Campionato Primavera 1 TIM – Trofeo “G. Facchetti”

18a Giornata

sabato 9 febbraio 2019 – ore 14.30

.

 

GENOA

2

EMPOLI

1

 

2′ Karic (G) – 45’+1 Bianchi (G) – 70′ Montaperto (E)

 

.

GENOA: 1 Russo 2 Candela 3 Piccardo 4 De Cunha 5 Raggio 6 Zvenkanov (86′ Masini) 7 Karic 8 Schafer 9 Bianchi (cap) (88′ Gasco) 10 Cleonise 11 Szabo (68′ Ventola)

A disposizione: 12 Raccichini 13 Sumbravanu 14 Adamoli 16 Rovella 18 Criscito 20 Petrovic 22 Ruggiero

Allenatore: C Sabatini

EMPOLI: 1 Saro 2 Matteucci 3 Ricchi 4 Ricci 5 Canestrelli (80′ Sidibe) 6 Curto 7 Perretta 8 Belardinelli  (46′ Zelenkovs) 9 Cvancara (46′ Bertonini)  10 Montaperto (cap) 11 Bozhamaj

A disposizione: 12 Vivoli 13 Lattanzi  15 Gianneschi 16 Viligiardi 17 Milani

Allenatore: Lamberto ZAULI

.

Arbitro: Sig.ra Maria MAROTTA (Sapri)

Assistenti: 1° Ass. Sig. Ramy Younes (Torino) – 2° Ass. Sig. Fabrizio GIORGI (Legnano)

.

Amoniti: 29′ Candela (G) – 44′ Karic (G) – 59′ Raggio (G) –  33′ Montaperto (E)

Espulsi: Nessuno

.

LIVE MATCH

.

Mister Zauli riconferma l’undici di Napoli e si schiera con il consueto 4.3.1.2, con Matteucci e Ricchi esterni della linea a quattro, Curto e Canestrelli in mediana, Ricci play basso, Zelenkovs e Perretta a centrocampo, Montaperto dietro le due punte Cvancara e Bozhnamaj ma pronto a fare la terza punta centrale.

Il primo vero scontro diretto per la lotta salvezza va al Genoa. Questo è il verdetto del campo. Anche se la gara ci ha detto ben altro. L’Empoli paga due grossolane disattenzioni in fase difensiva, una all’inizio ed una alla fine dei primi 45′ e regala al Genoa gli unici tiri nello specchio della porta di tutta la gara. Incredibile ma è così. Va detto che i ragazzi di mister Zauli sono apparsi oggi più opachi delle ultime prestazioni, meno precisi nelle linee dei passaggi, meno “cattivi” davanti e con davvero due gravi amnesie che sono costati la doppietta genoana. Nonostante ciò gli azzurri di oggi avrebbero meritato ampiamente il pari, in una gara quasi fotocopia dei quella dell’andata a Monteboro quando – anche lì – i rossoblu raggiunsero i, massimo risultato con il minimo sforzo. Non è l’annata giusta con i liguri evidentemente. Oggi si è visto, specie nei secondi 45′, un gran movimento negli uomini di centrocampo e del trequartista (Montaperto) a cui non ha fatto riscontro spesso analogo movimento delle punte, con un Cvancara apparso oggi fuori dal gioco e con un Bozhamaj che si è visto solo nella ripresa. Ci è piaciuto Ricci, oggi ha disputato una gara di grande personalità, dettando tempi e ritmo di gioco alla sua squadra, anche a costa di rinunciare a stare vicino alla linea dei sedici metri degli avversari. La linea difensiva è mancata nel reparti dei centrali (si veda il secondo gol) ed a volte troppo sprecisa negli appoggi o nei recuperi senza palla. Il Genoa va avanti di quattro punti ma sabato a Monteboro, col Cagliari, ci sarà per gli azzurri la possibilità del riscatto.

 

1° Tempo

2′: GOL DEL GENOA

Kleonise dal limite dell’are empolese allarga sulla destra per l’inserimento di Karic che con un preciso diagonale rasoterra infila l’angolino alla destra di Saro

5′: traversone da sinistra di Belardinelli a cercare Cvancara in area genoana, anticipato

6′: il Genoa tenta ancora di sfondare sulla destra, questa volta la difesa azzurra non si lascia sorprendere

8′: atterrato Bozhamaj a centrocampo, punizione con palla da destra a centro area, para Russo

12′: Ricci perde palla a centrocampo ma corre a recuperarla nella sua trequarti, tenta di avviare un’azione offensiva dell’Empoli fermata dal Genoa

13′: da Ricci al volo sulla destra per Bozhamaj, contrasto perso e palla sul fondo

14′: angolo Genoa, cade a terra Ricci e l’arbitro ferma il gioco

16′: si rivede il Genoa in avanti, libera l’Empoli  e tenta di proporsi davanti con un po’ di fatica fino a quando Montaperto non guadagna una punizione tre di metri fuori dall’area Genoana, leggermente a destra

17′: è lo stesso Montaperto che batte e trova la parata miracolo di Russo che smanaccia in angolo

19′:; discesa di Ricchi che si accentra ed appoggia a Bozhamaj al limite dell’area rossoblu, anticipato da un difensore

22′: punizione Genoa dalla trequarti che si infrange sul muro azzurro

23′: Ricci innesta Matteucci a destra, va sul fondo ma il traversone finale è corto

24′: da Cleonise a Candela il cui traversone trova la respinta di Curto

26′: Ricci tenta il passaggio lungo a Bozhamaj, Russo esce in presa

35′: ancora un lungo lancio di Ricci, Russo blocca alto

36′: traversone di Perretta e angolo sul quale Ricci riconquista palla, appoggia a Ricchi che si trascina la sfera in fallo laterale

38′: Bozhamaj, in disimpegno, regala palla al Genoa che per poco non trova il gol

39′: esce Curto per problemi fisici ed entra Donati

43′: l’Empoli va in gol ma è fuorigioco

45′ Punizione Genoa appena fuori dal lato corto di sinistra dell’are empolese, niente di fatto

45’+1: GOL DEL GENOA
Su un recupero palla dei genoani palla lunga dal portiere Russo  a Bianchi che vola verso Saro, la fa rimbalzare e con un gran destro batte il portiere azzurro con la sfera che si infila sotto la traversa

Finisce il primo tempo che ha quasi il sapore di una beffa per gli azzurri. Il Genoa apre e chiude con un gol i primo 45′, nel mezzo si è visto solo l’Empoli che ha trovato un miracolo di Russo su una magistrale punizione di Montaperto e si è visto annullare un gol (non sappiamo se lo fosse).

.

2° Tempo

Due cambi nell’Empoli: in campo Bertolini e Zelenkovs al posto di Belardinelli e di uno spento Cvancara.

Inizia la ripresa con l’Empoli che si porta subito in avanti ma senza precisione

7′: Ricci atterrato un metro fuori dall’area del Genoa, sulla palla vanno in quattro ma alla fine c’è un appoggio per Canestrelli il cui tiro finisce abbondantemente a lato

9′: bella ide di Ricci che taglia sul secondo palo dove Zelenkovs arriva in ritardo

11′: c’è un bel recupero di Donati che appoggia a Bozhamaj, da lui a Bertolini sulla destra che viene anticipato al momento della conclusione

13′: leggerezza difensiva di Canestrelli che regala palla a Bianchi, per fortuna contrato poi al momento di concludere a rete

16′: slalom di Bozmahaj che questa volta si libera dalla morsa degli avversari, entra in area, leggermente defilato sulla sinistra, e spara un rasoterra che costringe Russo ad accartocciarsi a terra

19′: Perretta messo a terra tre metri fuori dall’area genoana, in posizione quasi centrale; è Montaperto che si incarica della battuta, il suo sinistro scavalca il muto ma è prevedibile per Russo che para facile

21′: Zelenkovs in progressione a sinistra, trattenuto, punizione di Ricci che finisce sul fondo oltre il secondo palo

23′: Ricchi da sinistra, traversone in area,anche questo spreciso

24′: Bozhamaj lavora palla a destra, entra in area, non sa a chi passare, alla fine appoggia fuori per l’arrivi di Ricci il cui tiro impatta su una muraglia

25′: GGOOOOLLLLLLL

Bertolini sulla sinistra si porta la palla avanti e quasi dalla linea di fondo mette al centro dove Montaperto, appostato sul secondo palo, appoggia in rete

28′: l’Empoli si propone in avanti ma la foga fa commettere qualche errore nei passaggi

30′: terzo miracolo di Russo che arriva a deviare un tiro a giro di Perretta che si era portato nel cuore dell’area genoana

33′: per poco Bertolini non ruba palla a Piccardo a pochi metri dall’area di rigore del Genoa

35′: dentro Sidibe e fuori Canestrelli, mister Zauli vuole maggiore spinta davanti, un rischio da correre per tentare di agguantare un pari che sarebbe più che meritato

37′: bene Bozhamaj sulla sinistra, slalom vincente ma il cross finale impatta sulla difesa

39′: ancora una punizione dal limite non sfruttata dagli azzurri

Gran cuore dell’Empoli che si riversa nella metà campo rossoblu ma per adesso il muro genoano tiene

42′: lungo lancio da sinistra a destra per Montaperto, troppo lungo

45′: angolo Gena che vuole tenere palla e ci riesce per un po’

Conessi 3′ di recupero

L’Empoli prova ora con i lanci lunghi ma la fisicità della difesa genoana ha la meglio

45’+2: Ricci tenta il tiro al volo ma la palla impatta su un difensore e finisce tra le braccia di Russo

45’+3: punizione per l’Empoli, tiro finale di Ricchi fuori di molto

La partita finisce qui!

 

 

Rispondi al Sondaggio di PianetaEmpoli

Vota la seconda punta del decennio su Pianetaempoli.it

17 Commenti

  1. Caro Riccardo hai letto bene ? ‘L’Empoli paga due grossolane disattenzioni in fase difensiva ‘….
    L’Empoli perde quindi quale grande Zauli…tra l’altro considerato nel commento alla precedente partita …un allenatore vero… come vedi anche i grandi allenatori primavera perdono quando ci sono errori grossolani che compromettono le partite, non solo i modesti allenatori con molta esperienza in serie A…
    Se potessimo, proprio come nella fantascienza cui fai riferimento,tornare indietro e per magia non far commettere 4 errori grossolani in 4 partite da parte dei nostri difensori quanti punti in più avremmo anche con il nostro mediocre allenatore della prima squadra ? Ora è un fenomeno Zauli in coda al campionato di primavera ? Sicuramente è una persona preparata ma anche lui come Iachini i miracoli non li fa !

    • Gli errori ai ragazzi di 19 anni sono ammessi ….. Ci mancherebbe altro che non potessero sbagliare (per un professionista è molto più grave); mi riferivo al cambio logico di Zauli rispetto a quello illogico Krunic Levan.

      • Paolo, non considerare solo i nostri demeriti, ma anche quelli degli avversari (mi riferisco alle partite con Udinese e Bologna, ad esempio).
        I punti ottenuti con Iachini sono quelli giusti perchè devi togliere i punti immeritati fatti con 3-4 squadre….

  2. Certamente senza gli orrori grossolani diVeseli Rasmussen e c.
    abremo più punti e meno critiche per Iachini.
    Però per numero di goal presi, il gioco uisp e i cambi ecc, credo sia più che normale criticare l’allenatore.
    Ma la colpa enorme è della società , come possono sostenere di volersi salvare dopo il calciomercato che è stato fatto?
    La prossima è decisiva per l’intera stagione.
    Forza Azzurri grandi e piccini.

  3. Letto l’intervista di Donnarumma, capocannoniere della B , alla Gazzetta, …quanti rimpianti … Anzi quanta rabbia per dirigenti incompetenti che solo per questo dovrebbero avere la decenza di andarsene …

    • Certo chiunque allenatore senza i giocatori boni fa poco.
      Ma andreazzoli ha saputo dare un gioco alla squadra facendola rendere al massimo e facendo divertire noi tifosi.

  4. Certo dobbiamo ringraziare la ns dirigenza sono riusciti a vendere un giocatore che quest’anno in B non riuscirà nemmeno a fare 40 gol ed hanno preso un attaccante (La Gumina) che tutti i maggiori club d’Europa ci invidiano. Ringraziamoli e sappiamo essere riconoscenti. Ed inoltre ci hanno portato campioni come Capezzi ed hanno dato giustamente spazio ad uno che diverrà sicuramente uno dei più grandi portieri del mondo ( Yascin di fronte a lui è niente ). Grazie, grazie ed ancora grazie.
    P.s. Se poi tutte queste scelte lungimiranti portano un serie B è un dettaglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.