Ultima giornata ed ultime interviste del dopo gara. Nella zona mista del “Castellani”, per chiudere il campionato che ci ha visto decimi in Italia, sono intervenuti: Maccarone, Paredes e Pugliesi.

 

Il servizio è a cura di Alessio Cocchi grazie alle riprese di Tommaso Chelli. Il contributo è fruibile anche in HD selezionandolo dalle impostazioni di youtube.

 

https://www.youtube.com/watch?v=r6Ia-MMbHNE

5 Commenti

  1. Il Presidente ha parlato, come volevasi dimostrare sarà Martusciello.

    “Empoli grande scopritore di allenatori? C’è anche un po’ di fortuna. Sono comunque orgoglioso di questo risultato straordinario, perché ci davano tutti per spacciati, cercheremo di sovvertire i pronostici anche il prossimo anno. Orgoglioso anche per Spalletti e Sarri che sono ai vertici della Serie A e sono cresciuti qui a Empoli. Adesso cercheremo di continuare col gioco che abbiamo plasmato con Sarri e proseguito con Giampaolo: decideremo basandoci su questo aspetto. Perché Giampaolo via? Si è creato una grande immagine, ha prospettive di un club più importante, sapeva che perderemo almeno 5 giocatori importanti, quindi cogliendo questo tipo di indecisione abbiamo capito che avremmo fatto una sorta di forzatura nel tenerlo. Mi auguro gli possa capitare una panchina più importante e saremo noi i primi suoi tifosi. Perché si riesce a fare buon calcio a Empoli? Qui non ci sono pressioni, si è liberi anche di sbagliare. Tanti giovani chiedono di venire a giocare da noi. Ad esempio, Saponara andrà via e magari il trequartista più importante di serie B dirà ‘voglio andare a Empoli. Chi arriva qui ha più possibilità rispetto che in altre squadre come Fiorentina o Inter. Martusciello? Sì ,probabilmente ripartiremo da lui. Parleremo con lui per capire la sua convinzione. Siamo certi che lui possa raccogliere l’eredità tattica dei suoi predecessori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here