Le Pagelle di Spezia-Empoli 1-3

Le Pagelle di Spezia-Empoli 1-3

Ecco le pagelle relative alle prestazioni dei calciatori azzurri inerenti alla partita di questo pomeriggio del “Picco” di La Spezia che ha visto gli azzurri vincere per 3-1 con una prestazione sontuosa. Redatte dalla Redazione di Pianetaempoli.it   BASSI: 6 Incolpevole in occasione del vele

Commenta per primo!

Ecco le pagelle relative alle prestazioni dei calciatori azzurri inerenti alla partita di questo pomeriggio del “Picco” di La Spezia che ha visto gli azzurri vincere per 3-1 con una prestazione sontuosa. Redatte dalla Redazione di Pianetaempoli.it   BASSI: 6 Incolpevole in occasione del velenoso diagonale di Ebagua che origina il vantaggio degli aquilotti. Anche sul palo di Ebagua appariva nettamente fuori causa. Per il resto un pomeriggio tranquillo, con l’unica pecca di prendersi la pioggia che nella ripresa era particolarmente insistente   LAURINI: 7.5 Prestazione su livelli di eccellenza quella del francesino che non concede mai niente in fase difensiva. Devastanti le sue progressioni sulla fascia destra, da un suo inarrestabile spunto nasce il gol del pareggio. La sua rabbia è la fotografia del match.   TONELLI: 6.5 Parte male Lorenzo soffrendo molto Ebagua con il quale perde il duello in occasione del gol dello stesso nigeriano. Poi nonostante l’ammonizione subita nei primi minuti della gara cresce dando una mano anche nella costruzione del gioco.   RUGANI: 6.5 Torna dopo la parentesi in under 21 e troviamo lo stesso giocatore che avevamo lasciato 15 giorni fa. Grande senso della posizione e capacità di leggere al meglio tutte le traiettorie della palla. Un solo errore nella ripresa, poi solo sicurezza e autorità.   MARIO RUI: 7  A sorpresa Sarri lo impiega sulla fascia sinistra dal primo minuto. Il portoghese risponde presente, fornendo una prestazione autoritaria e di spessore. Molto bene in fase difensiva, dove chiude la porta in maniera sistematica agli avversari che capitano dalle sue parti,ed in fase offensiva come nelle precedenti partite facilità di corsa impressionante, a tratti disarmante   VALDIFIORI: 6,5 Leggermente al di sotto del suo standard delle ultime partite, dove era stato praticamente perfetto. Sbaglia qualche appoggio di troppo che rischia di esporre la squadra a pericolose ripartenze. Tuttavia guida con la consueta maestria e geometrie l’orchestra azzurra che suona uno spartito all’unisono.   ciccio golSIGNORELLI: 7 In grande crescita il venezuelano che meritava anche la gioia della rete, negata dalla traversa. Costituisce un asse davvero incisiva con Laurini, è piaciuto anche in fase di non possesso dove combatte e rincorre gli avversari non risparmiandosi. Oggi, non ne abbia il capitano, non ha fatto rimpiangere Moro.   CROCE: 7 Il prestigiatore oggi era un giornata di magie. Sul settore di sinistra gli avversari fanno fatica a contenerlo. Ci vuole un miracolo di Leali per negargli la gioia del gol, da una sua magia arriva il gol che ci porta al riposo.   VERDI: 7.5 Da rivedere più volte la prodezza con la quale di fatto chiude la partita, da posizione angolata riesce a trovare quell’esiguo spazio che aveva disposizione. Per il resto fornisce probabilmente la sua miglior partita, riuscendo a posizionarsi in un fazzoletto di campo dove difensori e centrocampisti avversari non riescono mai a accorciare.   PUCCIARELLI: S.V   TAVANO: 7 Nel trionfo odierno del “Picco” non poteva mancare il timbro dell’uomo dei record, bravo a farsi trovare pronto all’appuntamento con il gol numero 103. Per il resto partecipa alla manovra d’attacco dialogando con efficacia con i compagni.   MCHEDLIDZE: S.V   MACCARONE: 7 Il gol del 2-1 permette a Big-mac di entrare nella storia azzurra, diventando il secondo marcatore azzurro  di tutti i tempi superando Castellani. Statistiche a parte Maccarone ha ritrovato la condizione fisica ottimale, partecipando in maniera attiva alla manovra.   CASTIGLIA: S.V   MISTER SARRI: 8 A sorpresa schiera Mario Rui sulla sinistra e ripropone Verdi nel ruolo di trequartista. Quello con il fantasista scuola Milan si sta rivelando un capolavoro soprattutto a livello psicologico, non era facile recuperarlo dopo che Pucciarelli gli aveva in pratica tolto il posto nelle partite precedenti. Oggi si è vista una squadra al limite della perfezione reagendo da grande squadra all’immediato vantaggio dei padroni di casa, mostrando un calcio divertente dominando in lungo e largo la partita. 30 punti in 15 gare sono davvero tanta roba.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy