La partita di domani contro il Pescara metterà di fronte due squadre bisognose di punti salvezza. Il mister dell’Empoli, Giovanni Martusciello, ha analizzato questa sfida nella solita conferenza stampa pregara. Ecco le sue parole:

È una partita che va considerata come le altre, certamente importante e delicata, come lo sono tutte quelle di Serie A. Chiaramente la posta in palio è notevole e bisogna affrontarla nella maniera giusta, cercando di esaltare le nostre qualità e nascondere i nostri difetti. Loro la interpretaranno con grande furore agonistico e noi non dovremo essere da meno. Analogie tra loro e noi? Per caratteristiche tecniche e fisiche credo che siamo due squadre vicine. Cercano di giocare a calcio e lo fanno anche bene, come dimostra l’ultima partita col Milan che non meritavano di perdere. In più hanno una classifica che non rispecchia il loro valore, forse come a noi gli mancano un po’ di serenità e di allegria. Quanto ci ha dato il pareggio con la Roma? Il pari ci ha lasciato tanto, le risposte questa settimana sono state differenti rispetto alle ultime. La prestazione ha spazzato via un po’ di tristezza e di ruggine e noi bisogna far leva su questa cosa. La nostra è una squadra che deve essere sollecitata in positivo. Un vantaggio giocare con una squadra con caratteristiche simili alle nostre? Dipende sempre come la interpretiamo noi: se riusciamo a mettere dentro quello che è il sentimento di sudare e far fatica, e che siamo noi a dover andare incontro alla fortuna, possiamo fare bene. Non so se giocare contro una squadra così sia un vantaggio, questo lo dimostrerà il campo.  Se ho visto una crescita a livello di gioco? Se analizzo queste undici partite, dalla Juve in poi si è sporcata l’idea di voler costruire. Prima di quella ci abbiamo messo qualche occasione, da quella partita ciò è venuto un po’ meno. Contro Napoli, nel secondo tempo, e Roma, ho rivisto l’Empoli che crea gioco. Ed è verso questa direzione che dobbiamo andare. Anche se siamo a secco di gol con gli attaccanti, che è una cosa che ci fa male. La crescita di Dioussé? Assane mi garantisce fisicità e qualità nella trasmissione della palla. L’anno scorso è stato quello che più aveva impressionato ad inizio campionato, poi ha avuto un attimo di discesa dovuto all’inesperienza e all’età. Adesso ha iniziato sulla falsariga della stagione scorsa, poi è cresciuto negli allenamenti. Mauri? Non è convocabile per la trasfera di Pescara a causa di una infiammazione al calcagno. Se è possibile vedere l’argentino come mezzala in futuro? Sì, Mauri ha fatto la mezzala anche a Parma. Quando è stato acquistato volevo vederlo anche come interno, ma siccome la sua condizione fisica non era ottimale, non l’ho schierato in un ruolo dove bisogna pedalare. Anche lui deve crescere come autostima, visto che l’esclusione di domenica scorsa l’ha scosso. Deve essere da esempio l’atteggiamento di Massimo Maccarone, che contro la Roma è sceso in campo con la voglia giusta. Un commento sul fatto che da Pescara considerano la gara una sorta di finale Champions? Ne ho avuto notizia, è stato risaltato questo aspetto ma la contrapposizione va minimo pareggiata: non dobbiamo essere da meno, non giocare di tacco e di punta ma mettere la stessa voglia vista contro la Roma”.

1 commento

    • Aiutiamo i nostri giocatori a vincere dandogli anche dai messaggi della positività. Ricordati che in campo si va sempre 11 contro 11 e il mister non gioca. Pensa che se allenassi il Barcellona io, con tutta probabilità vincerebbe lo stesso, solo dicendo andate e fate quello che sapete. Incitamento e basta. Forza ragazzi e forza mister!

  1. Indubbio che il punto con la Roma ha dato morale. Ho visto, considerato anche l’avversario, un grande Empoli, combattivo …. e questo mi fa ben sperare per domani che dovrà essere la continuazione di domenica e anche qualcosa in più … aspetto trepidante, sperando di non esser deluso!!! Forza Ragazzi!!! Questa settimana ho visto molti meno commenti negativi, segno che c’è speranza …. RAGAZZI NON CI DELUDETE!!!!

  2. L’ambiente surriscaldato non dovrà condizionarci. Tantopiù che finalmente ci hanno mandato un arbitro come si deve…
    Sarebbe importantissimo smontarli e metterli in crisi con un gol all’inizio: Noi abbiamo 2 risultati su 3 a disposizione. Loro uno soltanto. Sfruttiamo questa condizione psicologica: Forza ragazziiiii!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.