Queste le pagelle redatte dallo staff di PianetaEmpoli.it inerenti la prova degli azzurri contro il Cittadella nella gara terminata 2-0 per i nostri colori:

 

HANDANOVIC 6 – Praticamente deve fare solo l’ordinaria amministrazione dove è sempre puntuale.

 

TONELLI 6 – Gioca fuori ruolo per dare respiro a Vinci. La partenza è un po’ sofferta ma poi piano piano prende le misure e finisce senza affanni.

 

MARZORATTI 6,5 – In carriera ha fronteggiato avversari ben più forti dei vari Gabbiadini e Piovaccari, però va segnalata la sua prova sicura nella quale non concede niente. Speriamo che sia l’inizio di un grande ritorno.

 

STOVINI 6,5 – Dietro soffre poco e niente, cosi non contento il capitano si spinge avanti e con tutta la rabbia in corpo spara in rete il gol del vantaggio azzurro. Lorenzo è sempre più magnifico.

 

GOTTI 6 – Anche per lui la sofferenza in difesa è davvero minima. Buoni gli inserimenti in avanti anche se i cross sono ancora da rivedere.

 

MORO 6,5 – Se consideriamo che fino a ieri aveva la schiena bloccata la sua gara potrebbe valere anche un punto in più. Parte in sordina con alcuni passaggi sbagliati ma poi prende in mano il centrocampo senza farsi mancare qualche tiro dalla media distanza, di cui uno molto pericoloso.

 

SIGNORELLI 6,5 – I biglietti da visita l’italo-venezuelano gli aveva già mostrati, oggi entra e segna il gol del definitivo 2-0 con una fredezza da giocatore navigato. Se il buongiorno si vede dal mattino…..

 

MUSACCI 6 – Prova a dare geometria al centrocampo azzurro anche se a volte non è precisissimo. Sostituito perchè ad un certo punto la fantasia doveva lasciare spazio alla quantità.

 

SORIANO 6 – Entra per dare un po’ di riposo a Musacci e si limita al compito datogli dal mister senza lodi e senza infamie.

 

VALDIFIORI 7 – Mirko è fondamentale in questo assetto di gioco. Sa fare muro e sa fare da interditore. Nel finale il mister lo mette a protezione della difesa e lui è impeccabile.

 

NARDINI 6,5 – Oggi si è rivisto il Riccardo di inizio campionato. Veloce e dinamico fa bene le due fasi di gioco e poi ci mette sempre la giusta rabbia. Stovini la mette dentro ma il tiro (bellissimo) che da il la all’azione è suo.

 

CORALLI 6,5 – Dare un voto al Cobra rimane davvero difficile. La davanti è sempre da solo a dover combattere contro le orde avversarie che non perdono occasione per fargli sentire il gioco duro. Ne ha sempre almeno due addosso e fa della protezione palla uno suo prodotto a marchio registrato. Bravo nel dare palla a Moro nel finale per un tiro che meritava di più. Per spirito di sacrificio sarebbe sempre da 10, quello che ci piacerebbe sapere è se lui si stia divertendo o meno.

 

FORESTIERI 6,5 – Ha la pecca, non per sua volontà, di giocare troppo lontano da Coralli. Anche oggi “El Topa” fa divertite il pubblico empolese che gli dedica una lungo applauso all’uscita dal campo. Bello il duello con il portiere veneto che è bravo a dirgli di no per tre volte di fila.

 

SAPONARA 6,5 – Venti minuti di gara davvero positivi. Mandato a sinistra a sorpresa entra subito in partita e l’assist per l’ex compagno della Primavera è davvero da applausi.

 

AGLIETTI 6,5 – Bisogna fare di necessità virtù e stringere i denti. La coperta, soprattutto la davanti è corta e meno male che Moro e Stovini hanno risposto presente all’odierna chiamata. La squadra non gioca una partita da manuale del calcio ma fa tutto quello che deve fare, spinge quando è il momento (trovando il gol) e si difende senza ansie alla fine, sfoderando un contropiede micidiale. Le prossime due partite potrebbero essere il definitivo ago della bilancia del campionato empolese.

CONDIVIDI
Articolo precedenteOttavi di Finale: accoppiamenti, orari e località
Articolo successivoPiacenza, niente trasferta senza la Tessera del Tifoso
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. Come sempre quando si vince voti più alti di quanti visto in campo.. Sono contento della vittoria e soprattutto di aver visto un marzoratti in crescita. Con un suo recupero al 100% possiamo fare un bel salto di qualità in difesa. Ha fatto bene il mister a farlo giocare nonostante le ultime opache prestazioni. Aspetto con ansia anche il rientro di fabbrini e mchelidze. Se recuperiamo al meglio anche loro, siamo davvero forti!
    Forza adesso piacenza non dobbiamo perdere.. I play off sono alla nostra portata.

  2. Vorrei far notare la prova veramente positiva di Saponara che ha dato il la a ripartenze e passaggi precisi.Questo ragazzo come vado ripetendo da diverse partite ha delle movenze e una facilita’ di corsa che abbinate a un bel dribbling lo porteranno sicuramente verso altri lidi che non siano la serie B!Oltretutto mi sembra che abbia un bel fisico(nel senso sportivo),il che non guasta per un giocatore di soli 19 anni!Credo che il dopo Fabbrini sia assicurato anche per l’anno prossimo e sicuramente con molta piu’sostanza!

  3. Saponara non è Fabbrini ; Fabbrini è altra cosa ; come paragonare Pepe a Nani ; Fabbrini è davvero forte , se vuole , se sta bene ; il prossimo anno a Udine farà faville, vedrete

    • Saponara non è Fabbrini? ma per piacere, cos’ha fatto Fabbrini? Giocatore troppo sopravvalutato, a livello fisico e tecnico il paragone non c’è nemmeno, Saponara sta crescendo sempre più ed ha margini di miglioramento nettamente più ampi rispetto a Fabbrini.

  4. Per quanto riguarda le pagelle, e quindi la partita con il cittadella, non per fare il catastrofico o il pessimista, ma sarebbe bello dire le cose come stanno.

    Abbiamo fatto pena. Abbiamo sofferto contro il cittadella. Ci siamo chiusi a catenaccio in casa nostra contro una squadra che fa ridere già dal nome.

    Ma passando al discorso Fabbrini…
    Smettetela di dire che è forte. Non ha fatto niente da quando è in prima squadra quindi tanto forte non mi sembra.
    Forse non sarebbe male come giocatore ma è chiaro che o per un problema di testa o per un problema di fisico, questo giocatore non rende a tal punto da meritarsi la Panchina a Empoli. Quindi figuriamoci se sarebbe preso in considerazione dall’Udinese.

    Per finire
    Fernando Martín Forestieri (Rosario, 15 gennaio 1990)
    Diego Fabbrini (San Giuliano Terme, 31 luglio 1990)

    stessa età. Pensate ci possano essere paragoni?
    Io direi di no.
    Fabbrini a casa e speriamo che forestieri resti anche il prossimo anno.

  5. tappeti non capisci xxxxxxxxxxx niente cosa a fatto forestieri nemmeno 1 go ma che partite vedi.ti sei scordato di fabbrini le prime 15 partite .l’unica cosa buona che ai detto e’ che non c’e’ paragone.fabbrini a udine lo vogliono forestieri lo mandono in giro x xxxx xx xxxxxxxx

  6. per gli altri anche saponara meglio di fabbrini ma fatemi il piacere .non mi stupisco se vi scordate subito di uno come fabbrini perche non capite un xxxxx

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here