non sarebbe facile per nessuno trovare le figure giuste e sicuramente le scelte che verranno eventualmente fatte non metteranno tutti d’accordo. L’esperienza è importante, ma il contesto in cui verrebbero a lavorare lo è ancora di più: esiste una filosofia ben precisa e linee guida da seguire. Ecco, questo ritengo sia la cosa più importante.

  5. ..secondo me non avete capito le parole del Ghelfi.
    dava per certo e programmato almeno 50 milioni in 2 anni qualsiasi cosa succeda , compresa un eventuale retrocessione, e’ giusto e logico che ci sia programmazione e prenderene coscenza e’ una buona cosa.
    diciamo che tra quest’ anno ed il prossimo piu’ le eventuali cessioni la societa’ (non nboi…!) avra un tesoretto di circa 70/75 milioni !!!!!!!
    aivoglia di fa’ lo stadio se vogliono….

  6. Domanda maliziosa (molto, stando a certe voci): non credi che se subentrasse Martusciello non vi sarebbe alcuna discontinuità rispetto a quest’anno?

  7. Non ti sembra che il presidente non abbia fatto piu di tanto x tenere giampaolo??
    Ancora x me non gli e'”andata giu la preparazione estiva

    • A me non è mai sembrato che il Presidente impazzisse per Giampaolo, ma sono cose normali che possono capitare benissimo nei rapporti tra persone. Preferisco la separazione ora anzichè una conferma forzata che potrebbe soltanto generare problemi in caso di difficoltà.

  8. sperando che rimanga Giampaolo e il buon lavoro di Martusciello non lo mettiamo in dubbio, non credi che andare alla ricerca di un allenatore che cerca riscatto come Sarri e Giampaolo sia la strada giusta e forse la stagione dipenderà tanto da i 5/6 elementi nuovi (titolari)?

    • Sì, credo che sarebbe una strada giusta da seguire, l’alternativa è un allenatore in rampa di lancio ma non alle primissime armi. Sono curioso della scelta che verrà fatta, se ce ne sarà bisogno…

  9. Partita col Toro, Alessandro: Immobile ci ha sempre punito. Prima quando era a Siena e poi a Pescara. La temi la sua voglia di riscatto per andare agli Europei? Come fare per non concedere (a lui e a Belotti) la profondità? Grazie.

    • Ci segna sempre!! Ci ha purgato anche nella finale del torneo di Viareggio qualche anno fa! Se non sbaglio ne fece due…

    • Guarda Claudio, con tutte le cose al fuoco che ruotano intorno all’Empoli in questi giorni la partita con il Torino è l’ultimo dei miei pensieri 🙂 Spero soltanto di vedere volti nuovi in campo che ce la mettano tutta per mettersi in mostra e far vedere le loro qualità, il resto mi interessa poco sinceramente.

  10. Ti butto li un nome Iemello..Che ne pensi? Abbiamo sempre pesca to Dalla serie C e spesso bene: busce, laurini, Tavano, perche non farlo ancora?

    • Iemmello è un bel giocatore, mi piace, già l’anno scorso fece un bel campionato. E’ un ragazzo che è cresciuto molto a Foggia a capace di fare reparto da solo. Certo, la Serie A non è la Lega Pro, ma secondo me non sarebbe una follia scommetterci sopra.

  11. Ciao Ale. Dando ormai per scontato l’addio di Giampaolo, cosa ne pensi dei vari nomi che sono stati fatti per la sua sostituzione (De zerbi, Baroni, Oddo, Drago, oppure la promozione di Martusciello)?
    Quale di questi preferiresti e perchè?
    Secondo me il migliore è Drago, bravissimo allenatore…

    • Drago è un allenatore capace e lo ha dimostrato raccogliendo risultati importanti, mi piace anche per come si pone fuori dal campo sempre pacato e misurato, ma la Serie A per lui è del tutto sconosciuta non avendola giocata nemmeno da calciatore. De Zerbi no, Baroni ha già rifiutato Empoli qualche anno fa… Oddo potrebbe essere un profilo interessante come Drago, ma lo inquadro in maniera diversa: più esuberante, istintivo, bisognerà capire anche che tipo di squadra si vorrà fare. Per esempio, partendo Saponara si penserà di prendere un trequartista oppure la prossima stagione giocheremo senza? Di Martusciello ho già ampiamente parlato.

  12. Ciao Ale. Giochiamo un po’ per il prossimo anno. Lo scorso anno qualcosa l’ho azzeccato nelle previsioni. (Buchel, Bittante , Costa e Maiello). Allora. In porta se rimangono gli attuali siamo a posto.Affidabili da tutti i punti di vista. — DIFESA — Esterni dx : Laurini e Bittante . Un agonista ed uno di gamba.Si completano come caratteristiche. — Centrali dx: Cosic e Goldaniga(difficile) o Romagnoli Simone. — Centrali sx: Costa e Barba. — Esterni sx : Prima scelta Zampano (Pescara) con Pasqual che si alterna anche come tipologia di gioco. Il primo, velocità, agonismo, forza esplosiva. Più tattico che crossatore. Il secondo …classico n. 3 che chiude con il cross. Calciatore serio e diligente — CENTROCAMPO : Centro sx Croce e Buchel . Ottimo anche Jankto (Ascoli)– Centro dx in ordine di importanza: Cataldi, Dezi, Mazzitelli, Gavazzi. — Centrale : Locatelli (Milan) , Grisetig (calciatore in partenza da Bologna che solo Empoli può riverniciare a modino). Lo stesso Cataldi ….ma anche Buchel nelle emergenze in mezzo fanno la loro figura. Non mi dispiacerebbe il ritorno di Brugman piu somigliante a Paredes come impostazione tecnica. TREQUARTISTA : Oltre al nostro Krunic non sarebbe male Petkovich (Trapani) in alternanza con Siligardi che in quella posizione sarebbe il panchinaro perfetto. PARCO ATTACCANTI : Maccarone, Pucciarelli, Trotta, Di Francesco ed una scommessa cioè Luppi del Modena che ha molta versatilità in avanti. Che ne pensi ? 😉 — p.s. …si scherza ovviamente. Tutta la mia riconoscenza a chi mi ha fatto vedere 12 campionati di A. Anche il prossimo anno, abbonato come sempre al solito posto anche se arriva Alfieri, Pinciarelli e Cimarrusti. Saluti e buon lavoro

    • Ottima analisi Angelo, ma Petkovic è un trequartista? Io credevo fosse una punta…tu cosa ne pensi di Coronado e Falletti?

    • Ottimi nomi Angelo, io aggiungerei come terzino sx Pavlovic del Frosinone, come centrale di centrocampo Jajalo del Palermo, come centrocampista dx Ionita del Verona, come trequartista buoni i nomi di Coronado e Falletti, infine come punta mi piacerebbe Iemmello e Perica dell’Udinese, che tra l’altro ci deve ricompensare x avergli ridato Zielisky ricoperto d’oro!!!!!!!

    • Con largo anticipo Angelo 🙂 Pasqual lo prenderei al volo se non avesse ambizioni diverse. Con Pasqual prenderei anche un ariete in mezzo all’area di rigore e non mi dispiacerebbero Raicevic o Budimir. Anche Meggiorini si svincola e quindi va a parametro zero. Crisetig lo avrei preso l’anno scorso, a Bologna non pare essersi inserito e Empoli potrebbe diventare la sua rivincita. Insomma, idee ce ne potrebbero essere ma dipende da chi sarà l’allenatore.

  13. Off topic per hoila Empoli. In realtà giocando con il 3-5-2, Cosmi lo ha svincolato tatticamente da compiti più grandi di lui ottimizzandone le doti (che sono notevoli) e facendolo giocare davanti insieme al veloce Citro ; libero quindi di attaccare con potenza e fantasia, ma partendo da dietro. Se diventa piu svelto questo è un bel pezzo. 😉

  14. Giusto Gianca… infatt, in questo frangente, faccio parte attiva di questa mandria di coglioni che interloquisce con l’oracolo marinai…..una volta facevano le promesse (i marinai.. )

  15. Ciao Alessandro,forse son fuori tempo massimo,ma ti pongo ugualmente,secondo te,che importanza ha avuto ad Empoli e per il Napoli avere nel proprio organico un fenomeno come il preparatore atletico?……

  16. Ciao Alessandro,scusa ho invertito la domanda,che importanza in termini di punti ha avuto per l’Empoli l’anno scorso e per il Napoli quest’anno il fenomeno declinato in preparatore atletico?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here