Un passo alla volta. Pasquale Marino è stato chiaro fin da subito e lo ha rimarcato anche nell’ultima conferenza pre-gara. Questa squadra ha bisogno di pensare partita dopo partita, perché prima bisogna uscire da una situazione difficile. Vietato pensare alla Serie A. Vietato pensare che tutto ci è dovuto, in un campionato come la B.

E il prossimo avversario dell’Empoli è forse il più ostico che potesse capitare al tecnico siciliano e agli azzurri. Da sempre il Cittadella di Venturato ci ha messo in difficoltà: perché mette in atto un calcio collaudato e armonioso, che mira spesso a spezzare il gioco degli avversari. Non sarà facile tornare dal Veneto con un risultato positivo. Ma gli azzurri devono provare a invertire la rotta: la vittoria esterna manca da tantissimo tempo ed è giunta l’ora di spezzare il maleficio.

Di positivo c’è la prestazione fornita contro il Crotone: si è visto finalmente un Empoli gagliardo e tonico, rinvigorito dai nuovi acquisti, che si stanno calando subito nella mentalità giusta. Arduo decidere se firmare per un pareggio, per ciò che si è visto la scorsa settimana. L’importante sarebbe mantenere la porta inviolata, cosa che non accade ormai da quindici partite.

Per Marino c’è un nuovo capitolo da affrontare, un nuovo scalino da salire. Ma l’impressione è che, contrariamente dal resto della stagione, ci sia maggiore fiducia. Gli azzurri sanno che non possono sbagliare più.

22 Commenti

  1. Stamani appena sveglio ho letto che la Juve Stabia ha pareggiato ad Ascoli con un gol di PROVEDEL 🤪🤪🤪. Ma se da noi non usciva mai dalla sua area, come ha fatto ? Forse ieri sera si era perso per il campo o aveva confuso quale fosse la sua porta .. 😉 Comunque scherzi a parte mi fa piacere per il ragazzo.

  2. Provedel? Avrà anche segnato e fatto grandi parate, ma a Empoli in 1 anno e mezzo è stato imbarazzante, il culmine la partita con la Sampdoria.
    Oggi un nuovo inizio? Spero di si, partita fondamentale da in o out. Mister, abbiamo fiducia in te ….. sbanca Cittadella!!!!!

  3. Boia pensavo di essere il primo a scrivere di Provedel.. Ma avete già scritto tutto voi.. C’ è pure chi ha fatto levataccia per commentarlo qua. Cmq voglio vedere il gol.. Secondo me gli è sbattuto sul viso.. Cmq Russo quello che giocava prima di lui ha l’ artrosi alle ginocchia.

  4. Ero così curioso che ho visto il riassunto della partita. Ha fatto due parate che normalmente fanno i portieri standard. Il secondo poi gliel’ hanno tirato sul viso. La paratona vera l’ ha fatta Leali..Sul gol di testa è stato coraggioso e fortunato.. Non ricominciamo con la vecchia storia che abbiamo sbagliato a mandar via anche lui e che a Empoli di calcio non ci capiamo niente.. Per me rè un portiere mediocre e tale resta. Più che altro… Che giocatore avrebbe potuto essere Ninkovic se avesse avuto 3 etti di cervello in più…

    • Tutto pienamente condivisibile. Il gol di PROVEDEL è l’occasione per fare delle battute sdrammatizzanti. Ovvio che come portiere ad Empoli è bene non averlo più, ma come centravanti forse forse è meglio di Lagommina 😀😃😄😉

  5. Non capisco perchè il mio commento è stato eliminato …..
    Prov.edel fenomeno? a me basta ricordare la prestazione contro la Sampdoria …. contento che ci sia Brignoli in porta con tutti i suoi limiti!!!!
    Mister, aiutaci a sbancare Cittadella!!!! Grand’omo questo Marino …. mi ha conquistato con la parole che continua a ripetere come un mantra: “semplicità”!!!!

  6. Il problema nostro su Provedel, è che ce lo rimandano a fine campionato,speriamo che lo vendano subito, non lo voglio rivedere a Empoli, per oggi a Cittadella ce la possiamo giocare con la dovuta calma e intelligenza,vedremo cosa viene fuori io sono fiducioso.Forza Ragazzi.

  7. Quando cedi un giocatore piuttosto giovane come lo è Provedel, è perché è bravo e ti porta soldoni nel portafoglio oppure perché non ha reso come si pensava. Visto che non ha reso inutile continuare a parlare di lui. Se fa bene da altra parte ben per lui. Io non ne ho nessun rimpianto. Quanto al Cittadella per Marino sarebbe un successo anche non perderla questa partita perché 4 punti in 2 partite sarebbe una bella media da qui alla fine e la cosa se non sbaglio, da dopo la partita con il Perugia non è mai avvenuta. Massimo i 3 punti con Ascoli e poi sconfitta o pareggi interni e poi sconfitta.

  8. Ma avete letto amici le dichiarazioni del loro allenatore? Ci aspettano a gloria. È la partita dell’anno, per loro
    Li odio cordialmente. Ma va via va via!!!

  9. Chiaro che … quando arriva un allenatore nuovo bisogna mettere in conto … che una squadra alla prima partita mette quel qualcosa in più che succede spesso se … soprattutto hai una squadra con buone individualità. Quindi è proprio la seconda che diventa importante per vedere se finalmente la rotta è quella giusta. Ed è bene che la partita sia una di quelle toste … per avere un quadro di quello che ha portato l’allenatore in termini di determinazione e voglia di vincere. Non che sia da disprezzare nemmeno il pareggio … perchè alla fine si interromperebbe quel filone di sconfitte esterne che ci accompagna ormai da diverse settimane. L’importante a questo punto è trovare continuità nei risultati e di vincere il più possibile …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here