A cura di Gabriele Guastelle ed Alessandro Marinai

.

E’ iniziato il maxiprocesso che potrebbe sconvolgere le classifiche di questa stagione. Questa mattina il procuratore federale Palazzi ha letto le prime sentenze, anche se di un vero e proprio processo non si è trattato perchè in molti, praticamente tutti o quasi, hanno deciso di patteggiare e così dopo poco più di cinque ore dall’inizio dei lavori si è giunti ad alcune conclusioni.

.

Attenzione però. Si sta parlando sempre del primo filone, cioè della prima parte dello scandalo scoppiato qualche mese fa. Il processo va avanti e nei prossimi giorni toccherà poi agli altri filoni, fino a quello emerso due giorni fa e che ha portato all’arresto di molti calciatori.

.

Ma vediamo cosa è successo.

.

SOCIETA’ SI SONO DICHIARATE PARTI LESE – Alle 11.20 di mattina è arrivata l’ufficialità. Accettate come parti terze lese interessate Cesena, Nocerina, Trapani e Vicenza, mentre il Barletta no “perché non potrebbe avere vantaggi dall’esito del procedimento”. Esclusi anche Codacons e Federsupporter.

.

RIMINI FUORI DAL PROCESSO – La commissione accetta lo stralcio per Acerbis, Bertani, Pellicori, Turati e Joelson, in quanto impossibilitati dal presentarsi perchè in carcere. Il Rimini esce dal processo. Rigettate tutte le altre istanze. La società romagnola esce dal processo anche perchè in effetti si tratta di una nuova società costituitasi dopo il fallimento della precedente, che invece a sua volta era pienamente interessata dai fatti.

.

ORE 14.15: LE SENTENZE DI PALAZZI SONO UFFICIALI – Palazzi legge l’elenco dei patteggiamenti, ottenuti anche attraverso la collaborazione (articolo 24 Cgs):

Le squalifiche hanno effetto immediato, cioè dal primo giorno effettivo della nuova stagione 2012-2013, mentre le penalizzazioni sono da scontare nel prossimo campionato. In serie A due punti di penalizzazione all’Atalanta, in serie B penalizzate anche il Modena (-2) e il Grosseto (-6), solo ammenda da 15mila euro per il Livorno, mentre in Lega Pro un punto di penalizzazione alla Cremonese.

.

Gervasoni 1 anno 8 mesi di squalifica.
Cremonese 1 punto di penalizzazione e 30 mila euro di ammenda.
Doni 2 anni di squalifica.
Atalanta 2 punti di penalizzazione e 25 mila euro di ammenda.
Poloni 1 anno di squalifica. Pederzoli 1 anno 4 mesi di squalifica e 10 mila euro ammenda.
Sbaffo 1 anno 4 mesi di squalifica e 100 mila euro di ammenda.
De Lucia 5 mesi di squalifica.
Parlato 2 mesi che si aggiungono alla precedente squalifica di 3 anni.
Ruopolo 1 anno 4 mesi di squalifica.
Narciso 1 anno 3 mesi di squalifica.
Tamburini 10 mesi di squalifica.
Modena 2 punti di penalizzazione.
Carobbio 1 anno 8 mesi di squalifica.
Cellini 4 mesi.
Conteh 1 anno 8 mesi di squalifica.
Andrea De Falco 6 mesi di squalifica.
Micolucci 4 mesi che si sommano alla precedenza squalifica di 1 anno 2 mesi del precedente processo.
Mora 4 mesi di squalifica.
Passoni 1 anno 2 mesi di squalifica.
Livorno 15 mila euro di ammenda.
Grosseto 6 punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato e 40 mila euro di ammenda.

.

ORE 16,00

I Legali di Nocerina, Vicenza ed Empoli si stanno opponendo al ricorso del Grosseto, ovviamente il contenzioso e il quando scontare la pena, visto che tre società, compresa quella azzurra, vorrebbero che si procedesse nella stagione in essere. Viene anche costestata la pochezza della pena visti i tanti tesserati del Grosseto coinvolti in queste combine.

.

Ore 17,00

Anche l’Ascoli va a patteggiare. Si parla di 1 punto di penalizzazione ed una multa di 20.000 euro. la Procura si pronuncia favorevole verso questa sanzione. Ovviamente anche in questo caso, il punto, andrebbe alla prossima stagione.

.

Ore 17,30

Al momento queste le pene che sarebbero inflitte alle squadre coinvolte in questa tranche, tutte figlie di patteggiamenti delle stesse società: per la prossima stagione,  Grosseto -6, Modena -2, Atalanta -2, Ascoli -1 Cremonese -1, Frosinone -1.

.

Ore 19,40

La Disciplinare accoglie tutti i patteggiamenti tranne quello di Sbaffo

.

La Disciplinare respinge le istanze delle difese: Gervasoni e Carobbio non saranno ascoltati dopo il patteggiamento

.

Una voce si leva dall’aula: “Stasera avete legalizzato l’illecito sportivo!”. Si tratta di un tesserato della Nocerina.

.

Dopo una lunga giornata, iniziata intorno alle 10 dopo l’appello, sono stati emessi i primi provvedimenti in relazione al primo filone del calcioscommesse della Procura di Cremona. E’ stata la giornata dei patteggiamenti. Come scritto appena sopra, sono stati tutti accolti eccezion fatta per il calciatore dell’Ascoli Sbaffo che aveva richiesto una pena di 14 mesi di squalifica e 100 mila euro di ammenda. Richiesta ritenuta non congrua dalla Commissione Disciplinare. Per le squalifiche inflitte ai tesserati, basta scorrere nel presente articolo. Per quanto riguarda le società che hanno patteggiato (penalità da scontare tutte nel campionato 2012/2013): in serie A, l’Atalanta partirà da -2 e 25 mila euro di ammenda; in serie B: il Grosseto -6 punti e 40 mila euro di ammenda, Modena -2, Ascoli -1 e 20 mila euro di ammenda, solo ammenda di 15 mila euro per il Livorno per omessa denuncia. Penalizzazione di 1 punto anche per la Cremonese (e 30 mila euro di ammenda) ed il Frosinone. Il processo riprenderà domani mattina.

26 Commenti

  1. Mi faccio una risata alla faccia di tutti quelli convinti che l’Empoli perdendo il playout viene ripescato. O vida o muerte ed è giusto così. Carli sei la rovina dell’Empoli scappa coniglio senese

  2. Ma le penalizzazioni, se influivano, non dovevano essere date sulla classifica di quest’anno???
    Solita giustizia del caxxo.

  3. solita merdata all’italiana!
    mesi e mesi di chiacchiere per poi sentire ancora altre chiacchiedere, perchè si può parlare di tutto tranne che di pene esemplari!
    guardiamo in casa nostra vai che abbiamo i nostri problemi (playout)!

  4. In effetti ancora non si è capito in quale campionato le squadre coinvolte debbano scontare la pena, dunque la penalizzazione o una eventuale retrocessione: quello in corso (appena concluso) o quello del prossimo anno? Perché a seconda della squadra le cose cambiano e come. Il Grosseto per esempio dovrebbe giocare il playout come quartultima. E’ vero anche che se le pena venissero inflitte sul campionato 2011-2012 il Modena non subirebbe in pratica alcuna pena. La farebbe franca.

  5. mi picerebbe leggere le motivazioni sui punti di penalizzazione. Ma è possibile anche il patteggiamento da parte delle società?
    Gli amici di PE ci possono dare delucidazioni?

  6. Ho 45 anni e tifo Empoli da sempre e da sempre dico che la B è un patrimonio da difendere anche quando a tanti stava stretta. Peró quest’anno, come è successo a tanta gente, c’è stata una vera e propria rottura di scatole e quindi io spero che l’Empoli si salvi ma lo deve fare sul campo, altrimenti giusto fare la C

  7. Mah, più che le pene e i punti (pochini) per le società a me fanno ridere le squalifiche (non condanne) per i tesserati: si parla di 1 anno e di mesi addirittura. Per ripulire occorrono le RADIAZIONI !!! Tutta gente che ci ha preso per i fondelli questa, vanno radiati TUTTI, anche se patteggiano! Ma vaffan…!

  8. E’ tutta una grande BUFFONATA!!!! In Italia si fa tanto rumore per non colpire nessuno …. a questo punto conveniva comprare le partite così ci saremmo salvati prima!!!

  9. Questa è l’Italia.All’inizio tutti colpevolisti,si invoca “la certezza” della pena,pene esemplari,dure,estirperemo il male.Siamo ridicoli,poi pretendiamo che certe nazioni,molto più SERIE,ci prendano sul serio.Vorrei capirci di più su queste richieste di patteggiamento,il Marinai è bravissimo su questi argomenti.

  10. Per me queste penalizzazioni dovevano essere applicate in questo campionato…anche se le sentenze pese( Bari…) devono arrivare, pero’ la salvezza va’ ottenuta sul campo perché i ripescaggi non ci risaranno!!!
    Concentriamoci a domenica!!!

  11. in italia va cosi’ tante chiacchiere, si vuole che il calcio ne venga fuori, e poi non si punisce chi e’ responsabile….. avanti cosi’……

  12. Stiamo scherzando. Il Grosseto per 8 illeciti e cioè per 24 punti di penalizzazione patteggia per soli 6 miseri punti da scontare nella prossima stagione? La pena non doveva essere afflittiva? 49 – 6 = 43 PLAY OUT. Vorrei sapere dalla redazione perché non è così? Io se fossi il Vicenza e l’Empoli per protesta non mi presenterei in campo domenica sera. Non ci facciamo prendere per il fondelli cavolo!!! QUESTO E’ UNO SCANDALO VERO E PROPRIO!!!!! Troppo facile patteggiare……

  13. fulvio 40 GRAZIE PER LA GIUSTIZIA.DOPO TANTI PROCLAMI ANDIAMO A RINGRAZIARE IL DOTT,PALAZZI E TUTTI I SUOI SCAGNOZZI.

  14. 4 MESI DI SQUALIFICA A CELLINI DOPO CHE CI HA TOLTO
    6 PUNTI CON VARESE E MODENA…..COMPLIMENTI…
    HA RAGIONE MONTI,FERMIAMO TUTTO QUALCHE ANNO
    ALTRIMENTI IL CALCIO SI FERMERA’ DA SOLO PERCHE’ ORMAI
    QUASI PIU’ NESSUNO HA INTERESSE PER QUESTO SPORT..

  15. Mi dispiace smentirti ma la lega di B ha già deliberato che in caso di retrocessioni d’ufficio non ci saranno ripescaggi.
    Proprio quest’anno ………

  16. Io ritengo che sia meglio salvarsi sul campo… Il tuo concetto S’ostina può anche essere vero (anche se da dimostrare), ma vorrei ricordare che per il secondo filone devono ancora arrivare i deferimenti, poi gli interrogatori, quindi il processo e le sentenze che presumibilmente arriveranno nella prima settimana di agosto. Ricorsi esclusi. Adesso la mia domanda è la seguente: nella malaugurata ipotesi che l’Empoli perda il play out come verrà pianificata la prossima stagione? Facendo una squadra per la Lega Pro, come avrebbe sancito il campo, oppure fare una squadra per la B rischiando di rincorrere una chimera e/o illusione che potrebbe poi rivelarsi vana? E se fai una squadra per la B e poi non avviene ciò di cui tu sei convinto, S’ostina, chi li “sopporta” gli ingaggi dei giocatori con un ammanco che varia tra i 4 e 4,5 milioni? Per fugare ogni dubbio, ripeto, l’Empoli è bene che si salvi battendo il Vicenza e lasci ai biancorossi questi interrogativi. Anche perchè, nella giornata di ieri, è apparsa abbastanza netta la volontà di non accanirsi troppo sulle società, laddove (ovviamente) non vi sia coinvolgimento diretto di un dirigente in maniera palese e inequivocabile. Credo che dovrà essere proprio lampante suddetta responsabilità, stando a quanto verificatosi ieri all’apertura del processo sportivo. Devo dire che sono rimasto un po’ sorpreso, mi aspettavo richieste più pesanti da parte del Procuratore Palazzi. Soprattutto nei confronti dei calciatori. Mi può anche star bene il non penalizzare troppo le società che in molti casi sono state vittime loro stesse del comportamento illecito dei propri calciatori, ma per questi ultimi però devi intervenire duro… E’ acclarato che facevano parte di un’organizzazione criminale e l’idea che qualcuno lo si possa rivedere in campo tra un anno e mezzo o due è sinceramente preoccupante, ingiusta e avvilente.

    • La responsabilità delle società per me è palese, quindi vanno condannate e pesantemente. Possibile che nessuno si sia accorto di niente?, possibile che allenatori e staff tecnico fossero così miopi da non accorgersi le combutte dei propri calciatori? per me ci raccontano delle grosse balle. Nel mondo “reale” se in una azienda c’è chi rema “contro” prima o poi ci si rende conto del gioco sporco!!!

  17. I processi si fanno con le prove, non con le sensazioni… Io, a differenza di voi, non ho alcuna certezza nè tanto meno prove del coinvolgimento diretto delle società e quindi mi rimetto all’operato della Procura Federale e della Commissione Disciplinare. Se poi qualcuno non ha fiducia in quello che fanno è un altro discorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here