L’Empoli esce vittorioso dalla difficile trasferta di Juve Stabia ribaltando il risultato nel finale e ottenendo tre punti strameritati. Queste le pagelle redatte dallo staff di PianetaEmpoli.it.

 

BASSI 6 Incolpevole su destro da fuori di Caserta in avvio, per il resto si limita a interventi di ordinaria amministrazione anche se dimostra sicurezza e tempismo nelle uscite.

 

LAURINI 7 Dopo l’ultima gara sotto tono con il Grosseto, torna a disputare una prova di grande determinazione e spessore agonistico. Neutralizza con efficacia chiunque si trovi a passare dalle sue parti costringendo Acosty a girargli opportunamente alla larga.

 

TONELLI 6 Commette alcuni errori di disimpegno ma, nel complesso, chiude bene i varchi e concede poco agli attaccanti campani. Un intervento molto duro sull’ex Gorzegno poteva costargli il giallo.

 

REGINI 6,5 Prestazione assai incoraggiante. Con la pesante assenza di Pratali, comanda la difesa con autorità e senso della posizione. Sul campo più difficile dal punto di vista ambientale, emergono finalmente le sue indubbie qualità.

 

HYSAJ 6,5 Il giovane terzino sta crescendo a livelli esponenziali. Gioca e difende con la sicurezza di un veterano anche se stavolta, forse preoccupato dalla presenza di Acosty che a un certo punto viene dirottato da Braglia sulla sua corsia, offre minore sostegno all’azione offensiva e alle ripartenze.

 

MORO 6,5 Non è devastante come sette giorni fa con il Grosseto ma, anche in posizione più decentrata, garantisce il solito prezioso contributo in chiave tattica e in termini di personalità. Ormai comanda il centrocampo con una padronanza tale che gli consente di provare la conclusione sempre più spesso. In un’occasione sfiora la rete con un destro da fuori area.

 

VALDIFIORI 6 Inserito da Sarri nella zona nevralgica del campo, sembra il meno ispirato del trio di mediana ma ha comunque il merito di sapersi gestire con esperienza e senso tattico anche nei momenti di minore brillantezza atletica.

 

(dal 79′ SIGNORELLI 6) Sarri lo getta nella mischia nel finale nella speranza di ottenere maggiore fantasia e possesso palla, trovando nel venezuelano un autentico amuleto portafortuna. Dal suo ingresso in campo non passa neanche un minuto e Tavano è già in gol. Poi, nel finale, contribuisce ad alimentare la spinta emotiva che porta gli azzurri a impossessarsi trionfalmente del match.

 

CROCE 7,5 Il pupillo del tecnico regala la migliore prestazione da quando è in azzurro. Sciorina geometrie e verticalizzazioni con straordinaria continuità e lucidità. Quasi incredibile pensare che non doveva neppure scendere in campo. Si sta ritagliando uno spazio sempre più decisivo nell’idea di gioco elaborata da Sarri negli ultimi due mesi di campionato. Parla lo stesso linguaggio tecnico di Saponara quando lo imbecca perfettamente in area in occasione dell’azione da cui scaturirà il gol del pareggio di Tavano. (dal 85′ CAMILLUCCI S.V.)

 

SAPONARA 7,5 Dopo una partita di grande qualità nella quale dispensa giocate e soluzioni offensive a getto continuo (bellissimo l’assist per Tavano al 63′ quando l’attaccante azzurro calcia fuori da pochi metri), al 90′ decide che è arrivato il momento di accendersi in maniera decisiva. Sfrutta una triangolazione con Maccarone per arrivare di fronte a Nocchi e batterlo con un preciso tocco nell’angolo basso. Sempre più netta la sensazione che abbia movimenti e intuizioni che hanno ormai poco a che fare con questa categoria. Stato di grazia.

 

MACCARONE 7 Nonostante una carriera luminosa e densa di soddisfazioni, si mette sempre al servizio della squadra con generosità e costante applicazione. Imprescindibile punto di riferimento avanzato del gioco azzurro, sfiora il gol con un perentorio colpo di testa nel primo tempo miracolosamente sventato da Nocchi e disegna, in collaborazione con Saponara, l’azione decisiva del gol vincente.

 

TAVANO 7 Il quarto tentativo è quello buono. Fa notizia che si divori almeno tre occasioni clamorose prima di arrivare puntuale, all’80’, all’appuntamento con il “tap-in”decisivo che rimette la gara in parità. In forse fino all’ultimo momento, si rivela ancora una volta determinante con il suo più classico marchio di fabbrica: il gol di rapina (dal 92′ SPINAZZOLA S.V.).

 

SARRI 7 I suoi ragazzi disputano almeno 80 minuti di grande calcio, mettendo alle corde la quarta forza del campionato sul suo ostico e temuto terreno. La squadra, in questo momento, mostra trame e movimenti a tratti spettacolari e tiene il campo con crescente personalità e vigore atletico. E’ riuscito a dare all’Empoli una precisa identità di gioco e se crescerà numericamente la rosa a sua disposizione, soprattutto nel reparto difensivo, l’impressione è che si possa porre le basi di un progetto davvero interessante in chiave futura.

30 Commenti

  1. Concordo su tutto ttsnne che su tonelli che ha avuto le pslle di steccare gorxegno entrato per fare la caccia all uomo ….per la legnata. A quel maiale tonelli 7

  2. Certo che dopo prestazioni del genere,incomincia a diventare difficile pensare di togliere qualcuno da questa squadra….Regini sicuramente sta trovando la sua giusta maturazione in un ruolo non piu’ suo che ricopriva nella primavera della Samp….toglierlo per Mori?Per Accardi?E poi Hisaj?Toglierlo per Accardi o magari per Regini che torna al suo ruolo di terzino sinistro?E’vero che piu’ siamo è meglio è….pero’ per Sarri diventera’ difficile gestire tutti….e poi cavolo….perchè spezzare l’incantesimo……Bisogna essere obbiettivi….anche se il campionato sara’ lunghissimo….probabilmente qualcuno è di troppo e non parlo soltanto di Romeo o Cori…..Guardate Pecorini…che per ora spazio ne ha avuto davvero poco…

    • Caro Daniele, è vero che squadra che vince non si cambia.. però abbiamo la peggior difesa del campionato, un motivo ci sarà no? Io credo che con il rientro di mori in difesa accanto a pratali possiamo crescere ulteriormente e puntare davvero in alto. Poi mi sbaglierò..

      • Lo credo anch’io….ma non è che Mori in questi anni infortuni a parte sia da considerarsi il Nesta della situazione….primo perchè non lo è,poi anche perchè prima di raggiungere una condizione ottimale dopo un infortunio cosi’ lungo ci vorra’ del tempo…e dovra’ essere utilizzato i primi tempi soprattutto come panchinaro pronto al subentro!E non dimentichiamoci che a Empoli non è che si siano mai viste grandissime sue prestazioni(guardare Empoli-Grosseto dello scorso anno).Certo alto come è puo far comodo sulle palle alte…sempre che non perda di vista l’avversario come ogni tanto gli è successo!Se devo essere sincero mi aspetto molto di piu’ da Accardi,perchè nonostante la condizione fisica precaria e un ginocchio balbettante….con il Brescia mi ha fatto un’ottima impressione…..Oggi comunque la difesa si è comportata benissimo ed il goal è stato solo un grande gesto di Caserta….se pensi che mancava il Pampa,non si puo’ che farle i complimenti.Comunque se come dici tu,si cresce in difesa si puo’ davvero arrivare presto alla salvezza……certo c’è da dire che di goals se nè presi tanti……ma cavolo,spesso ci fanno dei goals incredibili….spesso imparabili….anche se come dico io tutto è parabile…se si para!

        • Io volevo solo dire che possiamo ancora crescere, soprattutto in difesa e anche se ci hanno fatto dei goal incredibili, tanti erano evitabili. Non dico che mori risolverà tutti i problemi, ma credo che quando troverà la condizione può fare meglio di regini.. Detto questo, bisogna solo fare un grosso applauso alla squadra che gioca attualmente il miglior calcio della serie b, almeno al pari delle prime 3 che stanno facendo un campionato a parte.. io credo nella promozione e credo che sistamata la difesa non sia poi così un miraggio.. forza azzurri!

  3. Certo che con la rosa al completo siamo tanti…pero mancsno tante. Partite e visto che con gli infortuni non siamo fortinati statei attento a gennaio per esempio oggi avevamo solo cori come riserva alle punte

  4. Sarri si è dimostrato intelligente, è arrivato a Empoli con un gioco completamente diverso(a lanci su una punta di peso) da quello che fa ora la squadra. Dopo le sconfitte iniziali si è accorto che la squadra non era adatta al suo gioco, quindi ha costruito un gioco basato su passaggi corti privilegiando la tecnica individuale, la caratteristica principale dei nostri 3 davanti. Siete d’accordo?

    • D’ accordissimo con la tua analisi!! Questa squadra col 4-4-1-1 di inizio anno (saponara in fascia, maccarone dietro cori) non si poteva vedere, ma ora con questo modulo che privilegia il gioco palla a terra (che tra l’ altro, con croce e valdifiori a centrocampo è ancora meglio espresso) ce la possiamo giocare con tutti….non molti porteranno via punti da questo campo e noi ce l’ abbiamo fatta!! Se evitiamo di prendere sempre gol migliorando la difesa ci toglieremo grosse soddisfazioni secondo me!!

  5. aveva ragione mister braglia , nel dire che la partita contrp l’empoli sarebbe stata difficile , dichiarando l’empoli molto forte ….GRANDIIIIIIIIII…..

  6. Concordo con i voti!!
    La rosa di quest’anno e’ troppo ampia, a Gennaio giocatori come Pelagotti,Romeo,Pecorini,Spinazzola,Boniperti, Cori,Shekiliadze.. Non so’ su Camilucci, perché credo che si rileverà utilissimo in campi più pesanti, dove serviranno sia lui che Moro!!

    • Bè NON ESAGERIAMO SAM CON LE PARTENZE…..comunque una rosa troppo grande mal si allena(da parte dell’allenatore)e poi si rischia che chi rimane troppe volte fuori perda la giusta concentrazione e grinta che poi va messa in campo…anche perche poi farsi trovare pronto non è facile….Certo ormai arriviamo alla pausa…ma scremiamo nella giusta maniera la nostra rosa….e se occorre prendiamone uno o due che ci possano fare comodo davvero……certo dopo 6 vittorie su sette parlare di rinforzi…. 🙁

  7. Mancano 25 partite…le rose devono far fronte a tutte le avversita…giochiamo queste 5 partite prima del mercato e poi vediamo di cosa hai bisogno….

    • Io faccio un applauso a chi ha avoto coraggio di criticare Sarri e la società.
      Quando è stato giusto criticare.
      Stringo la mano a chi dice bravo e gli riconosce il buon cambiamento all’allenatore che ha saputo tener duro.
      Mentra ai fascistoidi come te auguro le stesse parole di mer da che tu spari sugli altri.

  8. Be’ Daniele adesso abbiamo una rosa di 32/33 giocatori, credo che sia troppo ampia, se a Gennaio vendiamo e mandiamo in prestito 6/7 giocatori la nostra rosa diventa più ridotta, e più facile da allenare…
    Circa più di 2 mesi fa’ avrei detto che a questa squadra servivano 2 innesti, ma vedendo come gioca adesso, credo che non ne abbiamo bisogno….

  9. D’accordo + o – con tutti i voti, tranne che x Valdifiori x me è da 4, anzi dopo le dichiarazioni del procuratore da 3. Se doveva mettersi in mostra x spiccare il volo verso palcoscenici + blasonati mi sa’ che ha sbagliato qualcosa. X me da gennaio è sul mercato, ESUBERO!

  10. Sono d’accordo con Daniele, x quanto riguarda Mori penso che prima di far giocare lui sia meglio Accardi, ammesso e non concesso che si debba togliere Regini. L’unico appunto che mi sento di fare al mister è quello che quando andiamo fuori cerchiamo, i primi 20-25 minuti, di giocare + compatti + a protezione della difesa anche se è necessario con gli attaccanti, in modo che sia + difficile agli avversari di farci gol con 1-2 tiri in porta. Tanto davanti con quei 3 il gol non dovrebbe essere difficile farlo!!

  11. Vorrei dire una cosina su Croce. Conoscevo le qualità del calciatore, soprattutto dell’uomo. Non mi meraviglia la sua versatilità tattica e la sua capacità di adattarsi in vari ruoli. La sua intelligenza tattica, mi ricorda Cossu del Cagliari. Il calciatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere. Forse meritava una carriera più importante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here