Azzurri in campo nella mattina di questo giovedi per continuare il lavoro in preparazione al match di domenica con il Napoli. Empoli alla ricerca dei primi punti stagionali in una gara che si presenta molto difficile con un Napoli che non essendo certamente bene cercherà di rimettere la propria stagione sulla giusta carreggiata.

 

ph empolifc
ph empolifc

Molta tattica e molte partitelle a tema quest’oggi con mister Giampaolo molto attento sui movimenti della difesa che dovrà tornare ad essere quell’elastico che si muoveva sinuosamente con una linea sempre pressochè perfetta. Carte mischiate quest’oggi con varie prove ed un undici che sarà davvero tutto da scoprire con molti giocatori in ballottaggio per una maglia. Chi potrebbe tornare in campo è Vincent Laurini che anche oggi si è allenato in gruppo dimostrato un buono stato di forma e potrebbe essere preferito sia a Zambelli che a Bittante. Non dovrebbero esserci invece dubbi in mezzo con la coppia Tonelli-Barba, ma anche a sinistra Mario Rui dovrebbe essere una certezza.

Novità invece ci saranno sicuramente in mezzo al campo. A destra potrebbe già agire il neo arrivato Paredes che sta già convincendo il mister e tutti coloro che ogni giorno seguono gli allenamenti. Al centro c’è grande affollamento con tre giocatori che potrebbero di fatto contendersi la maglia: Diousse, Maiello e Buchel.

L’ultimo arrivato potrebbe essere un passo indietro e forse Diousse, che è tornato in gruppo dopo aver smaltito il problema ai denti potrebbe essere ancora il prescelto, Maiello però sta molto bene ed anche oggi ha fatto vedere cose importanti e grande voglia di mettersi in mostra.

Oggi era assente Riccardo Saponara per una leggera influenza (sarebbe dovuto essere l’ospite della puntata di PEnAlty) ma “The Magic” non è in dubbio per la gara. Il reparto offensivo invece non è immune da dubbi, con Livaja accreditato per giocare dal primo minuto ma da capire con chi: oggi si è mosso sempre in coppia con Pucciarelli.

Da segnalare, oltre a quella già citata di Saponara, l’assenza di Mchedlidze che per il problema muscolare dovrà star fuori per un mese. E’ invece rientrato dalla parentesi nazionale il polacco Zielinski.

 

La squadra tornerà in campo domani mattina per una nuova seduta che sarà però a porte chiuse.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Empoli-Napoli
Articolo successivoStagione 2014-2015
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

12 Commenti

  1. da quello che scrive pe sembra ci sia la linea a quattro dei difensori…
    …si ma io sto 352 lo vedo lo rivedo me so sogno…minchia

    ieri ho postato il link della partita giocata col 352 di Giampaolo contro Spalletti
    ci sono delle ripartenze straordinarie da manuale del calcio…

    https://www.youtube.com/watch?v=sZK-KSlcyoE

    contro un metodico come Sarri sarebbe l’ideale…ma ci vuole coraggio per cambiare

  2. Mi sembra che la notizia più grave non sia l’eventuale panchina di Maccarone (surreale, ma prendono soldi anche per le persenze di Livaja?), quanto piuttosto l’assenza di Levan. Il suo impiego dall’inizio oppure il suo ingresso a 30 minuti dalla fine (come con il Milan) ci avrebbero garantito delle buone possibilità…

    • O gandalf….per te Levan un sarebbe stato titolare neanche in C….e adesso all’improvviso,per te è diventato così importante?

    • Mi pare chiaro che GANDALF,ha fatto solo una battuta…..infatti con il Milan Levan ha combinato ben poco….e quindi il suo commento va letto completamente all’opposto di quello che sembra…..

  3. Ma in porta ancora fiducia a Lukas ?
    Io sono del fans club … Pela Uno di Noi … Deve dimostrare sul campo il suo valore forza Alberto!

    Per il resto ho già detti che quest’anno se non ci impuntiamo con gli stessi, abbiamo una bella rosa folta di alternative, un po corti in avanti ma ho anche detto che prima di maggio anche Piu entrerà negli undici in campo.

    Son pazzo boh vedremo!

    • Vedi Maurizio…io penso ed ho sempre pensato che ANCHE IN A,la società azzurra e i vari allenatori che si sono succeduti,dovrebbero e avrebbero dovuto attingere di piu’ dal settore giovanile…..un po’ come succedeva prima anche con le grandi,che via via lanciavano i vari Baresi,Maldini,Ferri e via dicendo….Finchè siamo stati in B o C l’abbiamo sempre fatto…… i vari Hisaj,Rugani,Birindelli,Montella,Raggi,Galante,Saponara e chi piu’ ne piu’ ne metta son li a dimostrarlo…..Arrivati in A,magari si preferisce prendere giovani che pur di buon livello provengono da altre squadre…..QUEST’ANNO,forse le cose cominciano a cambiare e anche trovandoci in A,SI STA PESCANDO DALLA PRIMAVERA(Diousse).Quindi son sicuro che se Piu’ ha delle qualità(E MI PARE CHE LE ABBIA)….le puo’ dimostrare anche giocando in A facendo la 5 punta,ma all’occorrenza,in caso di piccoli infortuni o squalifiche,credo che portato in panchina possa anche essere preso in considerazione per scendere in campo……

      • Caro Daniele, per quello che ne so io la società cosnidera il Pela un ottimo portiere, con però alcuni problemi caratteriali legati ad una forte emotività che si tramuta in insicurezza… su questo nè io nè te possiamo avere riscontri finchè non lo vediamo all’opera a un certo livello, per cui ci fidiamo della società o no? Per quanto riguarda Piu, mi sono espresso nei giorni scorsi, per me lui sì che è (almeno potenzialmente) un grande giocatore, sul quale varrebbe la pena puntare. Poi è chiaro che è acerbo, non si può pretendere subito la luna, gli avrebbe fatto bene un anno in Lega Pro, così come è chiaro che non basta avere grandi mezzi ma bisogna poi farli valere, e qui incide ancora una volta il profilo caratteriale…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here