L’attesa dopo l’impresa. La Juventus è bloccata a Porto, dove ieri ha battuto 2-0 i Dragoes ipotecando l’accesso ai quarti di Champions League, e rischia di perdere una giornata di lavoro a Vinovo. Secondo i piani iniziali, i bianconeri avrebbero dovuto imbarcarsi alle 10 di questa mattina (ora locale portoghese, le 11 italiane) su un charter Alitalia che però non è ancora atterrato nello scalo lusitano per un problema tecnico. In questo senso, non aiuta l’annunciata giornata di caos della compagnia italiana alle prese con lo sciopero negli scali e nei nostri cieli.

La Juventus è stata avvertita della cancellazione del volo ancora prima che lasciasse l’hotel nel quartiere di Gaia (la zona della città, sulla sponda destra del fiume Douro, dove si trovano le più famose cantine in cui invecchia il porto) per raggiungere l’aeroporto Francisco sa Carneiro. Buffon e compagni dovrebbero decollare nel primo pomeriggio, intorno alle ore 15 locali, con il forte rischio di arrivare a Torino troppo tardi per svolgere una regolare seduta di allenamento, che in ogni caso avrebbe riguardato solamente i giocatori non impiegati in Champions, molti dei quali saranno comunque titolari in campionato come ad esempio Bonucci, Dani Alves, Marchisio, Rugani. Un problema non da poco, considerando che tra poco più di 48 ore, sabato sera, la Juve dovrà tornare in campo allo Stadium contro l’Empoli.

fonte: larepubblica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here