SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Costa; Munari (59′ Soriano), Obiang (76′ Pellè), Renan; Foggia (61′ Juan Antonio); Eder, Pozzi
VARESE (4-4-2): Bressan; Cacciatore, Troest, Camisa, Grillo; Zecchin, Corti, Kurtic, Rivas (70′ Nadarevic); De Luca (78′ Damonte), Neto Pereira (68′ Martinetti)
ARBITRO: Giacomelli
RETI: 21′ Gastaldello (S), 25′ Rivas (V), 47′ Pozzi (S), 55′ De Luca (V), 81′ Gastaldello (S)

Pubblico delle grandi occasioni al “Ferraris”, circa 30.000 spettatori, per questa prima finale dei play-off tra la Sampdoria, giunta sesta in campionato, e il Varese, che l’ha preceduta di un posto ed ha vinto entrambi i confronti diretti con i blucerchiati. Pri a emozione al 10′ su punizione dal limite di Eder, deviata da un difensore, che finisce di poco alta. La Samp ci riprova al 14′ ancora da fuori con un tiro potente di Renan che si perde oltre la traversa. Al 21′, su corner dalla sinistra di Renan, Gastaldello azzecca il colpo di testa giusto e porta in vantaggio la Samp. Vantaggio che dura poco perchè, quattro minuti dopo, Rivas converge al centro dalla sinistra e pareggia per il Varese con un gran diagonale che non lascia scampo al rientrante Romero. La gara è vivace e piacevole anche se nella restante parte del primo tempo non ci sono grandissime palle goal. Squadre al riposo sull’1-1, un risultato fondamentalmente giusto. In avvio di ripresa, al 2′, Obiang lancia lungo Pozzi, Troest indovina il tempo giusto per anticiparlo ma il suo rinvio al volo è da galleria degli orrori e la palla spiove tra i piedi dell’attaccante doriano che, dalla sinistra dell’area piccola, trafigge l’incolpevole Romero riportando la Sampdoria in vantaggio. Ma il Varese non muore mai e al 55′ torna in parità con un tap-in a porta vuota di De Luca su cross dalla sinistra di Cacciatore al termine di una lunga azione. Al 74′, su cross basso da sinistra, Soriano calcia alle stelle, dal dischetto degli 11 metri, con un sinistro di prima intenzione e l’occasione per un nuovo vantaggio doriano sfuma. Il Varese tiene bene il 2-2 e, allora, Mister Iachini tenta il tutto per tutto e schiera la sua Samp a tre punte inserendo Pellè per Obiang. Ma ad andare a segno per i blucerchiati è ancora un difensore, Gastaldello, sempre lui e sempre su corner di Renan, stavolta dalla destra. Il Varese, che ha dato tutto, spinge ancora più con la volontà che con le idee nel tentativo di recuperare ancora ma la Samp non ha altre amnesie difensive e conclude vittoriosa una splendida gara. Fra tre giorni, a Varese, può anche pareggiare per tornare in Serie A dopo una stagione. Non sarà facile, ma è sicuramente possibile.

Ni. Raf. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here