Dal campo…a lavoro verso Siena

Dal campo…a lavoro verso Siena

Dopo la sconfitta di sabato con il Modena, gli azzurri si sono ritrovati per il primo giorno di lavoro settimanale in vista del prossimo match, quello di sabato a Siena. Un’incontro che si presenta da solo, fosse solo per l’aspetto derby, una gara difficile nella quale gli azzurri saranno chiama

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta di sabato con il Modena, gli azzurri si sono ritrovati per il primo giorno di lavoro settimanale in vista del prossimo match, quello di sabato a Siena. Un’incontro che si presenta da solo, fosse solo per l’aspetto derby, una gara difficile nella quale gli azzurri saranno chiamati, almeno a livello prestazionale, a far dimenticare il pessimo pomeriggio di sabato scorso.   Come accade in genere il lunedì si è dato molto spazio alla parte atletica, una sorta di pseudo – defaticante, ma poi la tattica ha preso il sopravvento con mister Aglietti impegnato a dare minuziose istruzioni su alcuni movimenti sia offensivi sia difensivi. Ovviamente non si può parlare ancora di modulo o di uomini, anche se crediamo sia difficile che ci saranno particolari stravolgimenti rispetto al modo di stare in campo degli azzurri, gli stessi movimenti di oggi vedevano il centrocampo a tre e gli esterni larghi a supporto della punta, Coralli da una parte, Laurito dall’altra. Magari la curiosità, che poi la settimana piano piano ci toglierà, sarà nel capire chi comporrà la linea di centrocampo, auspicabile l’utilizzo di Valdifiori davanti alla linea difensiva a discapito della fantasia di Musacci, e se Diego Fabbrini (oggi regolarmente in gruppo) potrà essere inserito da subito ed eventualmente al posto di chi, poiché oggi ha lavorato a sinistra e questo precluderebbe spazio a Forestieri. Assenti alla seduta Saponara, risente di un dolore muscolare (questo il motivo della sua mancata convocazione di sabato) e Foti, per lui il solito problema al ginocchio, va precisato che Salvatore ad oggi non si è operato ma al momento non ci è dato sapere se questo possa essere di fatto un motivo per rivederlo in campo prima della fine del campionato, quanto prima realizzeremo un’intervista con lo stesso giocatore che ci darà le ultime sulle sue condizioni. A parte Mchedlidze e Lazzari, il secondo potrebbe essere in panchina con la Reggina.   Mister Aglietti vuole ovviamente guardare avanti e far dimenticare in fretta ai ragazzi ed all’ambiente la non felice prova con il Modena: “Sappiamo che sabato andremo a far visita ad una vera e propria corrazzata, non venivamo dati per favoriti nemmeno all’andata e sappiamo poi come è andata a finire. Con questo voglio dire che sarà difficilissima ma se riusciremo a tirare fuori una prestazione come quelle fatte a Grossetto o Piacenza sono sicuro che potremmo giocarci le nostre carte. Da quella gara mi aspetto una grande prova, dobbiamo fare in modo, al di la del risultato, che i nostri tifosi siano fieri di noi.”   Per domani, come da regolar programma, è prevista una doppia seduta.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy