La “tripletta” ha funzionato per adesso solo con Spalletti

La “tripletta” ha funzionato per adesso solo con Spalletti

Sulla falsa riga di quanto fatto questa mattina sulle pagine de “Il Tirreno” da David Biuzzi, andiamo a rivedere a livello statistico come siano andate le cose quando l’Empoli è stato costretto ad una “tripletta” sulla panchina.   E’ oramai cosa nota che da ieri Guido Carboni ha

Commenta per primo!

Sulla falsa riga di quanto fatto questa mattina sulle pagine de “Il Tirreno” da David Biuzzi, andiamo a rivedere a livello statistico come siano andate le cose quando l’Empoli è stato costretto ad una “tripletta” sulla panchina.   E’ oramai cosa nota che da ieri Guido Carboni ha preso in mano le redini della squadra, nella speranza che questa esca da una situazione di classifica, pessima ed inaspettata ad inizio campionato, ma che soprattutto riesca a questa a dare quelle motivazioni importanti ed essenziali per poter arrivare ad una salvezza con il minimo patema possibile. Carboni succede a Pillon (per lui 9 gare con 2 vittorie, 3 pari e 4 sconfitte) che era succeduto a sua volta ad Aglietti (7 gare con 2 vittorie e 5 sconfitte.), ed è il terzo allenatore della stagione.   Andando a guardare indietro, troviamo la prima tripletta nella stagione 88/89: Clagluna fu l’allenatore scelto per provare a risalire in massima serie dopo la retrocessione dello scorso anno, ma il tecnico pisano non riusci nemmeno ad iniziare la stagione per dei conflitti con la società e la squadra fu affidata a Gigi Simoni che la stagione precedente aveva discretamente fatto a Genova.  Gli scarsi risultati, proporzionati anche alle aspettative, fecero propendere la società verso la scelta del terzo tecnico, quel Ferdinando Donati che non riuscì però a salvare gli azzurri, portandoli al massimo allo sfortunato spareggio di Cesena contro il Brescia terminato ai rigori in favore delle rondinelle.   Nel campionato 1993/94 assistiamo alla seconda trilogia sulla panchina azzurra, la prima del Presidente Corsi. I primi due allenatori furono nell’ordine Ettore Donati e Lombardi, la squadra però non riusciva a togliersi dai bassifondi di quel campionato di C1 ed allora, il colpo di genio fu quello di affidare lo spogliatoio ad un giovanissimo ex calciatore azzurro, Luciano Spalletti. La squadra dette subito segnali positivi, si riusci ad arrivare al playout contro l’Alessandria che significò salvezza nella stagione. Da li iniziò un ciclo a dir poco magico.   Ciclo magico che terminò nella stagione 98/99, guarda caso una di quella con tre mister alla direzione dell’Empoli. Analogamente alla 88/89 il primo tecnico, un giovane Gigi Del Neri (veniva dalla bella esperienza alla Ternana), si limitò a guidare la squadra nel corso della prima parte del precampionato. Del Neri non iniziò il campionato e gli subentrò Mauro Sandreani. Al tecnico romano fu però fatale la sconfitta interna per 3-2 con la Salernitana e dalla gara successiva si andò a sedere in panchina Orrico. Il terzo cambio però non diede i frutti sperati e gli azzurri salutarono la serie A arrivando ultimi con 13 punti di distacco dal Vicenza penultimo.   L’ultima situazione a tre, anche se proprio a tre non è, risale alla stagione 2007/08. L’Empoli si era qualificato per giocare la sua prima Coppa Uefa, allestendo una squadra di tutto rispetto che non avrebbe dovuto aver grossi problemi a mantenere per la terza volta consecutiva la serie A. Il campionato, con alla guida Gigi Cagni, prese però una piega inaspettata e no soddisfacente, si decise quindi di cambiare e di affidare la squadra a Malesani. Dopo un promettente inizio, anche il tecnico veneto iniziò a riportare una serie di risultati non sufficienti, nel finale di stagione si pensò quindi di ricambiare ma di ritornare al passato, ovvero a Cagni. Alla fine l’Empoli retrocesse.   Come si evince, da un punto di vista statistico,  la triplette non hanno quasi mai portato bene, i dati sono fatti anche per essere cambiati, questa è e deve essere per forza la nostra speranza.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy