Anche contro lo Spezia l’attacco è rimasto a bocca asciutta. Mancuso non va in rete da quattro partite (la doppietta contro il Perugia) e forse non è un caso che, da quel momento, l’Empoli non sia più riuscito a vincere; La Gumina continua a palesare molte difficoltà, visto che l’ultimo gol su azione risale addirittura all’anno 2018.

Davvero troppo poco per una squadra che ambisce ad ammazzare il campionato. È vero che contro i liguri i due si sono dati da fare. Ed è pur vero che sono stati male assistiti dai propri compagni, soprattutto nei primi 70 minuti di gioco. Ma Mancuso e La Gumina stanno attraversando un momento di appannamento che, per forza di cose, inficia sul gioco della squadra.

L’attacco azzurro è privo di mordente e rappresenta un grosso problema per Bucchi. In più è corto anche numericamente, visto che Moreo è ai box e il quarto attaccante (Piscopo) non è parso in grado, almeno per ora, di sopperire alle assenze dei titolari. E allora cosa fare? Provare a inserire Merola o Cannavò? Certamente può essere una soluzione che stuzzica la curiosità. Ma è difficile che un giovane alle prime armi in B possa risultare subito decisivo.

La realtà è che non possiamo buttare completamente addosso la croce ai nostri attaccanti se la squadra segna col contagocce. È tutto l’undici messo in campo da Bucchi (e Bucchi stesso), che devono prendersi le responsabilità per ciò che è mancato nelle precedenti quattro gare. L’impegno c’è, non è mai mancato, ma serve la cosiddetta “garra”, o la cazzimma come alcuni la chiamano. Per vincere, in B, stavolta servirà tanta tanta grinta.

Adesso arriva la gara più difficile, contro un Benevento in salute che ha legittimato il primato con la vittoria sulla Cremonese. Il fattore ambientale e la grande solidità difensiva degli uomini di Inzaghi possono incutere timore, ma l’Empoli ha l’occasione per riprendersi quello che ha ceduto nelle ultime partite. In Campania dobbiamo assolutamente vedere un Empoli diverso.

26 Commenti

  1. diciamoci la verita’, la squadra e’ stata costruita male…questi davvero pensavano che la gumina sarebbe esploso? a me sembra il piu’ grande pacco dai tempi di gilardino…moreo ha fato 6 gol l’anno scorso…e mancuos non mi sembra questo fulmine di guerra: ne ha magnati pure lui di gol fino ad ora…la verita’ e’ che gioco o non gioco, con un caputo della situazione, ora avevi almeno 5-6 punti in piu’…il gol mangiato a crotone,il rigore di pordenone, ed i gol magnati a trapani…buon pranzo a tutti, giusto per restare in tema

  2. Semplice. Giocatori sopravvalutati e non all altezza delle aspettative di una squadra che “ punterebbe” alla serie A….ma che di questi oggi non potrebbe giocarci nessuno tranne (
    forse )Balkovec e Bandinelli , allenatore compreso

  3. Le valutazioni tecniche le lascio a chi ne capisce di piu’di me….io porto l’attenzione su un altra cosa…sto’ vedendo Atalanta/Cagliari ed e’ uno spettacolo di foga agonistica da tutte e die le parti ….me ne basterebbe vedere un decimo di quello che vedo in questa partita stasera….non si corre ma chi è il preparatore atletico?

  4. David, non possiamo giudicare la B col metro della A. Siamo a tavola al circolo Arci, non possiamo continuamente piangere perché un ci danno ostriche, caviale e tartufo….

    • Ma che c’entra la serie A? Bastava guardare l’under 17 con il Messico. La grinta di quei ragazzini basterebbe. La verità è che i nostri non hanno le palle e quelle è difficile mettergliele tra le gambe.

      • Claudio, facile dire “ma questa è la B”!
        Eh sì, facile.
        Ma questo modo di dire non fa crescere tecnicamente il Calcio cadetto.
        Invece di dire in codesto modo, cerchiamo di migliorarlo per non dirlo più…

  5. Siamo purtoppo figli di tutti quei milioni che è costato la gumina sarà per sempre un problema, ha segnato un gol su azione in 2 anni ed è perennemente fuori squadra infortunato deve giocare e sarà sempre un problema, poi ci mettiamo moreo, ma scusa te l hanno regalato m, pensavi fosseun fenomeno? Accardi ha sbagliato tutto di più, mi sembra laccoppiata carli martuscello.. Sono tante le analogie purtroppo…. Stasera si busca di brutto

  6. L’articolo getta la croce addosso a Bucchi (ognuno ha le sue opinioni)..

    ..tuttavia per quanto il gioco si sia visto a sprazzi, un intenzione c’è, il problema va cercato
    nella qualità, che è anch’essa presente, ma che non basta per condurre un campionato al vertice..

    ..e si poteva aggiungere nell’articolo che le responsabilità vanno semmai condivise mister e società,
    non che me ne importi piu’ di tanto, io alla partita vado lo stesso, stadio o non stadio,
    sono decisamente altre le cose che disturbano.

  7. Si Claudio io non facevo una differenza tra b e serie a……volevo solo sottolineare….l’ardore con cui giocavano queste due squadre…..ti dirò che tra quelle che ho visto questo,anno….vorrei vedere la grinta del Pordenone a Empoli…..

  8. Sono d’accordo con David.
    Le partite si vincono con la rabbia agonistica, con la voglia di vincere, e correre più dell’avversario, cosa che ora questa squadra non ha.

  9. Amici, si può trapiantare il DNA? Purtroppo la grinta non fa parte del codice genetico dell’Empoli. E non da quest’anno. Abbiamo sempre cercato i risultati attraverso il gioco e la qualità.

  10. Mancuso, a differenza di La Gumina, a me dà la sensazione di poter essere un attaccante efficace se solo ci fossero dei validi schemi di attacco. Ora purtroppo manca anche Moreo che ha dimostrato di essere il partner che si sposa meglio con l’ex Pescara, ma ribadisco il concetto: non vedo un Empoli che gioca bene in attacco. Questo ovviamente non consente a Mancuso di esprimersi al meglio. Se ci avete fatto caso, con lo Spezia spesso era costretto a venire a prendersi la palla a centrocampo con un notevole dispendio di energie che gli ha tolto lucidita nelle poche occasioni avute sotto porta.
    Finché non avremo messo a posto il centrocampo e non vi sarà un valido terzino destro di ruolo per gli attaccanti e per lEmpoli sarà dura.
    Speriamo che stasera Bucchi azzecchi la formazione e che i giocatori siano bravi e determinati.
    Forza Empoli.

  11. Al momento, tali prerogative, sembrano non bastare…non essere sufficienti per salire direttamente. Pace, riproveremo l’anno prossimo. Anch’io, come Dash, l’Empoli l’andro’ sempre a vedere. In qualsiasi categoria.

  12. L’anno prossimo con Bari Monza e una delle genovesi in B ci sarà poco da provare…la società non puo competere con una piazza come Genova e proprieta come quelle di Bari (ADL) e Monza (Berlusca)…l’ anno prossimo se sarà cone pare serie B la società costruirà una squadra non piu che discreta affidandosi quasi unicamente a prestiti con diritto di riscatto…sarà un anno di transizione…nella speranza che tutte e tre le corrazzate salgano per poter tentare poi di risalire nel campionato 2021-2022.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here