Francesco Tavano : “Preferisco sempre l’Empoli”

Francesco Tavano : “Preferisco sempre l’Empoli”

E’ stato molto chiacchierato all’inizio del mercato, con le voci di uno Spezia in pressig su di lui. Poi però, anche perchè l’antifona era chiara, Francesco tavano è rimasto in azzurro, tenendo fede all’impegno preso nella scorsa estate e per non mollorare dopo una stagione che, se per l’Empoli

Commenta per primo!

E’ stato molto chiacchierato all’inizio del mercato, con le voci di uno Spezia in pressig su di lui. Poi però, anche perchè l’antifona era chiara, Francesco tavano è rimasto in azzurro, tenendo fede all’impegno preso nella scorsa estate e per non mollorare dopo una stagione che, se per l’Empoli è stata infelice, per lui è stata quella del rilancio dopo le ultime stagioni di Livorno. Lo ha intervistato il collega Biuzzi nell’edizione di ieri del “Il Tirreno”   Contento di restare, contento di iniziareunanuova avventura con la maglia che piùama, che più senta sua. «Ho parlato coi dirigenti – spiega Ciccio, confermando la tesi del ds Carli – e sono soddisfatto di quello che ho sentito. Certo avrei preferito avere un contratto più lungo, visto che il mio scadrà il prossimo giugno, ma capisco perfettamente le esigenze e la politica della società. Mi hanno fatto comunque sentire importante e questo mi basta. Forse, volendo, avrei potuto strappare un contratto lungo e magari anche più remunerativo da altre parti, ma io come sempre preferisco Empoli e l’Empoli». Certo è che in un anno è cambiato il mondo: lei tornò 12 mesi fa con prospettive diverse e in un progetto decisamente più ambizioso. «Vero.Mapoi abbiamovisto tutti com’è andata la scorsa stagione. È stata dura, dura per tutti. Ora, in pratica, si ricomincia da zero. Con tanti giovani ma anche tanta voglia di mettersi in mostra. In questi primi giorni di ritiro avverto sensazioni positive. Poi è chiaro che il nostro obiettivo sarà la salvezza. Magari da raggiungere il prima possibile». Che impressione le sta facendo il tecnico Sarri? «Mi sembra molto preparato, scrupoloso sul lavoro. Chiede molto ai suoi giocatori, come è giusto che sia,ma senza diventare eccessivo. Credo che ci siano i presupposti per farebene con lui». Al momento, nelle prime lezioni di tattica, la sta provando da prima punta. «Già. E io, ovviamente, cerco di fare quello che mi viene chiesto. Francamente credo che mi troverei bene, forse anche meglio, giocando dietro l’attaccante di riferimento,ma sono a completa disposizione del mister. Ci mancherebbe». Parlava di sensazioni positive: c’è qualcuno dei nuovi chela sta sorprendendo? «Da quello che sipuòvedere in questi giorni ho notato le qualità di Croce. Ma lui non è un ragazzo e sapevamo che aveva qualità importanti. Fra i giovani mi sta piacendo molto Spinazzola». Sa che con così tanti giovani lei e gli altri della vecchia guardia avrete ancora più responsabilità? «È normale che sia così.Edè anche giusto. Io mi sono messo a disposizione di tutti. E se c’è da dare una mano sono più che felice di farlo». Parla come un capitano: sarà lei quello nuovo? «Mi piacerebbe, mi piacerebbe molto. Ma credo che la scelta sia indirizzata su Moro. Peccato». Fascia o no lei è comunque destinato ad essere uno dei leader del gruppo. «Lo spero. Di sicuro cercherò di dare il massimo in ogni partita e in ogni allenamento». Ad onor del vero sembra che lo stia già facendo. «Mi sono presentato preparato. Sono addirittura sotto peso di qualche chilo e sono contento dei primi giorni di lavoro, a parte questi piccolo intoppo al tallone. Certo è dura e lo sarà ancora di più in questa settimana. Ma dobbiamo riempire il serbatoio in questo momento per cercare di andare forte tutto l’anno». È davvero bello carico. «Sì è vero. La voglia c’è ed è tanta. Forse anche un pizzico in più del solito».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy