Siamo arrivati all’appuntamento del mercoledi in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto”,

Come ormai sapete, con Alessandro proviamo ad analizzare il momento della squadra azzurra a cavallo tra l’ultimo match giocato e quello venturo.

 

marinaiBuongiorno Alessandro. Siamo freschi di derby, una partita dove l’Empoli ha ben figurato ma raccogliendo poco per quanto seminato….

“I risultati a volte sono figli di mille fattori, quello che secondo me è importante è che l’Empoli ha fornito l’ennesima prestazione convincente su un campo difficile, contro un avversario molto forte e in condizioni non facili. Il Siena, va ricordato, ha sempre segnato in casa e soltanto due volte non lo ha fatto in trasferta, a Empoli e Crotone. Ciò nonostante gli azzurri hanno concesso pochissimo fino al loro gol”.

 

Inutile dire che l’espulsione di Eramo ha condizionato un secondo tempo in cui l’Empoli però, ad un certo punto, sembrava poter portare a casa i tre punti…

“L’espulsione ha inevitabilmente cambiato le carte in tavola perché gioco forza l’Empoli ha dovuto fare una partita diversa nel secondo tempo, sulla falsariga di quella di Pescara e difatti col passare del tempo si avevano le sensazioni che potesse ripetersi quel tipo di gara, purtroppo nel finale è arrivato questo loro gol piuttosto fortunoso ma la squadra è stata brava a non disunirsi e bravo è stato Sarri a non alterare gli equilibri”.

 

C’è un giocatore azzurro che a Siena ha fatto benissimo, tra l’altro tu l’avevi auspicato, e che è davvero in grande crescita: Simone Verdi…

“Beh sì, è ormai da qualche partita che è in crescita e si vedeva già da prima che stava bene. Avevo puntato su di lui perché sono convinto che se in questo momento, in questa fase della stagione, riuscisse a segnare un gol importante potrebbe acquisire quella consapevolezza di aver salito un gradino nel percorso di crescita e maturazione che lo potrebbe rendere decisivo nel finale di stagione. È una mia convinzione, oltre che una speranza”.

 

Si torna a giocare in casa, dove la vittoria manca da tantissimo tempo. avversario quell’Avellino che ci inflisse la prima sconfitta stagionale. Che gara ti aspetti?

“Mi aspetto una gara bloccata, non bella, dubito che l’Avellino venga ad Empoli ad accettare la sfida a viso aperto, visto e considerato, peraltro, che hanno pure qualche problema di formazione e stanno attraversando un periodo non proprio bello dal punto di vista dei risultati. Somiglia un po’ all’Empoli in questo, con l’aggravante che loro hanno visto sfumare due vittorie in pieno recupero. Credo che firmerebbero per un pareggio ed è quello che cercheranno, secondo me, di ottenere”.

 

Avellino che va comunque considerato una delle sorprese, in positivo, di questa serie B?

“Credo di sì, anche se adesso sta avendo un periodo di flessione, ripeto, in fatto di risultati. Magari non rimarrà nella memoria per il gioco espresso, ma è una squadra ostica, rognosa, che non ti fa giocare e che riesce quasi sempre a trovare un guizzo vincente in avanti grazie ad alcuni elementi interessanti messi in mostra nel girone d’andata. Fossi stato il presidente dell’Avellino avrei evitato di parlare di obiettivo Serie A durante la sosta di gennaio, non ha fatto altro che creare aspettative elevate in una piazza affamata di calcio e questo non sempre è positivo”.

 

Si ritorna a parlare di nazionali con l’Empoli che potrebbe fare a meno di un paio di titolari. Anche ad Avellino si sono lamentati in settimana e tutti puntano il dito contro il privilegiato Palermo. Che idea ti sei fatto ?

“Sono argomenti che mi interessano poco, lo sapete… La Lega di B, secondo me, ha cercato di migliorare questo aspetto dopo le polemiche dello scorso anno, evidentemente bisogna migliorare ulteriormente. Per esempio, in questo caso, si poteva scegliere un anticipo diverso con squadre che non avevano elementi impegnati nelle varie Nazionali.”

 

In caso di impossibilità a schierare Rugani e di conseguenza Barba, daresti una chance al “Pampa”?

“Non credo sia corretto dire “dare una chance” a Pratali. Non è proprio un giovane di primo pelo e non deve dimostrare nulla a nessuno. Se sta bene ho sempre detto che è un giocatore che fa la differenza e, qualora Rugani non dovesse essere al top, non sarebbe certo una sorpresa vederlo in campo dal primo minuto”.

 

Chiudiamo come sempre con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno di B…

“Bocciata la Reggina che ha perso una partita incredibile in casa contro il Varese, mi pare difficile adesso la strada che porta alla salvezza. Tra i promossi il Carpi capace di espugnare anche Brescia. Non ci sono stati scossoni comunque, il campionato è ancora molto equilibrato”.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa storia di Empoli-Avellino
Articolo successivoTV | l'ultimo Empoli-Avellino
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

41 Commenti

  1. Alessandro siamo difronte a qualcosa di assurdo, anche l’Avellino si è lamentato del trattamento che viene riservato al Palermo. Possibile nessuno possa fare niente e si debba assistere inermi a questo scempio che poi uccide il calcio e chi lo ama?

    • Tutto è migliorabile, ma in Italia ci si lamenta sempre e per qualsiasi cosa. Noi di certo possiamo fare poco, ma simili argomenti li devono affrontare le società ad inizio anno, secondo me rispetto all’anno scorso qualcosa è migliorato ma credo si debba procedere quanto prima ad una riduzione di organico della B per gestire meglio i calendari.

  2. Alessandro è vero che uno Rugani sta facendo una stagione stratosferica, e non nascondo che per me meriterebbe più di tutti il leone d’argento, ma come mai Pratali è stato impiegato così poco? A Pescara ha fatto capire che giocatore è.

    • Pratali non ha bisogno di far capire che giocatore è, lo sappiamo tutti ed io stesso ho sempre detto che è un giocatore di livello assoluto per la categoria. Non lo so perchè abbia giocato così poco, ma è anche vero che non ci sono state molte occasioni.

  3. Alessandro cosa ne pensi di questa dichiarazione di Zamparini:

    E sul record di espulsioni nel Palermo il numero uno del club di viale del Fante ha detto: “Forse tutta la categoria pensava ad un Palermo che dominava dall’inizio alla fine e forse per questo non ci trattano come gli altri. Siamo la squadra che ha raccolto più cartellini gialli e rossi, vi sembra una cosa normale e realistica? Contro lo Spezia mancheranno Maresca e Lazaar, non poco direi
    fonte: palermo.blogsicilia.it

    • M pare ci sia poco da commentare. Mi sembra una scusa puerile per giustificare un campionato un po’ al di sotto delle loro aspettative. Si lamenta dei cartellini, ma farebbe meglio a pensare al fatto che nelle ultime dieci giornate il Palermo ha commesso 202 falli contro, per esempio, i 129 dell’Empoli…

  4. In questo momento mi sembra che su Verdi ci sia maggiore fiducia, figlia dei rendimenti del giocatore. Questo pensi possa giocare contro Pucciarelli o funga da maggiore stimolo per il Puccia?

    • Non credo rappresenti un problema, l’importante è saper prendere il meglio da entrambi, ben sapendo che Manuel può essere anche l’alter ego di Tavano. Quando la concorrenza è sana e leale possono esserci solo aspetti positivi, soprattutto quando l’obiettivo finale è di primaria importanza.

  5. Ho visto Eramo nelle ultime 2 partite ( lasciando stare l’espulsione inutile di siena ) in netta crescita recuperando il ritmo partita …secondo te puo’ essere l’ arma in + dell ‘ Empoli ???

    • Forse non l’arma in più, ma un’arma in più. A Siena non mi è sembrato in crescita, espulsione a parte.

  6. Credo che lasciare l’Avellino a leccarsi le ferite per la sconfitta,ci toglierebbe una concorrente per i due posti utili per la promozione diretta….un Avellino a 41 punti con poi 14 partite da disputare,non credo che poi riesca a tirare fuori i 35 punti che serviranno per arrivare ad una promozione…..Io penso che in un campionato così equilibrato con 74-75-punti quest’anno si andra’ in serie A……..Quindi non voglio pensare altro che ad una vittoria e che il Castellani torni ad essere terra di conquista sì….MA PER GLI AZZURRI…..LE DOMANDE CHE TI VOLEVO FARE ALESSANDRO: “Quanto pensi che valgano per l’Avellino le assenze soprattutto di Zappacosta(infortunato) e Galabinov?(Sempre che lui non sia disponibile…..cosa di cui dubito molto)Ci dobbiamo davvero preoccupare per l’assenza di due(seppur bravissimi)giovani come Rugani e Hisaj(Ci metto anche Barba),quando sicuramente Rugani partira’ dalla panchina e lì probabilmente restera’(senza giocare non credo che si affatichera’ molto….. o no?),a meno che non si faccino male i 2 titolari Ceccherini e Romagnoli?
    Una considerazione finale…..Belotti è stato convocato e poi rimandato a casa per un affaticamento muscolare……Quanto vogliamo scommettere che Lunedi sera,correra’ come un cerbiatto?…….

    • Bè….quello che diceva la “Rosa” si è RIVELATA ANCORA UNA VOLTA una ca….volata….Rugani era dato come panchinaro….Purtroppo o meno male HA GIOCATO PER 90 MINUTI ALLA GRANDE SEGNANDO ANCHE IL GOAL CHE HA SBLOCCATO LA PARTITA…..Certo cosa vuoi aspettarti da un giornale che commentando la partita Siena-Empoli diceva: ” con il
      primo gol italiano di Rafa Jordà
      (che evita una vera beffa atroce
      ai Senesi) “

      • Non ho idea del peso che possano avere per l’Avellino le assenze a cui fai riferimento, credo che per i loro equilibri peserà molto quella di Peccarisi. Dell’Empoli non mi preoccupo, dovessero mancare tutti giocherebbe un certo Pratali, scusa se è poco… :-). Di quello che farà Belotti mi interessa poco, mi preme di più ottenere tre punti venerdì.

  7. Alessandro buongiorno. Tu non ami parlare degli arbitri ma noi abbiamo fame di notizie e curiosità e vorrei sapere il tuo personale giudizio sull’espuslione di Eramo? Dalla immagini si vede che il gesto è irruento ma non c’è contatto. Secondo te l’arbitro perché si è gettato frettolosamente cartellino in mano?

    • Dalle immagini, appunto. Il calcio per me è un’altra cosa, c’è chi vorrebbe la moviola in campo, io invece abolirei quelle che ci sono. Dallo stadio, a velocità normale il mio giudizio è che ci potesse stare l’espulsione ed anche il rigore, anche se quest’ultimo non è poi così solare. Per me questo è sufficiente, le immagini vengono dopo. L’arbitro secondo me è stato severo nell’espulsione, ma anche Eramo è stato ingenuo ad intervenire in quel modo a primo tempo concluso essendo già ammonito. Io non riesco a vedere manovre di palazzo, abbiate pazienza.

  8. Alessandro che impressione ti hanno fatto i due ex Spinazzola e Fabbrini? Il primo l’ho visto molto maturato.

    • Spinazzola molto, molto bene. E’ cresciuto tantissimo. Fabbrini è il solito che conoscevamo, non mi sembra cambiato di una virgola e quindi nessun passo in avanti. Quel passo che gli servirebbe per dare una svolta alla propria carriera.

  9. Daccordo con la visione generale di Marinai.
    Sopratutto quando si dice che in questa partita è stato bravo Sarri a tappare la falla creata con l’espulsione con cambi giusti. Stavolta condivido pienamente.
    Differisco solo su Simone Verdi dal quale mi aspetto non tanto il gol (se viene è certamente un bene) ma che la sua crescita sia legata a dare i palloni vincenti per gli attaccanti.
    Questa per me è una crescita tecnica importantissima non solo per lui ma proprio per tutto l’impianto di gioco della squadra. Da cui dipende il nostro futuro.

    • Per crescere si ha bisogno di iniezioni di fiducia e per un attaccante non c’è iniezione migliore di un gol. E’ chiaro che poi dovrebbe diventare determinante per il ruolo per cui è deputato, ma in questo momento ho la sensazione che una rete sarebbe un bel toccasana.

  10. Bravo Dash, sottoscrivo al 101% su Verdi, che anche a Siena nel primo tempo ha sprecato un paio di palloni che potevano/dovevano diventare decisivi

      • Son gia 1,82…..e quanto mi vuoi far crescere ancora…. :)…..Non c’è dubbio caro Dash,che se Verdi riesce a migliorare negli assist ai compagni,la squadra mette la freccia e non ce n’è piu’ per nessuno……Non dimentichiamoci mai pero’ che ha SOLO 21 ANNI ED E’IL PRIMO ANNO CHE SVOLGE QUESTO RUOLO E CHE A VOLTE E’ PIU’ FACILE EMERGERE IN SQUADRE MENO FORTI DOVE LE RESPONSABILITA’ SONO MINORI…..Non so’se l’anno prossimo possono rinnovarci il prestito di questo ragazzo,ma credo che in qualsiasi categoria si ritrovera’ a giocare….la sua esplosione ci sara’ di sicuro…..Speriamo ancora ad Empoli!

  11. Alessandro vogliamo anche in trasmissione iniziare a far sentire il nostro sdegno per quante ce ne stanno combinando? Mi sembra che un po tutti si preferisca il silenzio ma bisogna iniziare a fare ruomore!!!!! Anche te e il Cocchi dovete iniziare a dire e scrivere che questi arbitraggi ci stanno penalizzando.

    • Hai scelto la persona sbagliata per mettersi a piagnucolare per presunti torti arbitrali. Leggendo i commenti di tanti tifosi azzurri nel dopo Siena mi sembra non ci sia stata uniformità nel condannare le decisioni dell’arbitro, indi per cui il pensiero di essere penalizzati non è così diffuso.

  12. Alessandro ma qual’è il tuo schietto pensiero su Mario Rui. Ogni volta che gioca vedo che su PE ne esaltate le prestazione ma anche a Siena p, a mio avviso, non ha fatto benissimo e all’ultimo stava per fare una frittata colossale

    • E’ ancora presto per le valutazioni ma è indubbio che qualcosina in più me l’aspettavo. Devo solo capire se è stato lui a non darlo o se sono stato io ad aver avuto aspettative superiori 🙂

  13. Come ti spieghi che ultimamente se gioca bene Tavano fatica Maccarone e se fa un partitone Maccarone, leggi Siena, Tavano non c’è?

  14. Alessandro voglio farti questa domanda. Se venerdì dovesse arrivare un pari, o addirittura una sconfitta, ma con una grande prestazione, sarebbe giusto, anche da parte di voi media, continuare a guardare solo l’aspetto del gioco o cominciare a dire che nel girone di ritorno siamo in media da retrocessione?

    • Non capisco, il tuo concetto ha una contraddizione di fondo per me… Non arrivasse la vittoria ma ci fosse una grande prestazione cosa e chi dovremmo attaccare? E perchè? Solo perchè non arriva il risultato? Non sono d’accordo, nessuno lo fa di proposito a non concretizzare la mole di lavoro. Giocando così non ci saranno problemi.

  15. Tu dici che a l’Ascoli potrebbe bastare un punto quindi immagini una squadra piuttosto arroccata magari puntando solo alle ripartenze, non è uma situazione agevole per gli Azzurri. Se uscisse, mi auguro di no, l’ennesimo pareggio psicologicamente come la vedi al Castellani comincia a mancare da un bel pò di tempo la vittoria!

    • Ovviamente si parla dell’Avellino… La gara non sarà affatto semplice e se non dovesse arrivare la vittoria non credo sia il caso di farne un dramma. Ci sono anche gli avversari in campo.

  16. Alessandro parliamo un po’ di Avellino. Ti immagini una gara bloccata, un vero problema. Quale potrebbe essere la chiave tattica del match?

    • La spina dorsale della squadra, la velocità di esecuzione e la rapidità di pensiero serviranno come il pane. E tanta pazienza, perchè non mi aspetto novità tattiche.

  17. Alessandro ciao, senti ti volevo chiedere una cosa, un tuo pensiero su Martusciello: lo vedresti bene come prossimo tecnico dell’Empoli dopo Sarri?

    • Lo avrei visto bene per il dopo Campilongo, ma poi furono fatte altre scelte. Oggi non lo so, non so nemmeno se lui stesso vorrebbe un ruolo di primo piano. In questo momento lo vedo perfetto come collaboratore di Sarri, il mister si consulta spesso con lui.

  18. Mi piacerebbe molto rispondere a tutte le domande sopra, ma non ho molto tempo e non è nemmeno compito mio. Però è bello vedere quanto attaccamento c’è per l’Empoli e sarebbe bello scambiare 4 chiacchiere e scambiarsi le idee con chi ama questa squadra. Io aggiungo una questione che pare non menzionare nessuno ma a me sta molto a cuore. Io vorrei,per una volta, vedere Pucciarelli giocare nel ruolo di Tavano. Amo Cicciuzzo e lo adoro da sempre e mi piacerebbe se adesso insegnasse tutto al piccoletto di come si fa l’attaccante. E sono fortemente convinto che il Puccia sarebbe un degno erede di Ciccio. Dite, come si fa a sostituire Tavano? Dico solo di farlo rifiatare gli ultimi 25 minuti e dare una chance a Pucciarelli, specialmente se gioca come a Siena (Tavano intendo). Una partita storta capita, sfruttiamola per provare delle novità!!

    • Io credo che in questo finale di campionato ci sarà occasione di vedere Pucciarelli seconda punta, ma credo anche che Ciccio abbia poca voglia di abdicare 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here