Speciale Serie A | Facciamo le carte agli avversari: il Chievo

Speciale Serie A | Facciamo le carte agli avversari: il Chievo

Eugenio Corini si è guadagnato la conferma con due salvezze consecutive ai limiti del miracoloso: una non gli era bastata, un anno fa il club aveva scelto Sannino, salvo poi innestare la retromarcia provvidenziale a novembre. Si riparte da una certezza in panchina, ma i motivi di conforto finiscono

Chievo VeronaEugenio Corini si è guadagnato la conferma con due salvezze consecutive ai limiti del miracoloso: una non gli era bastata, un anno fa il club aveva scelto Sannino, salvo poi innestare la retromarcia provvidenziale a novembre. Si riparte da una certezza in panchina, ma i motivi di conforto finiscono qui. La perdita grave sta dietro la scrivania: Giovanni Sartori ha detto stop. Il vero regista della favola Chievo passa la palla a Luca Nember, cui serviranno capacità e fortuna per emulare il precedessore. L’organico ha perso altri pezzi importanti, su tutti Thereau e il capitano Rigoni: cavarsela con sempre meno mezzi somiglia a un azzardo. . Obiettivo: salvezza . Come gioca: 4-3-1-2 . Punto forte: Trasmettere concetti di gioco, ma anche storia e filosofia del club: Eugenio Corini sa come si fa. Solo uno con il Chievo tatuato sulla pelle può vincere la sfida salvezza. . Punto debole: Via Thereau, ecco Meggiorini (senza gol dal 27 gennaio 2013) e Maxi Lopez (2 gol e mille tweet nell’ultima stagione): per segnare serve un Paloschi versione deluxe. . Gabriele Guastella – In collaborazione con GS Guerin Sportivo – Dir.Resp.Matteo Marani | Guerin Sportivo sponsor tecnico ufficiale Trofeo Leone d’Argento PianetaEmpoli.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy