Gonzalo Higuain e Paul Pogba, sempre loro: in casa Juventus si avvicina il giorno decisivo per la grande doppia operazione. Dovrebbe essere mercoledì, con l’attaccante argentino che arriverà a Torino senza passare per Dimaro, mentre il Manchester United pare aver piazzato l’assalto definitivo per il centrocampista francese. Nel frattempo, si segnalano scosse anche per quanto riguarda il futuro di Simone Zaza: l’attaccante lucano è pronto a cambiare agente, vuole rimanere il bianconero, ma nel frattempo si fa avanti il Milan, che potrebbe arrivare a convincerlo. C’è anche la Roma. Sempre in uscita, la Vecchia Signora registra l’insistezna del Cagliari per arrivare a Mauricio Isla. Per sostituire Pogba, il nome più caldo al momento pare quello di Axel Witsel.

La cessione di Higuain spinge intanto il Napoli a cercare un sostituto di eccezione: i partenopei si sono detti disponibili a rivedere al rialzo la propria offerta all’Inter, sino ad arrivare a 45 milioni di euro più bonus. A livello contrattuale, l’ingaggio proposto all’attaccante argentino sarebbe pari a 6,5 milioni di euro più 3 milioni come bonus per la gestione dei propri diritti di immagine. Le alternative portano i nomi di Milik, Bacca e Kalinic. Dal Napoli all’Inter, passando per Icardi, il passo è davvero breve. Non si placano le voci di un possibile addio fra i nerazzurri e Roberto Mancini. Il summit con Thohir avvenuto a Portland la scorsa settimana non ha fugato i dubbi del tecnico di Jesi che nutre perplessità sulla volontà della nuova proprietà di riportare il club ai vertici, sia in Italia che in Europa. L’ipotesi dimissioni appare piuttosto concreta e a inizio prossimo settimana – in un summit nella Grande Mela nella quale sarà presente anche Suning – Mancini deciderà sul suo futuro. I nomi più caldi al momento sono quelli di Leonardo e di Frank De Boer, mentre se saluterà Mancini potrebbe saltare la trattativa per Candreva, con una decisa virata su Bernardeschi.

Capitolo Roma: le prossime 48 ore saranno decisive per il ritorno di Wojciech Szczesny. Positivi i contatti con l’Arsenal, proprietario del cartellino del polacco, ma si continua a monitorare Diego Lopez come eventuale alternativa. Intanto, come detto, prende quota il nome di Zaza come sostituto di Edin Dzeko. La Lazio, per rimanere nella Capitale, ha praticamente chiuso per l’arrivo del difensore brasiliano Wallace dal Braga: trasferimento a titolo definitivo, contratto di 5 anni.

Notizie sparse: il Cagliari insiste per Borriello, ma registra la concorrenza del Chievo. A Pescara si avvicina Giovanni Simeone. Il Torino ha ceduto Sanchez Mino all’Independiente a titolo definitivo; la Sampdoria Martinelli al Brescia in prestito con diritto di opzione e contro-opzione. La Fiorentina ha preso il giovane Hernan Toledo con la formula del prestito, l’Ascoli ha annunciato il rinnovo fino al 2018 per Cacia. Sempre in B, la Spal ha preso Cremonesi a titolo definitivo dal Crotone. In Lega Pro, l’Ancona ha annunciato il nuovo CdA: Miani Presidente, Ranieri vice.

1 commento

  1. Certe cifre,del calcio mercato,sono veramente vergognose,con tutta la gente che muore di fame e considerando che tantissime persone non riescono ad arrivare a fine mese.Ci vuole un tetto che non si possa superare,in qualsiasi parte del mondo ci si trovi….ma purtroppo e non ne voglio fare certo un discorso politico….certi ingaggi molto alti,per i governi vogliono dire grossi introiti a livello di tasse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here