A cura di Fabrizio Fioravanti

Trionfo degli Allievi Nazionali al prestigioso Trofeo “N.Rocco”. I ragazzi di mister Melis hanno schiantato in Finale i messicani dell’Atlas Guadalajara col punteggio di 3 – 0. L’EMPOLI scrive così per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro del “Nereo Rocco”, Torneo che è ritenuto un vero e proprio Mundialito per la categoria.

Agli azzurri anche due importanti riconoscimenti:

–          Il premio al Miglior Portiere dato a Matteo RICCI

–          Il premio al Milgior Allenatore a Martino MELIS

Le cronache da www.trofeorocco.com ci dicono:

“……… Troppo scarichi, i centramericani, per impensierire la squadra dell’ex centrocampista di Verona, Chievo e Venezia Martino Melis. Una macchina perfetta, ben guidata dietro dal solido Rugani, e accesa in avanti dalla rapidità di Bencini e Frugoli, che innescano il terminale Tempesti. Sfida fra due formazioni che hanno già assaporato il brivido di una finale: l’Atlas nel 1997, sconfitta dai ghanesi del Goldfields; i toscani due anni or sono, quando furono piegati dal Milan. Schieramenti tattici votati ad offendere: i centramericani si affidano a un’unica punta, Delgadillo, con De La Cruz suggeritore e gli agili esterni Lopez Castro e Caballero. L’Empoli si presenta con uno schermo davanti alla difesa (Altieri), e le due punte Tempesti-Frugoli, con il coloured Kabangu (2 reti pesanti nelle eliminatorie) inizialmente in panchina. Prima emozione al 6′: cross dalla sinistra dell’agile Caballero, Lopez Castro gira fuori di testa. Risponde l’Empoli al 13′: ottima triangolazione sulla trequarti fra Tempesti e Frugoli, con quest’ultimo che all’ingresso in area sbaglia completamente misura nella conclusione pressato da un avversario. E 2′ più tardi gli azzurri passano: Frugoli trova la profondità per Tempesti, che con gesto da vero cannoniere protegge la sfera al limite dell’area e si gira in maniera fulminea freddando Gonzales Rios. Uscito prepotentemente dal guscio, l’Empoli continua ad attaccare: al 23′ a provarci è Ghelardoni con uno spiovente che si abbassa all’improvviso costringendo Gonzales Rios alla deviazione sulla traversa. L’Empoli ormai è in controllo: Frugoli trova ancora nello spazio Tempesti, che con un pallonetto anticipa l’uscita di Gonzales Rios, col portiere che stende il centravanti toscano: è rigore che lo stesso Tempesti trasforma centralmente. L’Atlas, ferito, si scuote: suona la carica Esparza con una rasoiata da fuori: Ricci para in due tempi, anticipando anche Delgadillo. Nella ripresa il copione non cambia: i messicani appaiono visibilmente in riserva e faticano a prendere velocità. Per contro, i ragazzi di Melis fanno male quando riescono a partire in contropiede. E così, attorno al quarto d’ora, avrebbero per due volte la chance di chiudere definitivamente la contesa: dapprima quando Bencini, piede raffinato, pesca in area la testa di Frugoli che alza non di molto la mira. E quindi poco dopo con lo stesso Frugoli che entra in area dalla destra centrando un velenoso tiro-cross rasoterra che attraversa tutto lo specchio senza incontrare la deviazione vincente di un compagno. Ci prova allora su palla inattiva, l’Atlas, come al 17′: Diaz fa suo il pallone dopo una corta ribattuta dell’area empolese e scalda un sino a quel momento inoperoso Ricci. Vuole partecipare alla festa anche Diarra, che al 23′ prova la soluzione di giro: alta non di molto. Inizia a diluviare e anche i residui bollori dell’Atlas – escluse due mischie poco fortunate per lo spento Delgadillo e una punizione a due in area sprecata malamente – finiscono annacquati, mentre il neoentrato Kabangu si dimostra subito caldo con un gran destro alto sulla traversa. Fissa il risultato il meraviglioso gol di Saccà che con un gran destro a rientrare infila Gonzales nell’angolino basso: è il tris, l’Empoli di Melis è campione del Mundialito.”


ATLAS GUADALAJARA: (4-2-3-1): 1 Gonzales Rios; 8 Esparza, 3 Diaz (2 Aguirre), 4 Ortega, 6 Contreras (17 Munoz Sanchez); 5 Solis (18 Villa Velazco), 14 Velazquez; 10 Lopez Castro, 13 De La Cruz (7 Rodriguez Aguilera), 11 Caballero (19 Perez); 9 Delgadillo. All. Marquez Rubio.

EMPOLI: (4-1-3-2) 1 Ricci; 13 Bellavigna, 6 Rugani, 5 Bachini, 3 Mattiello; 8 Altieri; 15 Ghelardoni (14 Gatto), 10 Bencini (16 Kabangu), 7 Diarra; 9 Tempesti, 11 Frugoli (17 Saccà). All. Melis


ARBITRO: Giacomelli di Trieste

GOL


pt 14′ e 31′ (rig.) Tempesti -st 36′ Saccà.


In settimana contiamo di ascoltare dalla viva voce di mister Melis un commento su questa prestigiosa vittoria. Adesso, per lui e per i suoi collaboratori, per i ragazzi è il momento della gioia. Un’ importante spinta per affrontare i Sedicesimi di Finale del Campionato che vedranno gli azzurri debuttare in casa della Lazio il prossimo 8 maggio (ritorno a Monteboro il 15).

CONDIVIDI
Articolo precedentePrimavera: Finali scudetto in Toscana
Articolo successivoMemorial Sassi: vittoria azzurra!!!
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here