Uno dei tanti discorsi che circola liberamente in questo periodo è quello legato alla convenienza della retrocessione. Al di la dell’aspetto sportivo, emotivo e professionale sul quale possiamo soprassedere visto che è dentro la natura umana l’esser volti al meglio, ci sono delle ragioni prettamente economiche che non collimano con la suddetta filosofia.

Basti pensare alle ultime dichiarazioni di Francesco Ghelfi, AD azzurro, nelle quali si spiegava nel dettaglio quanto fatturato nell’ultima gestione sportiva. Cifra superiore ai 50 milioni di euro, che un pochettino puo’ essere scremata dalla conquista del decimo posto ma situazione ben superiore ai 25 milioni che una squadra come l’Empoli prenderebbe in caso di serie B.

Il paracadute, per fare chiarezza, è cosi composto:

– 25 milioni di euro per squadre che sono da 3 anni in serie A
– 15 milioni di euro per squadre che sono da 2 anni in serie A
– 10 milioni di euro per squadre che sono da 1 anno in serie A
– in caso di quota residuale questa verrà destinata al club retrocesso con 3 anni di anzianità in serie A nel caso in cui questo non venga immediatamente promosso.

La serie A resta di gran lunga la migliore delle situazioni, soprattutto per un club come l’Empoli che non si deve societariamente rifondare avendo una solidità strutturare che pone le sue basi sul settore giovanile. Ovviamente i pensieri possono essere molteplici, ma di fronte ai numeri c’è poco da dire.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFabrizio Corsi: “Dobbiamo ritrovare l’ambiente”
Articolo successivoTV | Conferenza stampa Massimo Maccarone
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

27 Commenti

  1. si ma se retrocediamo inseme al palermo devono dividersi il paracadute quindi doppia inculata !!! la seria A conviene non solo a livello economico ma per tutto soprattutto per la città

  2. E quali sono cifre piú convenienti per l’ empoli, quelle che tu hai scritto cocchi, é un fottio che si sa!!! Quanti sono I soldi per la serie A.Dicci le cifre oppure te l’ hanno ordinato di scriverle

  3. scusate però quando fate questi articoli bisogna che però andate oltre. E’ vero se retrocediamo noi palermo e pescara toccano 25-25-10, ne avanzano 15. Noi si va in b si incassa 25 invece di 50, ma la gestione costerà 10-15, quest’anno abbiamo un bilancio pari, quindi tra stipendi e ammortenti abbiamo speso tutti e 50. La serie b costa un quarto della serie a. Con 25 e poi tanto non si risale perché ti fanno gola i soldi poi prendi altri. Magari converrà meno che se retrocede il crotone, ma che non convenga proprio… comunque questo paragone va fatto.

  4. Vi siete dimenticati di un piccolo particolare
    Anno scorso venduti, Mario Rui e Tonelli incassati euro 20.000.000 e tralascio euro 10.000.000 per Saponara, provate a vendere 2 giocatori del genere in serie B, se tutto va bene incassiamo euro 4/5.000.000

    Continuo a pensare che c’è una grande differenza economica tra la A e la B

  5. Retrocedere in serie B permette al presidente di spendere quasi 0 per nuovi giocatori e provare a lanciare qualcuno. Non dico che convenga retrocedere ma forse forse alla fine è così… meno entrate ma anche meno spese in termini di giocatori e stipendi oltre a qualcuno che sarà ceduto subito (Pucciarelli per primo e Skorupski) per fare cassa. Articoli come questi secondo me sono inutili… Mi convincono che si voglia retrocedere davvero….

  6. smettetela di commentare a caso tanto per remare contro la società !!! in termini economici la serie A conviene , gli ingaggi in serie A sono raddoppiati è vero ma è altrettanto vero che sponsor , diritti tv e altre entrate rispetto alla serie B sono triplicati incassi circa 50 milioni e se devi vendere un giocatore in serie A lo vendi il triplo es. Rugani insomma la serie A è un bene per tutti anche per la città e tutto il il territorio

  7. In serie A ci si sta se si fa una programmazione seria e si investe come stanno facendo Chievo e Atalanta. Non pensando alle disgrazie altrui e sperando nella buona sorte. E poi dagli errori si impara. Ma devono essere riconosciuti….. Lodi quando si fanno buone cose e rimproveri quando si sbaglia… Fa parte del gioco… Ma
    Ad Empoli non pare sia così…

  8. Senza pensare all’indotto, ovvero ai dipendenti che lavorano nella società.
    In caso di B, qualcuno rischierebbe il licenziamento

  9. SPERO non sia stato fatto sotto dettato perchè prende in considerazione cifre non confrontabili fra di loro: vorrebbe dire che chi detta non ha idea di quello di cui si parla, e in questo contesto sarebbe preoccupante…

    Retrocedere, nonostante il paracadute, non conviene per mille motivi detti e ri-detti. Che ci sia intenzionalità di retrocedere lo ritengo un pensiero fuor di logica, che la società abbia avuto il “braccino corto” creando i presupposti per una stagione mediocre in cui il rischio di retrocedere era plausibile credo che sia la corretta interpretazione.

    Sono due cose ben differenti: nella prima ipotesi almeno ci sarebbe stato un briciolo di calcolo alla base, nella seconda invece la situazione sarebbe frutto di sufficienza e sciatteria (o “perdita della dimensione” per dirla alla C&C).

    • Bravo. Hai detto esattamente quelo che penso io. Aggiungo anche che il Cocchi doveva fare l’articolo completando i dati, e valutando le diverse possibilità circa le squadre che dovrebbero retrocedere. E cioè: se retrocedono Empoli, Pa e Pescara allora, ecc; e così via. E poi fare esattamente il bilancio comprendendovi gli incassi per le vendite dei giocatori. Così Cocchi lei ha fatto un mezzo articolo. Ci gratifichi anche del resto, se no veramente ci sentiamo presi per i fondelli! Possibile che siano dei tifosi che le scrvono

  10. Allora…se si retrocede anche con il Palermo si prendono 25mln di Euro…dov’è la differenza tra retrocedere con il Palermo e con il Crotone?…nel secondo caso la ripartizione sarebbe 25 – 15 – 15…avanzerebbero 15mln….chi li prenderebbe? L’ Empoli…ma solo il prossimo anno e SOLO se non risale in A subito…altrimenti vanno alla Lega di B.

    Quindi 25 mln a babbo morto sono pari pari ai diritti TV che ci spettano per un campionato di A…poi chiaro che ci sono introiti minori in B….ma anche costi molto più bassi (soprattutto monte ingaggi)…il fatto che convenga o meno dopo un po ripartire dalla B attiene a valutazioni economiche ed interessi che probabilmente non siamo in grado di capire ne noi tifosi ne voi di PE ne altri…ma solo la proprietà.

  11. la B non conviene MAI ….sono solo dei presuntuosi , arroganti ed illusi di non sbagliare mai …in poche parole si sono comportati da dilettanti allo sbaraglio …..la realta’ e’ questa.
    dopo anni ed anni fanno sempre i soliti errori che sono agli occhi di tutti ….

  12. Cocchi cerca di “accendere” un po il cervellino… la questione nn puo limititarsi ai meri numeri matematici. Come giustamente evidenziato da molti di questi post (massy, empoli9 etc) ci sono altri fattori da considerare. In piu ai precedenti (rapporto spesa/costi, monte ingaggi e paracaduti vari) aggiungiamo anche chein B si possono lanciare molti giovani calciatori si proprieta e riaprire un ciclo quasi a costo zero…. e questo il FURBACCHIONE lo sa molto bene… la storia dell’EFC poi, ha sempre detto questo….

  13. Faccio una domanda ai soliti: preferireste retrocedere per poter dire…io l’avevo detto che Martuscello andava mandato via, che la società ha sbagliato tutto e che, nonostante questo articolo, per altro scontato e già spiegato anche nelle TV nazionali, la società vuole retrocedere perchè gli conviene. (vera bufala…!)
    Nel frattempo vi do la mia: io preferisco salvarmi, preferisco incitare la squadra e preferirei smettere di leggere le solite, risapute e ormai antiche e controproducenti critiche, spesso espresse anche oltre il limite del necessario.
    Alla fine del campionato annch’io però vorrei che si potesse organizzare una puntata su Forza Azzurro nella quale la società risponda sui tanti perchè che qui vengono proposti.

    • La puntata su Forza Azzurro, vista la “verve” della trasmissione, rappresenterebbe la degna veglia funebre della stagione…sarei quasi d’accordo, se non fosse che l’Empoli FC ha dimostrato di non gradire il contraddittorio: sarebbe la solita sceneggiata con attori compiacenti che buttano acqua sul fuoco. Ci hanno già preso in giro abbastanza.

      Io tifo e ho tifato l’Empoli in A, in B e in C, la categoria non m’importa: la retrocessione è un problema economico di C&G, le maglie in campo e il pallone che rotola per me rimangono gli stessi. Non m’importa di vedere la Juve a Empoli, io vado allo stadio anche con l’Ascoli.

  14. Riprendere le becere chiacchere da bar prive di ogni fondamento logico e razionale fa capire la caratura del giornalismo da queste parti.
    Passo e chiudo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here