Il Cittadella

Il Cittadella

L’A.S. Cittadella nacque nel 1973 dalla fusione di due squadre cittadine, la Cittadellese e l’Olympia Cittadella, fondate rispettivamente nel 1920 e nel 1948. L’Olympia fu l’unica delle due che inizialmente riuscì ad avere una rilevanza a livello dilettantistico, arrivando fino alla IV Serie

L’A.S. Cittadella nacque nel 1973 dalla fusione di due squadre cittadine, la Cittadellese e l’Olympia Cittadella, fondate rispettivamente nel 1920 e nel 1948. L’Olympia fu l’unica delle due che inizialmente riuscì ad avere una rilevanza a livello dilettantistico, arrivando fino alla IV Serie durante gli anni cinquanta.

Tra il 1989 e il 1998 la squadra ha militato sempre in Serie C2, salvo una parentesi di due campionati, (1991/93), nella quale ha disputato il campionato Interregionale. Nella stagione 1997/98 arrivò sulla panchina granata l’allenatore Ezio Glerean che dopo l’ottima esperienza al Sandonà portò il suo modello di calcio a Cittadella riuscendo subito ad ottenere la promozione alla Serie C1 attraverso i play-off che videro il Cittadella prevalere in finale sulla Triestina grazie al miglior piazzamento in campionato.

Seguono 5 stagioni in Serie C1, con i play off sfiorati per un soffio sia nel 2005/06 che nel 2006/07. La formazione veneta, ritornata ad avere la denominazione originaria e a giocare a Cittadella, al termine della stagione 2007/08 riesce finalmente a raggiungere i play off piazzandosi 3a in classifica, con Claudio Foscarini alla guida della squadra.

Prima avversaria è il Foligno, guidata da Bisoli, rivelazione del torneo: nella partita di andata, in trasferta, il Cittadella esce sconfitto per 1 a 0, ma riesce a ribaltare il risultato nel ritorno imponendosi in casa per 2 a 0, con le reti di De Gasperi e Manucci, raggiungendo la finale dei play-off contro la Cremonese.

La gara 3 si apre con una nuova sconfitta in casa (0-1, Temellin), ma il Cittadella (squadra formato trasferta) riesce a conquistare la seconda promozione in serie B della sua storia, andando a vincere per 3 a 1 (reti di Meggiorini, Coralli e De Gasperi) allo “Zini” di Cremona nella gara di ritorno dell’8 giugno 2008. Nel 2008 il Cittadella ritorna tra i cadetti dopo 6 anni di purgatorio. È la seconda promozione in B e il pubblico in delirio celebra nella piazza cittadina la squadra e la società di ritorno da Cremona.

Il desiderio dei tifosi (riassunto nel motto “Chi non salta Padovano é…”) di giocare allo stadio Tombolato di Cittadella nella stagione di Serie B 2008-2009, questa volta unito a quello di società e istituzioni locali, non è rimasto sulla carta. Il Cittadella, infatti, dopo aver giocato inizialmente allo Stadio Omobono Tenni di Treviso, in attesa del completamento dei lavori di ampliamento del proprio stadio per portarne la capienza a 7.623 posti, a stagione in corso è rientrato a giocare al Tombolato. Il 15 novembre 2008 il Cittadella ha giocato la sua ultima partita a Treviso contro AlbinoLeffe pareggiando 0-0. La prima gara del Cittadella in serie B allo stadio Tombolato è stata disputata il 29 novembre 2008 contro l’Ancona (gara pareggiata 0-0), avverando finalmente il sogno tanto agognato dai tifosi granata. Coincidenza vuole che entrambe le squadre siano approdate in serie B lo stesso giorno e per ben due volte.

 

nel video il match dell’andata

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy